Pisa - Frosinone 0-0 PDF Stampa E-mail

Domenica 18 maggio 2014 – Lega Pro, Prima Divisione, semifinale d’andata

Pisa – Frosinone 0-0

Pisa: Provedel, Pellegrini, Sabato, Mingazzini (24’ s.t. Sampietro), Rozzio (28’ s.t. Kosnic), Goldaniga, Mannini, Favasuli, Arma (45’ s.t. Forte), Napoli, Parfait. All. Menichini
Frosinone: Zappino, Ciofani M., Crivello, Gori (23’ s.t. Gessa), Blanchard, Biasi, Frara, Gucher, Ciofani D., Paganini, Curiale (39’ s.t. Carlini). All. Stellone.
Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore
Ammoniti: Sabato, Arma, Gucher, Crivello, Sampietro
Note:  7727 spettatori presenti
Recupero: 0 p.t. /  5’ s.t.

PISA – E’ tempo di sognare. Il Pisa, dopo la vittoria del quarto di finale contro l’Aquila, affronta l’avversario più duro, il Frosinone, giunto al secondo posto in classifica e con gran voglia di tornare in serie B. I nerazzurri di Menichini si affidano al bomber Arma, capace di segnare nel corso della stagione 15 reti, unico nerazzurro ad approdare in doppia cifra. Il Pisa non batte il Frosinone dalla doppia vittoria della scorsa stagione. Nei precedenti di quest’anno un pareggio interno per 1-1 e la sconfitta al Matusa per 1-0. Ma i playoff sono tutta un’altra musica.

PRIMO TEMPO – Il Pisa inizia subito in attacco, guadagnando un corner e metri in avanti. La prima occasione per i nerazzurri è all’8’ quando un lungo lancio di Sabato trova Mannini in posizione regolare. Il giocatore del Pisa vede Zappino fuori dai pali, ma sbaglia il pallonetto che viene neutralizzato dal portiere. Al 19’ occasionissima per il Frosinone. La palla arriva a Ciofani che lascia scorrere il pallone con una girata mandando a vuoto Goldaniga, ma trovandosi a tu per tu col portiere calcia incredibilmente fuori. Al 30’ l’occasione è per il Pisa. Uno scambio volante tra Mannini e Arma porta Mannini a mettere in mezzo la sfera, ma Crivello riesce a evitare il gol. Il Frosinone cresce di intensità e si rende pericoloso in un paio di occasioni tra il 35’ e il 40’, la più pericolosa con Gucher che costringe Provedel a mettere in angolo. Non accade più niente e l’arbitro fischia la fine del primo tempo senza concedere recupero.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia come era iniziato il primo tempo, ovvero col Pisa in avanti. Su calcio d’angolo al 5’ i nerazzurri si rendono pericolosi con un doppio rimpallo su Arma che per poco non mette Mannini nelle condizioni di segnare. Grosso rischio al 7’ quando Provedel regala palla a Ciofani che non sfrutta l’occasione. Su capovolgimento di fronte prima Arma e poi Parfait tentano la via del gol, ma la palla termine alta. I ritmi sono sicuramente più elevati di quelli del primo tempo. Un minuto dopo Arma da posizione defilata scaglia una bomba impressionante e Zappino manga in angolo con un prodigioso intervento. Al 18’ Napoli, servito su rimessa laterale, calcia a botta sicura, a la palla viene deviata in angolo da un difensore. Il Frosinone si rifà vivo al 23’ con una grande conclusione di Paganini che sfiora il palo alla destra di Provedel e termina fuori. La gara inizia a trascinarsi stancamente verso la fine. Un lampo del Pisa al 38’ con Napoli, che illumina per Mannini che a sua volta colpisce l’esterno della rete, scuote il torpore di una giornata afosa. Dopo 5 minuti di recupero la gara termina sullo 0-0 e l’appuntamento è rimandato a domenica prossima al Matusa.

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!