1985-86 - Serie A PDF Stampa E-mail

1985-86: Una stagione che molti ricordano per la sfortuna in campionato ma anche per il primo successo in una competizione europea: la mitropa cup (rimandiamo alla sezione apposita, cliccate sull'immagine sopra). Il Pisa torna in A ma retrocede, inspiegabilmente. Un grande gioco, un ottimo organico e gol fantastici, tra i quali spicca la rete di Baldieri all'Inter, a detta di molti tra i migliori gol della storia nerazzurra. La squadra è quasi la stessa dell'anno precedente, ma con aggiunte importanti. Confermati Mannini, Ipsaro, Mariani, Volpecina, Armenise, Giovannelli, Chiti, Caneo, Grudina e il trio delle meraviglie, Kieft-Baldieri-Berggreen, il Pisa pesca Antonio Cavallo, terzino dal Campania (C1), Ciro Muro dal Monopoli (sempre in C1) che verrà usato dal contagocce ma dotato di un ottimo piede, Stefano Colantuono dall'Arezzo in B (che poi diventerà allenatore) e Domenico Progna dal Campobasso (sempre il B). Insomma, una campagna acquisti non spendacciona, si punta su scommesse e giovani interessanti senza cambiare l'ossatura della squadra. Chi cambia invece è l'allenatore; la squadra infatti viene affidata a Vincenzo Guerini che non riuscirà, alla fine, a gestire lo spogliatoio. La squadra che aveva brillato nel girone di andata, e iniziato col piede giusto quello di ritorno, crolla completamente nelle ultime tredici partite della stagione non riuscendo più a imporsi, complice un gruppo un po' sfaldato, la sfortuna e diversi problemini di gestione. Storiche in questa stagione le vittorie con Inter e Napoli (per quest'ultima sfida, Mannini verrà soprannominato Dea Kalì per i suoi fenomenali interventi), nonchè un'immagine che diventerà un emblema, ovvero la maglia strappata di Berggreen ad opera di Manfredonia. Il drammatico derby dell'ultima giornata con la Fiorentina segnerà la tragica retrocessione, amara, ingiusta.

Di seguito potete vedere i video e i tabellini delle partite dell'85-86:

8 settembre 1985 - 1.giornato INTER-PISA 3-1 (0-1)

INTER: Zenga, Bergomi, Marangon, Baresi, Collovati, Ferri, Fanna, Tardelli, Altobelli, Brady, Rummenigge.AII. Castagner. PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Chiti, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri (80' Muro). All. Guerini. Arbitro: Lombardo di Marsala Reti: 44' Armenise, 55' Bergomi, 73' e 75' Rummenigge.

A Milano il Pisa inizia subito bene chiudendo il primo tempo in vantaggio grazie ad una sorprendente rete di Armenise (viziata forse da un tocco di mano). Tocca poi all'Inter fare il vuoto con il pareggio di Bergomi e la doppietta di Rummenigge.

">PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Chiti, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri (71' Muro). All. Guerini.
NAPOLI: Garella, Bruscolotti, Filardi, Bagni, Marino, Renica, Bertoni (55* Caffarelli), Pecci, Giordano, Maradona, Celestini.AII. Bianchi. Arbitro: Lanese di Messina. Reti: 33' Berggreen, 50' Giordano.

15 settembre 1985 - 2. giornata PISA-NAPOLI 1-1 (1-0)

Esordio all'Arena. Il primo tempo è di marca pisana e al 33' Berggreen porta in vantaggio la squadra di Guerini con un tocco ad anticipare Garella sul primo palo. Nel secondo tempo si rifà sotto il Napoli e Giordano raccoglie un traversone e segna.

22 settembre 1985 - 3. giornata JUVENTUS-PISA 3-1 (1-0)

JUVENITUS:Tacconi, Favero, Cabrini, Bonini, Brio, Scirea, Mauro (65' Pin), Manfredonia, Serena, Platini, Laudrup (84' Pacione). All. Trapattoni.
PISA: Mannini, Colantuono (71' Chiti), Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise (60' Muro), Kieft, Giovannelli, Baldieri. All. Guerini.
Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore. Reti: 25' Serena, 66' Laudrup, 69' Kieft, 83' Serena.

La Juve è una squadra di qualità e a Torino il Pisa non può quasi niente contro la squadra bianconera. La capolista segna con Serena che anticipa di testa Mannini, Laudrup con un preciso sinistro, e ancora Serena. Ad accorciare le distanze è Kieft, che sfrutta un errore della difesa avversaria.

29 settembre 1985 - 4. giornata ATALANTA-PISA 1-2 (1-0)

ATALANTA: Piotti, Osti, Gentile, Prandelli, Solda, Perico (73' Simonini), Stromberg, Peters, Magrin, Donadoni (79' Valoti), Cantarutti.AII. Sonetti.
PISA: Mannini, Chiti, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise (85' Colantuono), Kieft, Giovannelii, Baldieri (88' Muro). All. Guerini. Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 9' Stromberg, 58' Berggreen, 82' Kieft.

A Bergamo arriva la prima vittoria. In vantaggio passa l'Atalanta con la rete del numero sette bergamasco Stromberg. Poi il Pisa in maglia bianca reagisce entrando in campo nella ripresa con più convinzione. Segna Berggreen dopo una azione "pasticciata e confusa", la palla gli capita quasi per caso e gli rimbalza addosso per il pareggio. Infine Kieft, il solito olandese volante che proprio al volo segna una rete splendida per il 2 a 1 finale.

6 ottobre 1985 - 5. giornata PISA-BARI 1-1 (1-1)

PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro (46'Chiti), Progna, Berggreen, Armenise (65' Muro), Kieft, Giovannelli, Baldieri.All.Guerini.
BARI: Pellicano, Cavasin, Gridelli, Cuccovillo, Loseto, De Trizio, Sola, Sclosa (65' Terracenere), Bivi (86' Carboni), Piraccini, Rideout All. Bolchi.
Arbitro: Lombardo di Marsala. Reti: 6' Rideout, 20' Baldieri.

Si torna in casa e all'Arena Rideout segna dopo appena sei minuti. Ma accade tutto nel primo tempo e solo un quarto d'ora dopo Baldieri segna con una velocissima serpentina nell'area avversaria in mezzo ad una selva di gambe.

13 ottobre 1985 - 6. giornata UDINESE-PISA 1-1 (0-1)

UDINESE: Brini, Galparoli, Baroni, Storgato, Edinho, De Agostini, Barbadillo, Colombo, Carnevale, Chierico, Criscimanni. All.Vinicio PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise (90' Chiti), Kieft, Giovannelli, Baldieri (86' Muro). All. Guerini. Arbitro: Magni di Bergamo. Reti: 27' Armenise, 56' Carnevale.

A Udine il Pisa fa la partita. Armenise, difensore (successivamente durante la stagione portato in centrocampo) col vizio del gol non fa mancare il suo apporto e dopo una discesa sulla sinistra segna con un preciso esterno destro. Nella ripresa la difesa neroazzurra si distrae e Carnevale mette in rete sfruttando un pallone arrivato quasi dal nulla e resistendo ad una carica. 1 a 1.

20 ottobre 1985 - 7. giornata PISA-AVELLINO 1-1 (0-1)

PISA: Mannini, Colantuono (56' Muro), Volpecina, Chiti (75' Caneo), Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri. All. Guerini.AVELLINO: Di Leo, Ferroni, Galvani, De Napoli, Amodio, Zandona, Agostinelli, Benedetti, Diaz, Bertoni, Alessio (75' Colomba).AII. Robotti. D.T. Ivic. Arbitro: Pairetto di Torino. Reti: 21'Bertoni, 76'Ipsaro.

27 ottobre 1985-8. giornata PISA-SAMPDORIA 0-2 (0-0)

PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli (64' Muro), Baldieri (76' Caneo). All. Guerini.
SAMPDORIA: Bordon, Mannini, Galia, Pari, Vierchowod (34' Paganin), Pellegrini, Scanziant, Souness, Francis (82' Salsano), Matteoli.Vialli.AII. Bersellini. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Reti: 60' Souness, 77' Scanziani.

Con la Sampdoria è una sconfitta amara, due a zero il passivo con un gol di Souness e uno di Scanziani.

3 novembre 1985 - 9. giornata MILAN-PISA 1-0 (0-0)

MILAN:Terraneo, Russo, Maldini.Tassotti, Di Bartolomei, Galli, Evani, Wilkins, Hateley, Rossi,Virdis.AII. Liedholm. PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Caneo (81' Muro), Ipsaro, Progna, Berggreen, Mariani, Kieft, Giovannelli, Armenise (75' Baldieri). All. Guerini. Arbitro: Mattel di Macerata. Rete:70'Virdis.

Il Milan vince in casa grazie a un colpo di testa di Virdis.

10 novembre 1985 10. giornata PISA-COMO 4-1 (1-1)

PISA: Mannini, Colantuono,Volpecina, Caneo (77' Chiti), Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli (51' Mariani), Baldieri, All. Guerini.
COMO: Paradisi, Tempestilli, Maccoppi, Casagrande, Fusi, Bruno, Mattel, Moz (65' Corneliusson), Borgonovo, Dirceu, Todesco. All. Clagluna. '
Arbitro: Leni di Perugia. Reti: 37' Baldieri, 44' Maccoppi, 57' Baldieri,
79' Kieft, 89' Mariani.

La prima vittoria all'Arena arriva col Como. Una azione confusionaria termina con Baldieri che strappa il pallone dalle mani del portiere del Como e porta in vantaggio i nerazzurri. A fine primo tempo Maccoppi porta in parità la sfida. Nella ripresa il Pisa entra in campo determinato e si vede. Baldieri segna una rete capolavoro con un sinistro di controbalzo da fuori area che non lascia scampo a Paradisi. Poi Kieft parte, prende la mira e "abbatte l'orso" (come direbbe qualcuno). Infine Mariani fissa il risultato sul 4 a 1 con un gran pallone che si insacca sotto la traversa.

24 novembre 1985 - 11.giornata TORINO-PISA 4-1 (1-1)

TORINO: Copparoni, Corradini, Francini, Zaccarelli, Junior, Ferri, Beruatto (80' Rossi), Sabato, Schachner (86' Lerda), Dossena, Comi.AII. Radice.
PISA: Mannini, Chiti, Volpecina, Mariani (15' Cavallo), Ipsaro, Progna (41' Muro), Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri. All. Guerini.
Arbitro: Sguizzato di Verona. Reti: 2' Berggreen, 35' Sabato, 57' Corradini,
69' Schachner, 85' Francini.

4 a 1 a Pisa e 4 a 1 a Torino. Ma stavolta è sconfitta. Eppure il Pisa era passato in vantaggio dopo appena due minuti grazie a un'ottima azione di Berggreen. In dieci il Torino pareggia con Sabato, la squadra perde la testa e nonostante il vantaggio numerico subisce altre tre reti e il Torino si permette anche di fallire un rigore a favore. Prestazione incolore.

1 dicembre 1985- 12. giornata PISA-LECCE 3-0 (1-0)

PISA: Mannini, Volpecina, Armenise, Chiti, Ipsaro, Progna (86' Cavallo), Berggreen, Mariani, Kieft, Giovannelli (27' Muro), Baldieri. All. Guerini.
LECCE: Negretti, Colombo, S. Di Chiara (64' Raise), Enzo, Danova, Miceii, Causio, Barbas, Paciocco (46' Pasculli), A. Di Chiara, Palese. All. Fascetti.
Arbitro: Lanese di Messina. Reti: 39' Baldieri, 74' Muro, 83' Kieft.

Il Lecce capitola all'arena. Merito di Baldieri che segna una grande rete al 39', poi Muro segna il suo primo gol con la maglia del Pisa e infine Kieft segna una rete di prepotenza che lascia impossibile la possibilità di intervenire a Negretti.

8 dicembre 1985 - 13. giornata ROMA-PISA 1-0 (1-0)

ROMA:Tancredi, Oddi, Bonetti, Boniek, Nela, Lucci, Conti, Giannini.Tovalieri.Ancelotti, Di Carlo. All. Sormani. D.T. Eriksson. PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise (71' Muro), Kieft, Giovannelli (60' Caneo), Baldieri. All. Guerini. Arbitro: Mattel di Macerata. Rete: 26' rig. Boniek.

Nonostante un Pisa battagliero è la Roma ad approfittare con Boniek che trasforma un rigore concesso da Mattel.

15 dicembre 1985 - 14. giornata PISA-VERONA 0-1 (0-1)

PISA: Mannini, Colantuono (58' Armenise), Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Caneo, Kieft, Giovannelli (50' Muro), Baldieri. All. Guerini.
VERONA: Giuliani, Ferroni, Galbagini (50' Bruni), Tricella, Fontolan, Briegel, Sacchetti, Volpati, Galderisi (58' Marangon), Di Gennaro, Larsen-Elkjaer.AII. Bagnoli. Arbitro: Baldi di Roma. Rete: 9' Briegel.

Briegel sfrutta l'incertezza della difesa pisana e punisce con un colpo di testa dopo una azione veronese non proprio irresistibile. Mannini impreca e ha ragione. Basterà questo unico gol al 9' per perdere la partita.

22 dicembre 1985 - 15. giornata FIORENTINA-PISA 1-1 (1-0)

FIORENTINA: Galli, Contratto, Carobbi, Oriali, Pin, Passarella, Berti (83' lorio), Battistini, Monelli, Antognoni, Pellegrini. All. Agroppi. PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina (56' Muro), Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Caneo, Baldieri (83' Chiti). All. Guerini.Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa, Reti: 40' Pellegrini, 79' Muro.

Derby. Partita caldissima, duri scontri sugli spalti e in campo belle giocate. La fiorentina passa in vantaggio con Pellegrini dopo una azione di Antognoni. A chiudere sull'1 a 1 è Muro che si conquista la tifoseria pisana grazie ad una punizione "alla Zico" semplicemente perfetta.

5 gennaio 1986 - 16. giornata PISA-INTER 1-0 (0-0)

PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise(89' Muro), Kieft, Caneo, Baldieri (86' Chiti). All. Guerini. INTER: Zenga, Bergomi (78' Cucchi), Marangon, Baresi, Ferri, Mandorlini, Fanna,
"BWelli, Altobelli, Brady, Rummenigge. All. Corso. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Rete: 60' Baldieri.

Pisa - Inter del 1986 verrà ricordata per uno dei più bei gol della storia del club toscano. Il trio delle meraviglie entra in scena, Kieft appoggia di testa a Berggreen che di petto al volo passa a Baldieri, il giovane neroazzurro stoppa il pallone, fa passare la sfera sopra la testa di un difensore e senza toccare terra lascia partire un sinistro al volo che si infila a mezza altezza alla sinistra di Zenga. Un urlo disumano parte dagli spalti e Baldieri raccoglie l'elogio della tifoseria. L'Inter viene sconfitta all'Arena. Storico.

12 gennaio 1986 - 17.giornata NAPOLI-PISA 0-1 (0-1)

NAPOLI: Garella, Ferrara, Filardi, Bagni, Ferrario, Renica, Baiano (46' Penzo), Pecci (57' Carannante), Giordano, Maradona, Celestini.AII.Biarichi.
PISA: Mannini, Colantuono,Volpecina, Caneo, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft (89' Cavallo), Muro, Baldieri (88' Chiti). All. Guerini.
Arbitro: Lombardo di Marsala. Rete: 39' Berggreen.

A Napoli il Pisa espugna il San Paolo e batte la squadra di Maradona. Splendida vittoria con una ancor più splendida rete di Berggreen. Applausi per il Pisa.

19 gennaio 1986 - 18. giornata PISA-JUVENTUS 1-1 (1-0)

PISA: Mannini, Colantuono,Volpecina, Caneo, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Muro, Baldieri. All. Guerini. JUVENTUS: Tacconi, Favero, Cabrini, Pin, Brio, Scirea, Mauro, Manfredonia, Serena, Platini, Laudrup.All.Trapattoni. Arbitro: D'Elia di Salerno. Reti: 24' rig. Kieft, 48' rig. Platini.

Kieft blocca il record di imbattibilità di Tacconi, fermando il cronometro a 653 minuti. Dopo una bella azione infatti, l'olandese viene placcato in area e dal dischetto spiazza il portiere juventino. Alla ripresa stavolta il rigore viene assegnato alla Juve. Platini allora trasforma un calcio di rigore conquistato da Cabrini (futuro allenatore del Pisa) che era stato atterrato da Berggreen.

26 gennaio 1986 - 19. giornata PISA-ATALANTA 1-1 (0-1)

PISA: Mannini, Colantuono (52' Chiti), Volpecina, Caneo, Ipsaro, Progna, Berggreen, Armenise (52' Giovannelli), Kieft, Muro, Baldieri. All. Guerini.
ATALANTA: Piotti, Osti, Gentile, Perico, Solda, Rossi, Strbmberg, Prandelli (89' Boldini), Magrin, Donadoni, Simonini (89' Cantarutti).AII. Sonetti.
Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore. Reti: 31' Donadoni, 75' Kieft.

Donadoni segna, e poi è il Pisa a inseguire l'Atalanta. Prima Kieft sbaglia un rigore e poi con una bella azione punisce Piotti con un esterno destro di qualità.

9 febbraio 1986 - 20. giornata BARI-PISA 0-0

BARI: Pellicano, Cavasin, De Trizio, Terracenere (74' Cuccovillo), Loseto, Piraccini, Sola, Sclosa, Bivi (77' Bergossi), Cowans, Rideout.AII. Bolchi. PISA: Mannini.Armenise.Volpecina, Mariani, Ipsaro, Progna, Berggreen, Caneo, Kieft, Muro (88' Chiti), Baldieri (90' CavalloJ.AII. Guerini. Arbitro: Casarin di Milano.

16 febbraio 1986 - 21.giornata PISA-UDINESE 0-0

PISA: Mannini, Colantuono,Volpecina, Caneo, Ipsaro, Progna (26' Chiti), Berggreen, Armenise (60' Giovannelli), Kieft, Muro, Baldieri. All. Guerini.
UDINESE: Brini, Galparoli, Susie, Storgato, Edinho, De Agostini, Chierico, Miano, Carnevale (88' Pasa),Criscimanni (90' Rossi),
Colombo.AII.De Sisti. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa.

23 febbraio 1986 - 22. giornata AVELLINO-PISA 1-1 (0-1)

AVELLINO: Coccia, Ferroni, Amodio (25' Garuti), De Napoli, Batista, Zandona, Agostinelli, Benedetti, Diaz, Colomba (70' Lucarelli), Dertoni.AiV. Robocti.  PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro, Chiti, Muro, Caneo, Kieft, Giovannelli, Baldieri (80' Cavallo). All. Guerini.
Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 34' Muro, 57' Ferroni.

Muro, schierato titolare per l'assenza di Berggreen, si appropria per un giorno della sua casacca e la tradizione vuole che il numero sette sia proprio un numero fortunato; è sua infatti la rete del vantaggio. Poi tocca all'Avellino portare la gara in parita grazie ad una rete di Ferroni che significa quinto pareggio consecutivo per i neroazzurri.

2 marzo 1986 - 23. giornata SAMPDORIA-PISA 3-0 (3-0)

SAMPDORIA: Bordon, Paganin, Scanziani, Pari,Vierchowod, Pellegrini, Salsano, Souness, Lorenzo (76' Aselli), Matteoli (80' Veronici), Vialli.AII. Bersellini.
PISA: Mannini, Colantuono (46' Armenise), Volpecina, Mariani, Ipsaro, Chiti (40' Progna), Berggreen, Caneo, Kieft, Muro, BaldieriAII. Guerini. Arbitro: Casarin di Milano. Reti:5'Vialli, 15'aut. Chiti, 19'Vialli.

Il Pisa perde a Genova contro una straripande Sampdoria. Mentre tra i tifosi è la solita battaglia, in campo non è così perchè la squadra di Guerini lascia l'iniziativa alla Samp con Vialli che segna una doppietta e Chiti se segna un autogol. 3 a 0.

9 marzo 1986 - 24. giornata PISA-MILAN 0-1 (0-1)

PISA: Mannini, Colantuono, Volpecina, Mariani, Ipsaro (22' Cav^lo), Progna, Berggreen, Caneo, Kieft, Giovannelli (46' Baldieri), Muro.AII. Guerini. MILAN: Terraneo, Icardi, Maldini, Baresi, Di Bartolomei, Tassotti, Evani, Wilkins, Hateley, Rossi,Virdis. All. Liedholm. Arbitro: Pairetto di Torino. Rete: 42' Hateley.

Come all'andata il Pisa perde contro il Milan 1 a 0. Rete di Hateley che arriva e segna a porta vuota su suggerimento di Virdis.

16 marzo 1986 - 25. giornata COMO-PISA 1-1 (1-0)

COMO: Paradisi, Tempestilli, Bruno, Casagrande (76' Notaristefano), Maccoppi, Albiero, Fusi, Centi, Borgonovo, Dirceu (76' Todesco), Corneliusson. All. Marches!. PISA: Mannini, Armenise, Volpecina, Mariani (65' Giovannelli), Cavallo, Chiti, Berggreen, Caneo, Kieft, Muro, Baldieri. All. Guerini. Arbitro: D'Elia di Salerno. Reti: 34' Dirceu, 69' Baldieri.

Ad un gol di Dirceu su punizione risponde il grande Baldieri con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo per la rete del pareggio.

23 marzo 1986 - 26. giornata PISA-TORINO 0-0

PISA: Mannini.Armenise.Volpecina (57' Cavallo), Mariani, Colantuono, Progna, Berggreen, Caneo, Kieft, Muro, Baldieri.AII. Guerini. TORINO: Copparoni, Corradini, Francini, Zaccarelli, Junior (86* Cravero), Ferri, Beruatto, Sabato, Schachner, Dossena, Comi. All. Radice. Arbitro: Lanese di Messina.

6 aprile 1986 - 27. giornata LECCE-PISA 1-1 (0-1)

LECCE:Ciucci,Vanoli (80' Conte), Colombo,Enzo, Di Chiara, Danova, Raise, Causo (68' Logatto), Paciocco, Nobile, Rizzo. All. Fascetti. PISA: Mannini, Armenise (73' Giovannelli), Volpecina, Mariani, Colantuono, Progna, Berggreen (46'Chiti), Caneo, Kieft, Muro, Baldieri.All. Guerini. Arbitro: Pieri di Geneva. Reti: 27' Baldieri, 58' aut. Mariani.

Baldieri segna anche con il Lecce, pregevole il gol di sinistro. Poi i pugliesi pareggiano con un gol balordo. Paciocco segna ma trovando la deviazione decisiva di Mariani.

13 aprile 1986 -28. giornata PISA-ROMA 2-4 (2-1)

PISA: Mannini, Colantuono (60' Muro), Volpecina, Caneo (71' Mariani), Cavallo, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri.AII. Guerini. ROMA:Tancredi, Oddi (47' Gerolin), Bonetti, Boniek, Nela, Righetti, Graziani, Desideri, Pruzzo,Ancelotti, Di Carlo (62' Giannini).AII. Sormani. D.T. Eriksson. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 24' aut. Volpecina, 31' Kieft, 42' Volpecina, 55' aut. Caneo, 57' Bonetti, 80' Pruzzo.

Ad un errore di Volpecina il Pisa risponde con un altro passo. Kieft insacca di testa e l'Arena si accende. Al 43' Volpecina si riscatta dall'autorete e lascia partire una bordata imparabile da fuori area. 2 a 1. E' ancora un autorete però ad alimentare le speranze giallorosse. Tocca a Caneo che cercando di anticipare Boniek segna un autogol a pallonetto tra i più belli e beffardi dell'era Anconetani. Bonetti al 57' e Pruzzo completano l'opera. 4 a 2 e tutti a Verona.

20 aprile 1986 - 29.giornata VERONA-PISA 3-0 (1-0)

VERONA: Giuliani, Ferroni, Sacchetti.Tricella, Volpati, Briegel, Turchetta (69' Galbagini), Verza, Galderisi, Di Gennaro (80' Roberto), Larsen-Elkjaer.AII. Bagnoli. PISA: Mannini, Chiti (60' Mariani), Volpecina, Caneo (46' Muro), Cavallo, Progna, Berggreen, Armenise, Kieft, Giovannelli, Baldieri.AII. Guerini. Arbitro: Longhi di Roma. Reti: 24' Turchetta, 55' Di Gennaro, 86'
Larsen-Elkjaer.

5000 tifosi pronti a seguire la squadra in quel di Verona non bastano ad arginare i campioni in carica del Verona. Turchetta mette in ginocchio la difesa del Pisa con la rete del vantaggio, Di Gennaio affonda la lama nella carne neroazzurra e infine Elkjaer punisce ancora con il definitivo 3 a 0. Imbarazzante.

27 aprile 1986 - 30. giornata PISA-FIORENTINA 1-2 (0-0)

PISA: Grudina, Armenise, Volpecina, Caneo, Cavallo, Chiti, Berggreen, Muro, Kieft, Giovannelli (70' Mariani), Baldieri. FIORENTINA: Galli, Contratto, Gentile (60' Maldera), Oriali, Pin, Passarella, Berti, Massaro, Monelli (85' Onorati), Antognoni, brio. All. Agroppi. Arbitro: Pieri di Genova. Reti: 63' Muro, 66' rig. e 76' Passarella.

Speranza, queste le parole alla vigilia del Derby con la Fiorentina. Vincere per sperare magari nella salvezza e nello spareggio con l'Udinese. E' Muro, eroe dell'andata a segnare il gol del vantaggio con un destro da fuori area. Lo stadio esplode di gioia. Poi tre minuti dopo il fattaccio. Berti viene atterrato in area pisana, l'arbitro decide per il penalty. La squadra circonda il direttore di gara Pieri e lo stadio ribolle, la tifoseria scoppia in escandescenza e la polizia deve entrare e fare il vuoto sugli spalti. dopo la rete di Passarella, è ancora quest'ultimo a gettare nello sconforto la città. Si torna in B, ma solo dopo una estate BOLLENTE.

Ecco la formazione tipo del Pisa in quest'annata:

Ecco invece le presenze e le reti della squadra:

PISA
NOME GIOCATORE PRES. RETI
Armenise 28 2
Baldieri 30 7
Berggreen 29 4
Caneo 22 0
Cavallo 11 0
Chiti 22 0
Colantuono 24 0
Giovannelli 23 0
Grudina 1 0
Ipsaro 22 1
Kieft 30 7
Mannini 29 0
Mariani 25 1
Muro 29 4
Progna 27 0
Volpecina 30 1
Allenatore: Vincenzo Guerini

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE A 1985/86 (blu=scudetto, rosso=retrocesse)

1 JUVENTUS 45
2 ROMA 41
3 NAPOLI 39
4 FIORENTINA 33
5 TORINO 33
6 INTERNAZIONALE 32
7 MILAN 31
8 ATALANTA 29
9 COMO 29
10 HELLAS VERONA 28
11 SAMPDORIA 27
12 AVELLINO 27
13 UDINESE 25
14 PISA 23
15 BARI 22
16 LECCE 16


Pisa 1985-86

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Agosto 2009 23:50
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!