www.pisanellastoria.it - Il primo vero archivio neroazzurro!!
Mi ritorni in Mente - 14^ puntata - Claudio Sclosa PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Bufalino   
Martedì 15 Dicembre 2009 18:53

 

 

 


La quattordicesima puntata è una pillola dedicata alle giocate di Claudio Sclosa, grande centrocampista dell'epoca Anconetani, che contribuì ad una promozione e ad una salvezza in Serie A.

 
1984-85 Prima Parte - Mi ritorni in mente 13^ puntata PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 09 Dicembre 2009 20:05

 

 


Ieri è andata in onda la tredicesima puntata di Mi ritorni in mente con i servizi del campionato di andata 1984-85. La seconda parte andrà in onda tra due settimane, mentre per la prossima puntata è in programma un video su Claudio Sclosa.

 
CAMPIONATO SERIE D GIRONE D - 16^ Giornata PISA – CECINA 1-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Bufalino   
Lunedì 07 Dicembre 2009 16:07

 

CAMPIONATO SERIE D GIRONE D - 16^ Giornata
Arena Garibaldi, Stadio Romeo Anconetani di Pisa
PISA – CECINA 1-0
PISA: Bercigli; Papa, Guzzo, Bizzotto; Laezza, Vagnati (11’ pt. Caleri), Porro (15’ st. Pasciuti), Chiesa, Talignani; Francesconi (28’ st. Bonuccelli), Cantoro. All. Cuoghi.
CECINA: Cattenari; Fioretti, Vivaldi, Capone, Gagliardi; Pereyra (44’ st. Vanni Giac.),  Cammarosano, Piombino (41’ st. Sbravati); Rovella, Del Bono, Nanouche (41’ st. Balestracci). All.  Pagliuca. Arbitro: Falzone di Palermo.
Marcatore: 47’ pt. Chiesa.
Note: Ammoniti Pereyra, Piombino, Guzzo, Del Bono, Pasciuti, Capone. Espulso al 45’ Cammarosano e al 48’ st Papa per doppia ammonizione.

PISA – Quarta vittoria di fila per la squadra di Stefano Cuoghi, quarto gol in tre partite del gioiellino Chiesa, imbattibilità e difesa granitica che non prende goal da 352 minuti e con Cuoghi ha mantenuto, nella sua gestione, la propria porta inviolata in 4 occasioni su 5. Deciso cambio di registro per i neroazzurri, dalla gestione Indiani a quella Cuoghi sono cambiate tante cose. Sorprende poi che la difesa a 3, che talvolta si trasforma a 5 con l’arretramento dei due fluidificanti, abbia subito meno gol della difesa a quattro, mentre la squadra ha mantenuto la sua identità offensiva. Ottimo lavoro.

PRIMO TEMPO – La partita si complica subito per il Pisa. Al minuto 11 è Vagnati che deve subito lasciare il terreno di gioco per un infortunio alla schiena. Tocca a Caleri subentrare svolgendo un ottimo compito in mediana. Pur non avendo mai giocato, Cuoghi ha sempre apprezzato il lavoro di Caleri dicendo nelle settimane scorse che sarebbe stato il primo giocatore confermato per la prossima stagione in caso di promozione. La prima occasione pericolosa per il Pisa è proprio di Caleri, che al 32’ calcia di sinistro da fuori area spedendo alto. Si è dovuto aspettare così tanto per vedere un tiro verso la porta. Tre minuti più tardi una discesa di Talignani porta al cross il terzino originario di Parma. Porro svetta ma devia a lato. Il primo tempo è ricco di tensioni nelle due panchine, al 42’ viene espulso un magazziniere del Pisa. Subito dopo una punizione di Rovezza scalda i guantoni di Bercigli che si distende ottimamente sventando il pericolo. Verso la fine della prima frazione di gioco accade il fattaccio. Cammarosano irrompe e commette fallo al centro del campo. Forse è eccessiva la decisione del direttore di gara che lo manda direttamente negli spogliatoi. Il numero 4 del Cecina si dispera e non vuole abbandonare il campo, venendo trattenuto da 3 persone per impedire che andasse a dir la sua all’arbitro. Si scaldano ancora di più gli animi nelle due panchine. Cuoghi a fine partita dichiarerà che l’allenatore del Cecina Pagliuca ha offeso i neroazzurri dal primo all’ultimo minuto di gioco. Proprio nei minuti di recupero del primo tempo arriva la rete di Chiesa. Talignani con la solita discesa sulla fascia si porta al cross, la palla arriva a Laezza dopo una respinta ma cicca la sfera che arriva sui piedi dell’argentino. Il numero 11 pisano calcia di prima intenzione e trova il pertugio giusto per la rete del vantaggio. Finisce così, non senza qualche discussione però, il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Seconda frazione un po’ più povera di contenuti. Al 13’ una punizione di Piombino viene deviata ottimamente da Bercigli, sulla respinta è Papa a immolarsi impedendo il gol degli ospiti. Al 25’ Cantoro prova una conclusione da fuori area ma trova i guanti di Cattenari che devia prima sulla traversa e poi fuori. Alla fine del secondo tempo è Papa ad essere espulso altrettanto esageratamente dal direttore di gara che ristabilisce la parità numerica in campo. C’è anche il brivido finale con una punizione di Piombino che batte Bercigli, rimasto immobile, ma termina fuori. Il Pisa consolida il primato in classifica con 34 punti, due in più del Fossombrone vittorioso Sabato a Ponsacco.

Michele Bufalino per VideoNewsTv

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Dicembre 2009 16:25
 
Beppe Incocciati - Mi ritorni in mente - 12^ puntata PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 01 Dicembre 2009 21:26

 

Dodicesima puntata per Mi ritorni in mente con le reti di Beppe Incocciati al Pisa.

 
Serie D, 15^ Giornata, Pontedera-Pisa 0-2 PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Bufalino   
Lunedì 30 Novembre 2009 01:22

 

 

CAMPIONATO SERIE D GIRONE D - 15^ Giornata

Stadio Ettore Mannucci di Pontedera
PONTEDERA - PISA 0-2

PONTEDERA: Poli, Biagini, Ferrini, Giani, M. Ceccarelli (85' Arrighini), Malventi, Buonamici, Caciagli, Lenzini (71' Balleri), Balestri, Checchi (83' Zangani). All: Masi. PISA: Bercigli, Papa (70' Parenti), Guzzo, Bizzotto, Nocciolini, Obodo, Vagnati, Talignani, Chiesa (95’ Caleri), Carparelli, Cantoro (60' Francesconi). All: Cuoghi. Reti: 2' Chiesa, 94’ Carparelli

 

PONTEDERA - È una sfida tutta pisana quella che si è giocata allo stadio Ettore Mannucci di Pontedera. Di fronte due compagini che hanno vissuto il miglior periodo della storia intorno agli anni ’80 e 90’, quando il Pisa militava in Serie A e vinceva due Mitropa Cup, arrivando in semifinale di Coppa Italia, e il Pontedera vinceva il Torneo Anglo-Italiano e batteva la nazionale di Arrigo Sacchi nel ’94. Due squadre accomunate anche dal dolore. Si è giocato col lutto al braccio, minuto di raccoglimento dedicato alle vittime del disastro aereo di Pisa del 24 Novembre, nel quale sono scomparsi i cinque uomini dell’equipaggio del C-130 dell’Aereonautica militare.

 

PRIMO TEMPO – Sostenuta da circa 2000 tifosi pisani al seguito in trasferta, la squadra di Stefano Cuoghi ha giocato una gara ordinata ed equilibrata, senza le solite sbavature difensive. Al via è subito il Pisa a passare in vantaggio. Dopo solo un minuto, Vagnati mette in mezzo per Carparelli, scattato in posizione regolare, che mette in mezzo per Chiesa. A porta vuota è facile per l’argentino insaccare la rete dell’1-0. Il Pisa si difende bene, qualche volta la difesa tentenna ma regge. Al 27’ occasione per il raddoppio. Carparelli inventa d’esterno una volée per Cantoro, che colto di sorpresa cicca malamente. Due minuti dopo, è sempre Cantoro a battere una punizione facilmente bloccata da Poli. Al 30’ ancora l’attaccante neroazzurro si trova sui piedi un pallone invitante e calcia al volo da posizione defilata sfiorando nuovamente il raddoppio. Al 32’, episodio che ha fatto e farà discutere: Carparelli cade in area di rigore, ci sono dei dubbi se fosse stato toccato o meno, ma l’arbitro lo ammonisce. Le ultime occasioni sono dei padroni di casa. Al 35’ Lenzini fa partire un traversone per Checchi, ma il colpo di testa finisce a lato. Al 44’ Giani calcia al volo da fuori area ma la palla viene deviata e finisce a lato. Sul successivo calcio d’angolo il colpo di testa di Ferrini è debole e parato da Bercigli. Finisce così la prima frazione.

 

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, dopo pochi secondi Ceccarelli va al tiro per un errore di Bizzotto che si fa rubare il pallone, palla fuori. Al 5’ una punizione di Cantoro costringe all’intervento Poli che devia in angolo. Proprio Cantoro lascia il posto a Francesconi, l’ex di turno, che contribuì ad una promozione del Pontedera dall’Eccellenza ai Dilettanti. Proprio Francesconi cade in area di rigore esattamente come Carparelli nel primo tempo, ma stavolta l’arbitro non ammonisce il giocatore, diversità di metro di giudizio che farà polemizzare il Presidente del Pisa Battini a fine partita. A pochi minuti dal termine il Pontedera gioca la carta Arrighini, sacrificando il difensore Ceccarelli. Andrea Arrighini ha già segnato nel derby contro il Ponsacco della scorsa stagione e andava alla caccia del suo primo gol stagionale contro la squadra della sua città, il Pisa. Ma invece di arrivare il gol del Pontedera, è arrivato il raddoppio dei neroazzurri. È Chiesa, ancora una volta a dettare magistralmente i tempi tra il centrocampo e l’attacco, a imbeccare proprio sul filo del fuorigioco Francesconi, che chiude la triangolazione con Carparelli. È un gol fotocopia di quello del primo tempo. A porta vuota il numero 10 del Pisa chiude i conti sul 2-0. Il Pisa termina il mese di novembre in cima alla classifica con 31 punti, con due lunghezze di vantaggio sul Fossombrone.

 

Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Dicembre 2009 11:42
 
<< Inizio < Prec. 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 Succ. > Fine >>

Pagina 42 di 52