Pisa-Pontedera 1-0. Ritorno tra i professionisti PDF Stampa E-mail

 

 

CAMPIONATO SERIE D GIRONE D – 34^ Giornata
Arena Garibaldi, Stadio Romeo Anconetani di Pisa
PISA – PONTEDERA 1-0
PISA: Lanni, Papa, Talignani, Obodo (13’s.t. Vagnati), Cossu, Parenti, Laezza, Caleri, Cantoro (19’s.t. Ilari), Carparelli, Chiesa (34’s.t. Nocciolini). All.Cuoghi
PONTEDERA: Poli, Biagini, Vanni (45’ Lenzini), Giani, Malventi, Ceccarelli (27’s.t. Marinai), Caciagli, Bonamici, Arrighini, Rosati (32’s.t. Regoli), Checchi.
Arbitro: Francesco Castrignanò di Brindisi
Reti: 17’ Cantoro
Ammoniti: Laezza, Talignani e Vagnati per il Pisa, Rosati, Malventi e Lenzini per il Pontedera.

PISA – Finalmente è arrivata la tanto attesa promozione, in un campionato corso a più non posso dai ragazzi di Stefano Cuoghi. Dirigenza perfetta, una macchina costruita in condizioni difficili, e poi via via meglio oliata fino a raggiungere il tocco di classe. Oggi, l’Arena Garibaldi ha messo il suo vestito più bello. Presenti circa 5-6000 persone, in una cornice straordinaria. I tifosi sono tornati con bandiere, striscioni e tamburi a manifestare la loro passione sugli spalti, la curva sud parzialmente aperta ai ragazzi e un buon numero di tifosi del Pontedera. Ridipinta la scritta “Pisa” sulla Gradinata “Gianluca Signorini”, che oggi, da lassù forse ha pensato a quando fu lui uno degli artefici del ritorno del Pisa tra i professionisti, nel 1996. E oggi, con la promozione matematica, la classifica parla chiaro, con il Pisa a 75 punti, e il Carpi, staccato di 16 lunghezze, fermo a quota 59. Durante tutti i 90 minuti la partita è stata una vera festa, in campo poco gioco, sugli spalti tanto colore, ed oggi, finalmente, il Pisa torna tra i professionisti. Gli scenari che si aprono adesso sono molteplici, dal possibile ripescaggio in Lega Pro Prima Divisione, al più probabile campionato, guadagnato sul campo, di Lega Pro Seconda Divisione. Ancora quattro gare da giocare, poi ci sarà la Poule per assegnare lo “Scudetto Dilettanti”

PARTITA – Gara con poche emozioni. Comincia a pungere il Pisa, all’8’, quando da un calcio d’angolo Carparelli quasi non realizza un gollonzo, deviato nuovamente in corner da Poli. Al 16’ è la volta di Chiesa che mette in mezzo un pallone ancora per Carparelli, ma il suo colpo di testa è debole e centrale. Un minuto dopo arriva il gol-partita. Papa pesca abilmente Laezza, che vede il movimento di Cantoro, la sua deviazione sottomisura è decisiva. Il Pisa si rilassa e da qui in poi lascerà spazio al Pontedera che per tutta la partita andrà alla caccia del pareggio. Al 33’ ci prova subito l’atteso Arrighini, che riceve l’assist da Rosati. Il suo sinistro è deviato da Lanni in angolo. Dieci minuti dopo ancora Arrighini si muove in mezzo a due avversari e lascia partire un grandissimo destro sotto la traversa. Lanni deve superarsi per evitare il gol del pareggio granata. Al 46’ si chiude la prima frazione di gioco con l’uno-due tra Arrighini e Checci. Stavolta Arrighini si infrange contro la difesa pisana. Nella ripresa il Pontedera parte subito benissimo con Rosati che prende palla e va al tiro, ma la conclusione finisce alta. Pochi minuti dopo Bonamici raccoglie da una deviazione un pallone e calcia al volo, la palla finisce a lato. Al 23’ Arrighini per la quarta volta impegna Lanni che si supera nuovamente. Grintoso il numero 9 del Pontedera che avrebbe meritato il gol. Al 27’ l’ultima vera azione di gara. Carparelli coglie la traversa su calcio di punizione. Non c’è altro da dire su questa partita, c’è solo spazio per la festa.

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!