1983-84 - Serie A PDF Stampa E-mail

L'estate del 1983 è una estate felice per i tifosi pisani. La squadra si è appena salvata in serie a centrando quello che sarà il miglior risultato di tutta l'epoca Anconetani. Il Pisa offre ancora un bouquet ricco di gare internazionali, affronta l'Olympiakos (0-0), gli slavi del Rijeka (0-0), gli svedesi del Kalmar (2-0) e del Malmoe (1-0) centrando belle vittorie e ottime prestazioni. Gli acquisti sono di grande spessore. Il presidente si assicura addirittura la firma della scarpa d'oro Wim Kieft dall'Ajax per un miliardo di lire. Sembra che l'annata possa essere di quelle tranquille ma ci si accorge subito che qualcosa non va. Il Pisa inizia un declino stagionale che porterà la squadra al penultimo posto. Sarà per la prima volta retrocessione, dura, in serie B.

Di seguito potete vedere i video e i tabellini delle partite dell'83-84:

11 settembre 1983 - 1.giornata ROMA-PISA 2-0 (1-0)

ROMA: Tancredi, Nela, Righetti, Ancelotti, Falcao, Maldera, Conti, Cerezo, Graziani, Di Bartolomei, Vincenzi. All. Liedholm. PISA: Mannini, Secondini, Armenise, Vianello, Garuti, Azzali, Berggreeen, Occhipinti, Sorbi, Gozzoli, Kieft (70' Criscimanni).All. Pace.
Arbitro: D'Elia di Salerno.
Reti: 40' rig. Di Bartolomei, 80' Conti.

Un rigore di Di Bartolomei e un affondo di Conti trafiggono senza troppi complimenti il nuovo Pisa di Bruno Pace. Sconfitta bruciante e i giocatori corrono a vuoto. La Roma domina la partita.

18 settembre 1983-2. giornata PISA-JUVENTUS 0-0

PISA: Mannini, Longobardo, Armenise, Vianello, Garuti,Azzali, Berggreen, Occhipinti, Sorbi (89' Mariani), Gozzoli, Kieft.All. Pace. JUVENTUS: Tacconi, Caricola, Gentile, Bonini, Brio, Scirea, Penzo, Tardelli, Rossi, Platini, Boniek.All.Trapattoni. Arbitro: Longhi di Roma.

Alla prima casalinga il Pisa strappa un buon pareggio alla Juve, ma il risultato viene strappato per i capelli.

25 settembre 1983 - 3. giornata VERONA-PISA 2-0 (1-0)

VERONA: Garella, Ferroni, Marangon.Volpati (65' Storgato), Fontolan.Tricella, Fanna, (70' Di Gennaro), Sacchetti, lorio, Guidetti, Jordan. All. Bagnoli.
PISA: Mnnini, Longobardo (62' Birigozzi), Armenise.Vianello, Garuti, Azzali, Berggreen, Occhipinti, Sorbi, Gozzoli (46' Criscimanni), Kieft All. Pace. Arbitro:Vitali di Bologna. Rete:30' e 51' lorio.

Il Pisa va via da Verona con una sonora sconfitta. Gambe molli, difesa lenta e i giocatori gialloblù che trottano allegramente nella difesa pisana ad ampio raggio e libertà d'azione. Una doppietta di Iorio condanna alla seconda nerazzurri, ancora a secco col computo di reti segnate.

2 ottobre 1983 - 4. giornata PISA-GENOA 1-1 (0-1)

PISA: Mannini, Secondini, Armenise (46'Birigozzi), Vianello, Garuti, Azzali, Berggreen,
Occhipinti (75' Mariani), Sorbi, Criscimanni, Kieft.All.Pace. GENOA: Martina, Romano, Testoni, Corti, Gentile, Faccenda, Benedetti, Peters (87' Viola), Antonelli (88' Bergamaschi), Eloi, Briaschi.All. Simoni. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 18' Briaschi, 50' Berggreen.

In casa il Pisa riesce a limitare i danni contro il Genoa. Dopo una rete di Briaschi che ha avuto come complice una difesa molto distratta, il Pisa ha risposto nel secondo tempo con l'attesissima prima rete stagionale. Dopo un folgorante colpo di testa su calcio d'angolo, è Berggreen il primo marcatore stagionale a correre sotto la curva nord.

9 ottobre 1983 - 5. giornata CATANIA-PISA 2-0 (0-0)

CATANIA: Sorrentino, Ranieri, Giovannelli, Pedrinho, Mosti,Torrisi (38' Sabatini), Morra, Mastalli, Cantarutti, Luvanor, Crialesi(88' BilardiJ.AII. Di Marzio.
PISA: Mannini, Longobardo (57' Armenise), Azzali.Vianello, Garuti, Gozzoli (71' Massimi), Berggreen, Occhipinti, Criscimanni, Kieft, Sorbi. All. Pace. Arbitro: Ciulli di Roma. Rete:46' e 65' Cantarutti.

Il Pisa continua a sbagliare, e il Catania marcia alla riscossa e all'arrembaggio di una barca di disorganizzati. Dopo una prima rete imbarazzante di Cantarutti, è ancora quest'ultimo a segnare su calcio d'angolo svettando senza essere marcato. Dopo questa partita, sarà l'esonero per Pace. In panchina arriva il redivivo Vinicio.

23 ottobre 1983 - 6. giornata FIORENTINA-PISA 0-0

FIORENTINA: Galli, Pin, Contralto, Oriali, Massaro, Passarella, Bertoni, Pecci, Monelli (85' Pulici),Antognoni, lachini.AII. De Sisti. PISA: Mannini, Azzali, Massimi, Vianello,
Secondini (57' Longobardo), Gozzoli, Berggreen, Criscimanni, Sorbi, Kieft (89' Mariani), Occhipinti. All. Vinicio. Arbitro:Altobelli di Roma.

Il primo derby di stagione finisce 0 a 0.

30 ottobre 1983 - 7. giornata PISA-INTER 0-0

PISA: Mannini, Azzali, Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni, Sorbi, Kieft, Occhipinti(73' Scarnecchia).All.Vinicio. INTER: Zenga, Ferri, Bergomi, Pasinato (74' Marini), Collovati, Baresi, Bagni, Sabato, Altobelli, Beccalossi, Muller (87' Serena).AII. Radice. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa.

Altro 0 a 0 casalingo, stavolta con i più quotati avversari dell'Inter.

6 novembre 1983 - 8. giornata NAPOLI-PISA 0-0

NAPOLI: Castellini, Bruscolotti, Boldini, Ferrario (66' Delia Pietra), Krol, Dal Fiume, Celestini, Casale (57' Caffarelli), Pellegrini, Dirceu, Palanca.AII. Santin. PISA: Mannini, Azzali, Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen (63' Scarnecchia), Criscimanni (86' Giovannelli), Sorbi, Occhipinti, Birigozzi. All.Vinicio. Arbitro: Lo Bello di Siracusa.

0 a 0 tra Napoli e Pisa. E' il terzo risultato consecutivo con gli occhiali per la squadra di Vinicio, con un solo gol all'attivo.

20 novembre 1983 - 9. giornata PISA-UDINESE 1-1 (0-1)

PISA: Mannini, Azzali (46' Giovannelli), Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen,
Criscimanni, Sorbi, Kieft (46' Birigozzi), Occhipinti. All. Vinicio. UDINESE: Brini, Galparoli, Cattaneo, Gerolin, Edinho, De Agostini, Causio, Marchetti (70' Mauro), Miano, Zico.Virdis (76' Pradella).All.Ferrari. Arbitro: Casarin di Milano. Reti: 20' aut.Vianello, 53' Garuti.

Stavolta è un Pisa sfortunato quello costretto al pareggio dall'Udinese. I bianconeri infatti vanno in vantaggio solo con un autogol di Vianello. Il Pisa attacca per tutta la partita e dopo il pareggio di Garuti su colpo di testa, rimane il rammarico di un risultato che poteva essere la prima vittoria stagionale.

27 novembre 1983 - 10. giornata TORINO-PISA 2-2 (2-1)

TORINO: Terraneo, Corradini, Beruatto, Pileggi, Danova, Zaccarelli, Schachner, Caso, Selvaggi, Dossena, Hernandez.AII. Bersellini. PISA: Mannini, Azzali (60' Longobardo), Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, j'Giovannelli, Sorbi (60' Scarnecchia), 'Criscimanni, Birigozzi. All.Vinicio. Arbitro:Altobelli di Roma. Reti: 16' e 26' Schachner, 41' Birigozzi, 77' Massimi.

Il Pisa va via da Torino con soddisfazione. Dopo mezz'ora di terrore (Schachner infatti segna la doppietta del momentaneo due a zero sfruttando una difesa pisana in totale balia degli attaccanti granata), la squadra si sveglia e va in gol con una triangolazione nella quale Birigozzi trova la rete. Il gol che fissa il punteggio sul 2 a 2 lo segna Massimi, con uno spettacolare colpo di testa in tuffo che vuol dire pareggio, per la gioia dei tifosi pisani in trasferta.

4 dicembre 1983 - 11.giornata PISA-ASCOLI 0-1 (0-1)

PISA: Mannini, Longobardo (46' Occhipinti), Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Giovannelli, Sorbi (46' Kieft), Criscimanni, Birigozzi.All.Vinicio.
ASCOLI: Corti, Pochesci.Anzivino, Menichini, Bogoni, Mandorlini, Novellino, De Vecchi, Juary (88* Borghi), Greco (75' Trifunovic), Nicolini.AII. Mazzone. Arbitro: Magni di Begamo. Rete: 8' Greco.

Purtroppo il Pisa perde di nuovo, stavolta in casa, contro l'Ascoli.

11 novembre 1983 - 12. giornata PISA-SAMPDORIA 0-0

PISA: Mannini, Azzali, Massimi, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Giovannelli, Birigozzi, Criscimanni, Occhipinti.All.Vinicio. SAMPDORIA: Bordon, Guerrini, Vierchowod, Pari, Pellegrini, Renica, Zanone, Scanziani, Mancini, Brady, Casagrande. All. Ulivieri. Arbitro: Pairetto di Torino.

Cronaca non disponibile.

18 dicembre 1983 - 13. giornata AVELLINO-PISA 1-1 (0-0)

AVELLINO: Zaninelli, Osti, Vullo (61' Maiellaro), Schiavi, Favero, Lucci, Barbadillo,
Tagliaferri, Diaz, Bertoneri (3' De Napoli), Colomba. All. Bianchi.
PISA: Mannini, Azzali, Massimi, Vianello, Garuti, Armenise, Berggreen (87' Mariani),
Giovannelli, Birigozzi (74' Longobardo), Criscimanni, Sala. All.Vinicio.
Arbitro: Longhi di Roma.Reti: 46' rig. Colomba, 52' Berggreen.

Il Pisa parte affrontando questa partita in modo sbagliato. In difesa per tutto il primo tempo, alla prima azione della ripresa un giocatore dell'Avellino viene atterrato in area e Colomba trasforma dal dischetto. Fortunatamente i nerazzurri reagiscono subito, e Berggreen ha l'onere di riportare in parità la gara al 52' con una grande staffilata dal limite dell'area.

31 dicembre 1983 - 14. giornata PISA-MILAN 0-0

PISA: Mannini, Longobardo, Armenise, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Giovannelli (46' Sorbi), Birigozzi, Criscimanni, Occhipinti (80' Azzali). All.Vinicio. MILAN: Piotti, Tassotti, Evani, Tacconi, Galli, Baresi, Icardi, Battistini, Blissett, Verza, Damiani.AN. Castagner. Arbitro: Lo Bello di Siracusa.

Cronaca non disponibile.

8 gennaio 1984- 15. giornata LAZIO-PISA 0-1 (0-1)

LAZIO: Cacciatori, Delia Martira, Filisetti, Spinozzi, Batista.Vinazzani, Piga (46' Meluso), Cupini (67' Marini), D'Amico, Laudrup, Piraccini.AII. Carosi.
PISA: Mannini, Azzali, Armenise, Vianello, Gauti (86' Longobardo), Sala, Berggreen, Criscimanni, Sorbi, Mariani, Birigozzi (62' Kieft).All. Vinicio. Arbitro: Casarin di Milano. Rete: 39'Vianello.

Arriva fuori casa e all'ultima giornata di andata il primo successo del Pisa in questo campionato. Una Lazio che manca di mordente dà la possibilità al Pisa di cercare la vittoria, arrivata grazie ad un colpo di testa di Vianello sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

15 gennaio 1984 - 16. giornata PISA-ROMA 1-1 (0-1)

PISA: Mannini, Azzali (87' Occhipinti), Armenise, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni, Sorbi, Mariani, Birigozzi (46' Kieft).All. Vinicio.
ROMA: Tancredi, Nela, Bonetti, Righetti, Falcao, Maldera, Strukelj. Cerezo, Pruzzo, Di Bartolomei, Conti. All. Liedholm. Arbitro: Barbaresco di Cormons. Reti: 33' Strukelj,57' aut Bonetti.

Una partita che ha fatto divertire il pubblico. Pisa e Roma si equivalgono affondando colpi reciprocamente. Il primo a segnare è Strukelj, che dopo averci provato già una volta, al 33' trova la giocata vincente. Da qui in poi il Pisa reagisce e trova il pareggio con un sinistro di Mariani, deviato da Bonetti in rete al 57'.

22 gennaio 1984- 17. giornata JUVENTUS-PISA 3-1 (3-0)

JUVENTUS: Bodini, Gentile, Cabrini, Bonini, Brio, Scirea, Penzo (65'Vignola), Tardelli (72'Prandelli), Rossi, Platini, Boniek. All. Trapattoni.
PISA: Mannini, Longobardo, Armenise, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni,
Sorbi, Mariani, Birigozzi (46' Kieft).AII.Vinicio. Arbitro: Ballerini di La Spezia.
Reti: 12' aut. Vianello, 24' Boniek, 26' Platini, 80' Criscimanni.

La Juve appare squadra forte e organizzata e mette in solo mezzora il Pisa sotto di 3 a 0. La squadra bianconera potrebbe dilagare ma alla fine la rete della bandiera pisana arriva al'80' sugli sviluppi di un calcio a due. E' Criscimanni con un preciso e potente sinistro a fissare il risultato sul 3 a 1.

29gennaio 1984- 18. giornata PISA-VERONA 0-3 (0-2)

PISA: Mannini, Azzali, Armenise, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Mariani, Sorbi (46'
Scarnecchia), Criscimanni (21' Occhipinti). All.Vinicio. VERONA: Garella, Ferroni, Marangon.Volpati, Fontolan, Tricella, Fanna, Sacchetti (73' Zmuda), lorio, Di Gennaro, Galderisi. All. Bagnoli. Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 6' e 35' Fanna, 56' lorio.

Contro il Verona all'Arena, il Pisa perde ancora con un risultato travolgente, questa volta è 3 a 0 per i gialloblu che espugnano lo stadio pisano. Le reti tutte in meno di un'ora, con la doppietta di Fanna nel primo tempo e il sigillo di Iorio all'inizio della ripresa. La classifica è tragica.

12 febbraio 1984 - 19. giornata GENOA-PISA 0-0

GENOA: Favaro, Romano,Testoni, Faccenda, Onofri, Policano, Antonelli, Mileti, Eloi (65' Rotella), Benedetti, Briaschi. All. Simoni. PISA: Mannini, Longobardo, Azzali, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni, Sorbi (70' Occhipinti), Mariani, Scarnecchia. All. Vinicio. Arbitro: Ciulli di Roma.

Cronaca non disponibile.

19 febbraio 1984 - 20. giornata PISA-CATANIA 2-0 (0-0)

PISA: Mannini, Longobardo, Azzali, Vianello, Garuti, Sala (46' Kieft), Berggreen, Giovannelli, Mariani (73' Sorbi), Occhipinti, Scarnecchia. All. Vinicio. CATANIA: Sorrentino, Chinellato, Pedrinho, Torrisi, Mosti, Ranieri, Morra, Luvanor (50' Sabadini), Cantarutti, Bilardi (74' Crialesi), Carnevale.AII. Fabbri. Arbitro: Paparesta di Bari. Reti: 58' Berggreen, 67' Kieft.

Cronaca e video non disponibili.

26 febbraio 1984 -21. giornata PISA-FIORENTINA 1-1 (1-0)

PISA: Mannini, Longobardo, Occhipinti, Vianello, Garuti, Sala (88' Armenise), Mariani, Criscimanni, Kieft, Sorbi, Scarnecchia. All. Pace.
FIORENTINA: Galli, Pin, Contralto, Oriali, Rossi, Passarella, Bertoni (83' Pulici), Pecci, Monelli, Massaro, lachini.AII. De Sisti. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Reti: 32' rig. Kieft, 54' Monelli.

Cronaca e video non disponibili.

11 morzo 1984 - 22. giornata INTER-PISA 3-0 (1-0)

INTER: Zenga, Bergomi, Baresi, Bagni, Collovati, Marini (87' Dondoni), Miiller, Sabato, Altobelli, Beccalossi, Serena. All. Radice. PISA: Mannini, Longobardo, Azzali (70'
Armenise), Vianello, Garuti, Sala, Occhipinti, Criscimanni, Kieft, Mariani (46' Sorbi),
Scarnecchia. AH. Pace.Arbitro: Pairetto di Torino. Reti: 39' Sabato, 64' Altobelli, 87' Serena.

Dopo un breve ruolino confortante di 2 risultati positivi il Pisa ripiomba nell'anonimato, travolto dall'Inter per 3 a 0. Le reti non lasciano spazio a repliche.

18 morzo 1984 - 23. giornata PISA-NAPOLI 1-1 (0-0)

PISA: Mannini, Longobardo, Occhipinti, Vianello, Garuti (20' Massimi, 78'Armenise), Sala, Berggreen, Criscimanni, Kieft, Sorbi, Scarnecchia. All. Pace.
NAPOLI: Castellini (78' Di Fusco), Bruscolotti (53' Frappampina), Boldini, Celestini, Krol, Ferrario, Casale , Dal Fiume, Pellegrini, Dirceu, De Rosa.AII. Marchesi. Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 61' De Rosa, 79'aut. Krol.

Il Pisa si mangia le occasioni migliori con una scarpa d'oro (Kieft) veramente in una stagione deludente. Dopo due clamorosi errori dell'olandese, a sbagliare è ancora Scarnecchia e al 61' il Napoli passa in vantaggio, punendo così i giocatori pisani. Ma all'80' su un calcio d'angolo Krol devia in autogol e il Pisa riacciuffa il pareggio.

25 marzo 1984 - 24. giornata UDINESE-PISA 2-1 (1-1)

UDINESE: Brini, Galparoli, Cattaneo, Dominissini (60' Danelutti),Edinho, Pancheri,
Causio, Miano, Mauro, De Agostini.Virdis.AII. Ferrari. PISA: Mannini, Azzali, Occhipinti (53'Armenise), Vianello, Longobardo, Sala, Berggreen, Criscimanni, Sorbi (60' Kieft),
Mariani, Scarnecchia. All. Pace. Arbitro: Casarin di Milano. Reti: 28' Criscimanni, 32' rig. Edinho, 50' Causio.

Il Pisa si fa raggiungere e superare dall'Udinese. Dopo una splendida rete di Criscimanni, i bianconeri fanno il resto e rispediscono in toscana i nerazzurri con il 2 a 1 finale.

1 aprile 1984 - 25. giornata PISA-TORINO 1-1 (1-1)

PISA: Mannini, Azzali, Armenise, Vianello, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni, Kieft,
Sorbi, Scarnecchia. All. Pace. TORINO: Terraneo, Francini, Beruatto, Zaccarelli, Danova, Galbiati, Schachner, Caso, Selvaggi (76' Comi), Dossena, Ferri. All. Bersellini.
Arbitro: Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 2' Schachner, 40' Berggreen.

Cronaca non disponibile.

15 aprile 1984 - 26. giornata ASCOLI-PISA 3-2 (1-1)

ASCOLI: Muraro, Mandorlini, Citterio, Perrone, Pochesci, Anzivino (66' Borghi), Novellino, De Vecchi (78' Dell'Oglio), juary, Greco, Nicolini.AII. Mazzone. PISA: Mannini, Azzali, Armenise, Vianello, Garuti, Sala (85' Occhipinti), Berggreen, Criscimanni, Kieft, Sorbi, Mariani. All. Pace. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Reti: 42' De Vecchi, 45' rig. Kieft, 62'
Berggreen, 72' Mandorlini, 88' rig. Nicolini.

Dopo quaranta minuti di noia totale una incrursione di Juary si trasforma in un rigore inesistente per l'Ascoli. Solo la grande abilità di Alessandro Mannini tra i pali sventa la minaccia. Poco dopo è una azione confusionaria a dare la rete del vantaggio all'ascoli, con De Vecchi che si fa perdonare l'errore dal dischetto. A fine primo tempo l'arbitro assegna un altro rigore, stavolta per il Pisa. Ma Kieft riesce a segnare e a portare il risultato il parità allo scadere del primo tempo. Al 62' è ancora il Pisa a passare con un autentico capolavoro di testa di Berggreen che beffa Muraro sul secondo palo. Dieci minuti  più tardi un'altra rete capolavoro, stavolta di Mandorlini porta il risultato in parità, ma all88' dopo un errore della difesa pisana, Lo Bello assegna ancora una volta il rigore per i padroni di casa che non sbagliano con Nicolini, portandosi a casa l'intera posta per il 3 a 2 finale.

27 aprile 1984-27.giornata SAMPDORIA-PISA 1-0 (0-0)

SAMPDORIA: Bordon, Galia, Guerrini, Casagrande.Vierchowod, Renica, Marocchino (57' Mancini), Scanziani, Francis, Brady, Zanone^AII. Ulivieri. PISA: Mannini, Azzali (18' Armenise), Longobardo, Occhipinti, Garuti, Sala (75' Scarnecchia), Berggreen, Criscimanni, Kieft,Sorbi, Mariani. All. Pace. Arbitro: Mattel di Macerata. Rete: 66' Francis.

Cronaca non disponibile.

29 aprile 1984 - 28. giornata PISA-AVELLINO 1-0(0-0)

PISA: Mannini, Longobardo, Armenise, Occhipinti, Garuti, Sala, Berggreen (84' Azzali), Criscimanni, Kieft, Sorbi, Scarnecchia (55' Mariani).AII.Pace. AVELLINO: Paradisi, Osti, Vullo (63' Bertoneri), De Napoli, Favero, Di Somma (81' Schiavi), Barbadillo, Tagliaferri, Diaz, Colomba, Limido.AII. Bianchi. Arbitro: Barbaresco di Cormons. Rete: 51' Berggreen.

Cronaca non disponibile.

6 maggio 1984 - 29. giornata MILAN-PISA 2-1 (1-1)

MILAN: Piotti, Tassotti, Evani, Spinosi (46' Cimmino), Galli, Baresi, Carotti (84'Tacconi), Battistini, Blissett,Verza, Damiani. All. Galbiati. PISA: Mannini, Longobardo (71' Birigozzi), Azzali, Occhipinti, Garuti, Sala, Berggreen, Criscimanni, Kieft, Sorbi (59' Armenise), Mariani. All. Pace.
Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 4' Criscimanni, 7' Damiani, 66' Blissett.

Nonostante una trasferta molto importante il Pisa perde a Milano dicendo addio alla serie A. A illudere la tifoseria è una rete al 4' di Criscimanni, ma una risposta immediata di Damiani e il gol del definitivo 2 a 1 di Blissett trasformano in incubo la trasferta pisana.

13 maggio 1984 - 30. giornata PISA-LAZIO 2-2 (0-1)

PISA: Mannini, Longobardo, Azzali, Garuti,Dianda, Armenise (82' Gori), Berggreen,
Criscimanni, Birigozzi, Sorbi, Mariani. All.Pace. LAZIO: Orsi (88' Cacciatori), Podavini,
Filisetti, Piscedda, Batista, Vinazzani, Cupini (87' Piga), Manfredonia, Giordano, Laudrup,
D'Amico.AII. Carosi, Arbitro: D'Elia di Salerno. Reti: IT Giordano, 47' Berggreen, 67' rig.
Giordano, 90' Mariani.

L'ultima in casa è la passerella della Lazio che pareggia 2 a 2 e si salva a scapito del Pisa. Ma il fattaccio è rappresentato dalla presenza a Pisa di 10000 tifosi laziali. Per capire cosa è successo ecco un brano tratto dal volume "RANGERS: Siamo pisani, batteteci le mani" che narra di questa situazione:

"L'ultima domenica vedeva a Pisa la Lazio di Chinaglia in una partita salvezza; Romeo in questa occasione fece una cosa che lascerà poi il segno per sempre tra la società e la curva, anche se col tempo si sarebbe stemperata; vista la matematica retrocessione dei Pisa inviò a Roma i biglietti per 3/4 dello stadio ed anche una parte della Nord, permettendo così ai laziali di entrare nella nostra curva. Nonostante la conseguente invasione biancoazzurra nuclei di Ultras nostani pattugliarono la città cercando di mettere in riga i laziali che avevano atteggiamenti eccessivi; mentre la curva fu presidiata da un manipolo di gente non altissimo come numero, ma di grande determinazione unica, fronteggiando anche fisicamente la stragrande maggioranza degli avversari; il massimo della tensione si ebbe quando una bandiera nerazzurra fu rimossa da uno dei pennoni e sostituita con una biancoazzurra. A tale affronto la tensione fu immediata, mentre uno di noi arrampicandosi sul pennone strappava la bandiera laziale che aveva usurpato  il posto di quella pisana, gli altri coprivano le spalle dalla reazione dei romani arrivando a fare il vuoto sulle gradinate quando non fu possibile fare altro. La partita che finì con la salvezza della Lazio vide un epilogo rissoso dietro la nord dove uscendo, i pisani si trovarono di fronte alcuni colleghi biancazzurri; con questa partita si chiude il campionato del Pisa, mentre Romeo alla televisione e ai giornali promette un pronto riscatto (e così sarà)."

Ecco la formazione tipo del Pisa in quest'annata:

Ecco invece le presenze e le reti della squadra:

PISA
NOME GIOCATORE PRES. RETI
Mannini 30 0
Garuti 28 1
Berggreen 28 7
Criscimanni 28 3
Sorbi 28 0
Vianello 26 1
Azzali 26 0
Occhipinti 24 0
Sala 23 0
Kieft 23 3
Armenise 21 0
Longobardo 20 0
F.Mariani 18 1
Birigozzi 14 1
Scarnecchia 13 1
P.Giovannelli 8 0
Gozzoli 5 0
Secondini 3 0
Dianda 1 0
Gori 1 0
Allenatore: Bruno Pace. Dalla 6 Luis Vinicio. Dalla 21. Bruno Pace.

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE A 1983/84 (blu=scudetto, rosso=retrocesse)

1 JUVENTUS 43
2 ROMA 41
3 FIORENTINA 36
4 INTER 35
5 TORINO 33
6 VERONA 32
7 SAMPDORIA 32
8 MILAN 32
9 UDINESE 31
10 ASCOLI 29
11 AVELLINO 26
12 NAPOLI 26
13 LAZIO 25
14 GENOA 25
15 PISA 22
16 CATANIA 12


Pisa 1983-84

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Agosto 2009 23:52
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!