1982-83 - Serie A PDF Stampa E-mail

Dopo la trionfale promozione della stagione precedente, il Pisa si ritrova finalmente in Serie A, a rivaleggiare nel torneo più bello del mondo. Durante l'estate Anconetane organizza varie amichevoli, tra cui una con l'Arabia Saudita (battuta per 2 a 1) e una contro il Lyngby (finita 1 a 1). Da quest'ultima amichevole, il presidente decide di comprare il danese Klaus Berggreen, già nel giro della nazionale con 5 presenze e 1 gol all'attivo. Anconetani fa comprare anche dall'Uruguay, Jorge Caraballo, un giocatore che sarebbe dovuto essere il pezzo forte della campagna acquisti ma che si è rivelato con l'andare del tempo il più grande flop del calcio italiano. 7 le sue presenze in campionato senza gol all'attivo, e anche in Coppa Italia non ha fatto una bella figura, sbagliando un rigore contro il Bologna. Insomma, "mejo perdello he trovallo" come cita un famoso detto coniato per l'occasione. Il danese invece si rivela il migliore della squadra, andando a segno 8 volte e rivelandosi ben più di una punta. Alla fine della stagione, un gruppo compatto venuto dall'ottimo campionato dell'anno prima unito a qualche acquisto utile porta dapprima al primo posto dopo quattro giornate, e poi all'undicesimo posto finale, il miglior risultato in Serie A di tutta l'era Anconetani.

Di seguito potete vedere i video e i tabellini delle partite dell'82-83:

12 Settembre 1982 - 1. giornata CESENA-PISA 0-0

CESENA: Recchi, Benedetti, Piraccini, Buriani, Mei (76' Oddi), Ceccarelli, Filippi, Moro (83' Gabriele), Schachner, Genzano, Garlini. All. Bolchi.
PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen (70' Birigozzi), Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco.AII.Vinicio. Arbitro: Magni di Bergamo

Alla prima uscita stagionale di serie A il Pisa ottiene subito un pareggio.

19 settembre 1982 - 2. giornata PISA-NAPOLI 2-0 (1-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale (83' Caraballo), Sorbi, Occhipinti, Todesco (71' Birigozzi). All. Vinicio.
NAPOLI: Castellini, Bruscolotti, Ferrario, Marino (46' Amodio), Krol, Celestini"(63' Capone), Vinazzani, Dal Fiume, Diaz, Criscimanni, Pellegrini.AII. Giacomini. Arbitro: Paparesta di Bari. Rete: 30' e 70' rig. Casale.

Grande prova del Pisa che trascinato dal pubblico di casa è instancabile per tutta la partita. Al 29' Casale conquista un pallone e si invola in area segnando la rete del vantaggio. Nel secondo tempo Todesco viene atterrato in area. Sul dischetto Casale trasforma e dà la prima vittoria ai nerazzurri.

26 settembre (982 - 3. giornata ASCOLI-PISA2-2(2-1)

ASCOLI: Brini, Menichini, Boldini, De Vecchi,Gasparini, Nicolini, Novellino (68'
Trevisanello), Carotti, Pircher (46' Scorsa),Greco, Monelli.All. Mazzone. PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti (14' Massimi), Gozzoli, Birigozzi, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco.All.Vinicio. Arbitro:Altobelli di Roma. Reti: 6' De Vecchi, 12' Monelli, 21' Todesco, 68' Birigozzi.

Al "Del Luca" di Ascoli il Pisa va in apnea per il primo quarto d'ora lasciando troppo spazio agli ospiti che lo trafiggono due volte. La squadra di Vinicio supera lo sbandamento iniziale e da quel momento fa la partita; al 21' infatti Sorbi trova Todesco che tira di prima intenzione battendo il portiere e accorciando le distanze. Per il pareggio si deve aspettare il secondo tempo con un'incornata di Birigozzi.

3 ottobre 1982 - 4. giornata PISA-SAMPDORIA 3-2 (2-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva (68' Massimi), Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco (74' Ugolotti).All. Vinicio. SAMPDORIA: Bistazzoni, Ferroni, Pellegrini, Casagrande, Guerrini, Bonetti, Scanziani, Bellotto (64' Rosi), Chiorri, Maggiora, Mancini.AII. Ulivieri. Arbitro: Benedetti di Roma. Reti: 1' Todesco, 32' Berggreen, 73'Scanziani, 80' Berggreen, 90' rig. Mancini.

La quarta giornata vede di scena lo scontro tra la capolista e la seconda in classifica. L'accesissima rivalità tra le due tifoserie causa scontri fin dalla mattinata; in campo invece la gara è spettacolare. I giocatori nerazzurri corrono a tutto campo fin dall'inizio e proprio al 1' minuto Todesco, sugli sviluppi di un calcio d'angolo scaglia un grande sinistro da fuori area che termina in rete. Il Pisa triangola e crea spettacolo e al 32' Berggreen come un falco raccoglie un pallone che era terminato sul palo mettendolo in rete. E' delirio sugli spalti. Il secondo tempo è più blando del primo ma quando Scanziani accorcia le distanze, i nerazzurri tornano a premere, e all'80' Berggreen firma la sua prima doppietta in serie A. Nulla può la Sampdoria e a niente serve il rigore trasformato da Mancini al 90'. Pisa vincitore e primo in classifica.

10 ottobre 1982 - 5. giornata CAGLIARI-PISA 1-1 (1-0)


CAGLIARI: Malizia, Lamagni, Azzali, Restelli, Bogoni (31' De Simone), Loi, Mazzarri (59' Quagliozzi), Uribe, Piras, A. Marchetti, M. Marchetti.All. Giagnoni. PISA: Mannini, Secondini, Riva (88' Massimi), Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco (46' Ugolotti).All. Vinicio. Arbitro: Ballerini di La Spezia. Reti: 23' Azzali, 83' Berggreen.

A Cagliari il Pisa pareggia 1 a 1 dopo essere andato in svantaggio nel primo tempo. A una rete di Azzali risponde Berggreen all'83' minuto.

17 ottobre 1982 - 6. giornato PISA-VERONA 0-1 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini (80' Pozza), Massimi, Riva, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco (63' Ugolotti). All. Vinicio.
VERONA: Garella, Oddi, Marangon, Volpati, Spinosi, Tricella, Fanna (87' Gibellini), Sacchetti, Di Gennaro, Dirceu, Penzo. All. Bagnoli. Arbitro: Lanese di Messina. Rete: 65' Penzo.

Dopo 5 giornate, alla sesta il Pisa perde la prima partita della stagione e il primato. Il rammarico è di aver perso con un gol dubbio di Penzo su sospetto fuorigioco.

24 ottobre 1982 - 7. giornata PISA-INTER 1-1 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva (70' Massimi), Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen (70' Birigozzi), Casale, Sorbi, Occhipinti, Ugolotti. All.Vinicio. INTER: Bordon, Bergomi, Ferri, Oriali, Collovati, Marini, Bagni, Sabato (40' Bini), Altobelli, Beccalossi (90' Juary), Bergamaschi. All. Marchesi. Arbitro: Fieri di Geneva. Reti: 69' Berggreen, 82' Bagni.

Con un terreno reso melmoso dal fango e che annulla i reali valori delle due squadre, il Pisa esce imbattuto dalla battaglia casalinga contro l'Inter. Le reti tutte nel secondo tempo, quando Berggreen da vera punta di diamante sigla il vantaggio al 69' e quando l'Inter alla fine trova il pareggio con Bagni che segna un'altra rete molto discussa dopo quella del Verona.

31 ottobre 1982 - 8. giornata ROMA-PISA 3-1 (0-1)

ROMA: Tancredi, Nela (76' lorio), Vierchowod, Righetti, Falcao, Maldera,
Ancelotti, Prohaska, Pruzzo, Di Bartolomei, Conti (87' Chierico).AII. Liedholm. PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco. All. Vinicio. Arbitro: Barbaresco di Cormons. Reti: 26' Todesco, 76' rig e 81'Pruzzo, 85' Maldera.

Sembra un'altra giornata campale per la squadra di Anconetani che passa in vantaggio dopo quasi mezz'ora e tiene il risultato per buona parte del secondo tempo resistendo all'offensiva giallorossa. Quando ormai l'impresa è nell'area, al 75' Occhipinti mette giù ingenuamente in area di rigore Maldera. Il rigore viene trasformato da Pruzzo che pareggia i conti. A questo punto il Pisa molla gli ormeggi e la Roma prima passa in vantaggio sempre con Pruzzo, poi  minuti più tardi chiude i conti con un gol di Maldera.

7 novembre 1982 - 9. giornata JUVENTUS-PISA 3-2 (3-1)

JUVENTUS: Zoff, Bonini, Prandelli (60' Storgato), Furino, Gentile, Scirea, Bettega, Tardelli, Rossi, Platini, Boniek.All.Trapattoni. PISA: Mannini, Secondini, Riva (60' Pozza), Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale,
Caraballo, Occhipinti,Todesco (60' Ugolotti). All.Vinicio. Arbitro: Paparesta di Bari. Reti: 17' Platini, 21' rig. Rossi, 33' Berggreen, 38' Bettega, 61' Ugolotti.

A Torino il Pisa cozza subito con un Platini in giornata di grazia, che con una azione trascinante porta in vantaggio i bianconeri. al 21' Rossi segna il raddoppio su un calcio di rigore scaturito da un precedente fallo su Boniek. Al 33' però il Pisa risponde con una azione di Berggreen che marca l'area di rigore come suo territorio e segna un gran gol. Pochi minuti dopo però Bettega realizza la rete del 3 a 1 e nulla serve la successiva segnatura di Ugolotti su un precisissimo colpo di testa.

21 novembre 1982 - 10. giornata PISA-CATANZARO 0-0

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Caraballo,Todesco (46' Ugolotti). All.Vinicio. CATANZARO: Zaninelli, Sabadini, Cuttone, Boscolo, Santarini, Cavasin (90' Salvador!), Bacchin, Ermini, Musella (67' Pesce), De Agostini, Bivi. All. Pace. Arbitro: Pairetto di Torino.

Cronaca non disponibile.

28 novembre 1982 - 11. giornata UDINESE-PISA 1-1 (0-0)

UDINESE: Corti, Galparoli (60' Chiarenza), Tesser, Gerolin, Edinho, Cattaneo, Causio, Orazi (39' Mauro), Pulici, Surjak, Miano. All. Ferrari. PISA: Mannini, Secondini, Riva (89' Pozza), Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen (70' Ugolotti), Casale, Sorbi, Occhipinti, Todesco. All.Vinicio. Arbitro:Vitali di Bologna. Reti: 53' rig. Casale, 56' Surjak.

Bella prestazione fuori casa del Pisa. Nel secondo tempo, dopo un'azione rocambolesca, i nerazzurri ottengono un rigore trasformato da Casale. Pochi minuti dopo però l'Udinese trova il pareggio con una stratosferica punizione di Surjak.

12 dicembre (982 - 12. giornata PISA-AVELLINO 2-0 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco. All. Vinicio. AVELLINO: Tacconi, Osti, Ferrrari, Schiavi, Favero, Albiero (74' Bergossi), Centi, Tagliaferri, Barbadillo, Vignola, Skov (49' Limido).All.Veneranda. Arbitro: Magni di Bergamo. Reti: 62' Garuti, 73' Berggreen.

Dopo 6 gare senza vittorie il Pisa torna al successo contro l'Avellino. Sotto la pioggia due colpi di testa, uno di Garuti e uno di Berggreeen, regalano il successo ai padroni di casa.

19 dicembre 1982 - 13. giornata GENOA-PISA 1-0 (1-0)

GENOA: Martina, Romano, Testoni, Conti, Gentile, Faccenda, Benedetti, Peters, Antonelli (66' Fiorini), lachini, Briaschi (85' Somma).All. Simoni.
PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti,Todesco. All. Vinicio. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Rete: 17' aut. Garuti.

Gara equilibrata tra le due compagini. Purtroppo Garuti al 17' nel tentativo di mandare un pallone in angolo lo infila nella propria porta e questo è il gol decisivo. Importante evento è la nascita del gemellaggio tra le due tifoserie, che perdurerà a lungo negli anni, risultando il più duraturo tra i gemellaggi del Pisa.

2 gennaio (983 - 14. giornata PISA-TORINO 0-1 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Pozza, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale (62' Caraballo), Sorbi, Occhipinti,Todesco (62' Birigozzi). All. Vinicio.
TORINO: Terraneo, Van de Korput, Corradini, Ferri (37' Salvador!), Danova,
Galbiati.Torrisi (72' Rossi), Dossena, Selvaggi, Hernandez, Borghi. All. Bersellini (in panchina Pezzotti). Arbitro: Benedetti di Roma. Rete: 80' Selvaggi.

Gara noiosa e senza sussulti che sarebbe potuta terminare 0 a 0. All'80' minuto però una grande azione di Selvaggi (attaccante di riserva della nazionale campione del mondo) crea scompiglio nella difesa pisana e porta alla rete decisiva.

9 gennaio 1983 - 15. giornata FIORENTINA-PISA 2-1 (1-0)

FIORENTINA: Galli, Cuccureddu, Contralto, Sala, Pin, Passarella, Bertoni (81' Rossi), Manzo, Graziani, Antognoni, Massaro (88' Bellini).All.DeSisti.
PISA: Mannini, Secondini (82' Caraballo), Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Occhipinti, Birigozzi (41' Ugolotti).All.Vinicio.
Arbitro: Ballerini di La Spezia. Reti: 44' Passarella, 47' rig. Antognoni, 54'
Ugolotti.

Il primo derby di Serie A tra Fiorentina e Pisa non tradisce le attese. Da qui nasce una rivalità accesissima tra le tifoserie che nella scala degli odi supera addirittura quella storica con i livornesi. Per la cronaca la partita finisce 2 a 1 in favore dei viola con una rete su punizione di Passarella e un rigore di Antognoni. Nulla può lo splendido gol di Ugolotti che sembra segnare solo gol d'autore.

16 gennaio 1983 - 16. giornata PISA-CESENA 1-0 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi (88' Pozza), Occhipinti (46' Massimi), Ugolotti.All. Vinicio. CESENA: Recchi, Benedetti, Arrigoni (82' Rossi), Piraccini, Mei, Ceccarelli, Gabriele,
Buriani, Scachner, Genzano, Garlini All.Bolchi. Arbitro: Magni di Bergamo.
Rete: 77' Berggreen

Alla prima giornata di ritorno una spettacolare prova di Berggreen e di Mannini porta la squadra allenata da Vinicio alla vittoria. Il danese segna e il portiere compie grandi parate. 1 a 0 finale e classifica meno sofferente.

23 gennaio 1983 - 17. giornata NAPOLI-PISA 2-1 (1-0)

NAPOLI: Castellini, Marino, Citterio, Ferrario, Krol, Celestini, Vagheggi (90' Amodio), Dal Flume, Criscimanni (82' lacobellij.Vinazzani, Pellegrini.AII. Pesaola, PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Caraballo, Berggreen, Casale (30' Mariani), Sorbi, Occhipinti, Ugolotti. All. Vinicio.
Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 8' rig. Ferrarrio, 47' Pellegrini, 67' rig. Ugolotti.

Al San Paolo il Napoli è di un altro pianeta. Il Pisa rischia più volte di capitolare e dopo le due reti dei partenopei, è Ugolotti a segnare con un bel calcio di rigore la rete della bandiera.

30 gennaio 1983 - 18. giornata PISA-ASCOLI 2-1 (0-0)

PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale (86' Massimi), Ugolotti, Mariani, Todesco. All. Vinicio. ASCOLI: Brini, Menichini, Anzivino, Scorsa, Gasparini, Nicolini, Novellino, De Vecchi,
Monelli (80' Zahoui), Greco.Trevisanello (58' Carotti).All. Mazzone. Arbitro: Pairetto di Torino. Reti: 53' aut Gasparini, 73' Carotti, 84' Riva.

Contro l'Ascoli è un'altra storia. Capitan Gozzoli realizza la rete del vantaggio, poi pareggia Carotti per l'Ascoli, ma quasi sul finire della gara, è Mariano Riva con uno splendido gol da fuori area a regalare la vittoria e a fare esplodere l'Arena Garibaldi.

6 febbraio 1983 - 19. giornata SAMPDORIA-PISA 1-0 (1-0)

SAMPDORIA: Conti, Ferroni, Pellegrini, Casagrande, Guerrini, Bonetti, Bellotto, Scanziani, Chiorri (65' Zanone), Brady, Mancini (86' Maggiora).AII. Ulivieri. PISA: Mannini, Secondini, Riva, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Mariani, Occhipinti (61' Sorbi), Ugolotti (75' Todesco).All.Vinicio. Arbitro:Vitali di Bologna. Rete: 10' Brady.

La gara di ritorno contro la Sampdoria viene decisa da un gol di Brady,, dopo un'azione in solitaria, al 10' del primo tempo.

20 febbraio 1983 - 20. giornata PISA-CAGLIARI 0-0

PISA: Mannini, Massimi, Riva, Occhipinti, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi, Mariani, Birigozzi (68'Todesco). All.Vinicio. CAGLIARI: Malizia, Lamagni, Azzali, Restelli, Bogoni.Vavassori, Quagliozzi (70' Rovellini), Poll, Piras.A. Marchetti, Pileggi.All. Giagnoni. Arbitro: Menegali di Roma.

Cronaca e video non disponibili

27 febbraio 1983 - 21. giornata VERONA-PISA 2-1 (1-0)

VERONA: Garella, Oddi, Manueli (86' Fedele), Volpati, Spinosi, Tricella, Fanna, Sacchetti, Di Gennaro (89' Sella), Dirceu, Penzo.AII. Bagnoli. PISA: Mannini, Secondini, Pozza, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Sorbi (46' Todesco), Occhipinti, Mariani. All.Vinicio. Arbitro: Angelelli diTerni. Reti: 19' Penzo, 65' Fanna, 79' rig. Casale.

Una gara molto combattuta tra le due compagini che divertono dando spettacolo. Il Pisa è sfortunato e nonostante una gara equilibrata perde l'incontro per 2 a 1.

6 marzo 1983 - 22. giornata INTER-PISA 0-1 (0-0)

INTER: Bordon, Bergomi, Baresi, Marini, Collovati, Bini (18' Sabato), Bagni, Miiller,
Altobelli, Beccalossi, Bergamaschi (79' Juary). All. Marchesi. PISA: Mannini, Secondini, Massimi, Vianello, Pozza, Riva, Berggreen (81' Caraballo), Mariani, Sorbi, Casale.Todesco (88' Ugolotti). All.Vinicio. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa. Rete: 72' aut. Marini

Vittoria importantissima e prestigiosa per il Pisa in maglia gialla che va a segno con una rete caotica su autogol di Marini, scaturito da una conclusione di Todesco al 72'. La vittoria permette ai nerazzurri di rifiatare in classifica.

13 marzo 1983 - 23 giornata PISA-ROMA 1-2 (0-1)

PISA: Mannini, Secondini (16' Garuti), Massimi, Vianello, Pozza, Mariani, Berggreen,
Occhipinti, Sorbi, Casale, Todesco (73' Birigozzi). All. Vinicio. ROMA: Tancredi, Nela, Vierchowod, Ancelotti, Falcao, Maldera, Chierico, Prohaska, lorio (88' Faccini), Di Bartolomei,
Conti. All. Liedholm. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Reti: 13' Falcao, 60' Di Bartolomei, 64'
Berggreen.

Anche il ritorno è ostico contro la Roma. Il Pisa all'inizio soffre un po' e paga subendo la rete di Falcao al 13'. Successivamente è sfortunato nel secondo tempo a subire la rete del 2 a 0 nel suo momento migliore. al 64' è Berggreen che segna il gol del 2 a 1 aumentando il rammarico per l'esito dell'incontro.

20 marzo I983 - 24. giornata PISA-JUVENTUS 0-0

PISA: Mannini, Pozza, Massimi, Vianello, Garuti, Mariani, Berggreen, Casale, Sorbi (89' Gozzoli), Occhipinti,Todesco (40' Birigozzi). All.Vinicio.
JUVENTUS: Zoff, Bonini, Cabrini, Furino, Gentile, Scirea, Bettega.Tardelli, Rossi, Platini, Boniek (65' Marocchino).AII.Trapattoni. Arbitro: D'Elia di Salerno.

Cronaca e video non disponibili.

27 marzo 1983 -25. giornata CATANZARO-PISA 0-2 (0-1)

CATANZARO: Bertolini, Pesce, Cavasin, Conca (62' Musella),Venturing Peccenini, Bivi
(46'Trombetta), Braglia, Mariani, DeAgostini, Bacchin.All. Leotta. PISA: Mannini, Secondini (22' Riva), Massimi, Vianello, Pozza, Gozzoli, Berggreen, Casale, Mariani, Occhipinti, Todesco (65' Birigozzi). All.Vinicio. Arbitro:Vitali di Bologna. Reti: 28' Mariani, 69' Casale.

Col Catanzaro ultimo in classifica il Pisa non ha problemi a portare a casa la posta in gioco, andando a segno due volte, una nel primo tempo al 28' con Mariani, e successivamente con Casale al 69'.

10 aprile 1983 -26. giornata PISA-UDINESE 0-0

PISA: Mannini, Pozza, Massimi, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Casale, Mariani,
Occhipinti,Todesco. All. Vinicio. UDINESE: Corti, Galparoli, Tesser, Gerolin, Edinho, Cattaneo, Causio, Chiarenza, Mauro (88' Orazi),Miano,Virdis (77' De Giorgis).All.Ferrari. Arbitro: Menegali di Roma.

Cronaca e video non disponibili.

24 aprile 1983 - 27. giornata AVELLINO-PISA 1-0 (1-0)

AVELLINO: Tacconi, Osti, Ferrari, Schiavi, Favero, Di Somma, Centi, Tagliaferri (73' Vailati), Bergossi (84' Cascione), Vignola, Barbadillo. All.Veneranda. PISA: Mannini, Pozza, Massimi, Vianello, Garuti, Gozzoli (73' Birigozzi), Berggreen, Casale, Mariani, Occhipinti (46' Sorbi),
Todesco. All. Vinicio. Arbitro: Barbaresco di Cormons. Rete: 25'Vignola.

Dopo tre risultati utili il Pisa deve cedere contro l'Avellino. Il gol è di Vignola, nel primo tempo, su azione.

1 maggio 1983 - 28 giornata PISA-GENOA 0-0

PISA: Mannini, Secondini, Riva,Vianello, Garuti (61' Birigozzi). Mariani. Berggreen, Casale,
Sorbi, Occhipinti, Todesco. All. Vinicio. GENOA: Martina, Faccenda, Testoni, Corti,
Onofri, Benedetti, Viola (88' Fiorini), Peters, Antonelli (60' Chiodini), lachini, Briaschi. All.
Simoni.

Cronaca e video non disponibili.

8 maggio 1983 - 29. giornata TORINO-PISA 0-2 (0-0)

TORINO: Terraneo, Corradini (69' Salvadori), Beruatto, Ferri, Danova, Galbiati, Torrisi (56' Comi), Dossena, Selvaggi, Hernandez, Borghi. All. Bersellini. PISA: Mannini, Secondini, Massimi, Vianello, Garuti, Gozzoli (61' Pozza), Berggreen (58' Birigozzi), Occhipinti, Sorbi, Casale.Todesco. All.Vinicio. Arbitro: Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 59'Todesco, 69' Sorbi.

A Torino, risultato storico per la squadra di Anconetani, che al Comunale, con 7000 tifosi al seguito, ottengono una insperata vittoria in trasferta e la matematica salvezza combinata con gli altri risultati di giornata. Le reti sono avvenute nel secondo tempo nel quale Todesco e Sorbi hanno affondato la corazzata granata.

DAL TIRRENO del 9 MAGGIO 1983: TORINO - Poco prima della fine del primo tempo la curva Filadelfia è esplosa in un boato. Le radioline annunciavano che il Cesena era passato in vantaggio sull'Ascoli e per i nerazzurri, quel risultato significava <<mezza salvezza>>. Bisognava tener duro, costringere il Torino a non venire avanti, portare fino in fondo il pareggio. Vianello ha guardato la panchina per avere la conferma e Vinicio ha fatto un cenno rassicurante con il capo. Il giocatore è poi andato a dare la carica ai compagni, ha stretto i pugni e proteso le braccia. Doveva essere il segno premonitore di quel che sarebbe avvenuto nel secondo tempo. Riservato, proprio all'inizio della ripresa, il minuto di raccoglimento per la morte del Presidente del senato Tommaso Morlino, il Pisa si è scatenato. E' andato a segno Todesco, poteva raddoppiare Birigozzi, ha messo al sicuro il risultato Sorbi, Tutto nel giro di dieci minuti, dal 14' al 24'. Roba da far saltare le coronarie di Romeo Anconetani, che era andato a vedere la partita in curva, insieme ai tifosi. Il presidente ha accusato anche un leggero malore, si è accasciato al suolo, ma si è ripreso subito. Tornata la squadra negli spogliatoi, fra un abbraccio e una pacca sulle spalle, è arrivato anche Romeo Anconetani. E' stato sballottato da una parte all'altra dai giocatori, ma appena ha raggiunto la panca si è messo a sedere, esausto, attaccandosi al bottiglione di spumante che in precedenza i giocatori avevano abbondantemente versato addosso a tutti. "Voglio qui, accanto a me, Vinicio" ha detto Anconetani e mentre l'allenatore si avvicinava al suo fianco, ha tirato fuori il libretto degli assegni e ha staccato uno da 370 milioni, il premio salvezza, che dopo il pareggio di domenica scorsa era stato raddoppiato. Vianello si è messo a urlare pazzo di gioia: "Stasera non dormo...". Casale, che intanto aveva fraternizzato con un carabiniere napoletano, nella calca si è perfino fatto male alla tibia, contusa in uno scontro durante la partita e si è dovuto distendere nuovamente sul lettino dei massaggi. Vinicio è uscito con una battuta di spirito: "Adesso ragazzi tutti in ritiro...". La risata generale è stata interrotta da Romeo, che finalmente aveva ripreso fiato e un colorito meno paonazzo: "Dobbiamo andare a salutare gli amici di Santa Vittoria. Glielo avevo promesso e se non lo facciamo è un grosso spregio". I giornalisti torinesi sono sbalorditi, ma ormai Romeo è di nuovo in grande forma. Avviandosi alla porta il presidente nerazzurro stampa baci sulle guance di tutti. Poi si cala subito nei panni di manager: "Adesso voglio fare una squadra forte, fortissima, perchè non voglio più soffrire in questo modo...". Poi Anconetani si ricorda che c'è ancora un impegno da onorare, il derby con la Fiorentina: "Sarà una bella partita e sarà dura anche per loro". Fuori dallo stadio c'è solo un manipolo di tifosi. Gli altri hanno già raggiunto i due treni speciali. La loro festa, cominciata a Torino, è continuata a Pisa.

Articolo di Giuliano Fontani

15 maggio 1983 - 30.giornata PISA-FIORENTINA 0-0

PISA: Mannini, Secondini, Massimi, Vianello, Garuti, Gozzoli, Berggreen, Occhipinti (46' Riva), Sorbi, Casale, Todesco (28' Birigozzi). All.Vinicio. FIORENTINA: Galli, Contratto, Carobbi, Miani, Ferroni, Cuccureddu, D. Bertoni (55' A. Bertoni), ,Pecci (46' Manzo), Graziani, Antognoni, Massaro.AII. De Sisti. Arbitro: Altobelli di Roma.

La partita di ritorno tra Pisa e Fiorentina in campo non presenta molte emozioni. Sugli spalti invece i pisani vogliono restituire ciò che è accaduto all'andata, nella quale i pisani erano stati aggrediti (fu aggredita una famiglia di tre persone alla fermata dell'autobus). accade così che a fine derby i tifosi cantano "il derby comincia adesso" e si riversano sul campo tentando di raggiungere la curva sud. Per tutto il tragitto del treno dei fiorentini vengono tesi agguati al convoglio che giunge con ore di ritardo alla stazione di Santa Maria Novella (si dice che sia arrivato oltre la mezzanotte). Comunque sia, si chiude una stagione trionfale nella quale per la prima volta nella storia il Pisa rimane in serie A.

Ecco la formazione tipo del Pisa in quest'annata:

Ecco invece le presenze e le reti della squadra:

PISA
NOME GIOCATORE PRES. RETI
Mannini 30 0
Casale 30 5
Berggreen 29 8
Garuti 28 1
Vianello 27 0
Occhipinti 27 0
Gozzoli 26 0
Secondini 26 0
Sorbi 26 1
Todesco 26 4
Riva 24 1
Massimi 16 0
Birigozzi 14 1
Pozza 13 0
Ugolotti 13 3
Mariani 12 1
Caraballo 7 0
Allenatore: Luis Vinicio

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE A 1982/83 (blu=scudetto, rosso=retrocesse)

1 ROMA 43
2 JUVENTUS 39
3 INTER 38
4 VERONA 35
5 FIORENTINA 34
6 UDINESE 32
7 SAMPDORIA 31
8 TORINO 30
9 AVELLINO 28
10 NAPOLI 28
11 PISA 27
12 GENOA 27
13 ASCOLI 27
14 CAGLIARI 26
15 CESENA 22
16 CATANZARO 13

 


Pisa 1982-83

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Agosto 2009 23:53
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!