1987-88 - Serie A PDF Stampa E-mail

1987-88: Un anno che molti ricordano per diversi motivi. Le mirabolanti vittorie con Inter e Fiorentina, la vittoria della seconda Mitropa Cup(rimandiamo come al solito alla sezione in alto), l'arrivo di Dunga. Ma procediamo con ordine. Per il ritorno in Serie A Anconetani piazza qualche bel colpo di mercato assicurandosi la firma del brasiliano Dunga, che ha giocato con Corinthians, Vasco Da Gama e Santos e che sarebbe diventato di lì a pochi anni capitano campione del mondo col Brasile nel 94' e poi CT della stessa nazionale brasiliana dopo i mondiali di Germania 2006. Insieme a Dunga giunge anche Elliot, inglese, colosso della difesa 190cm e 81kg in arrivo dall'Aston Villa. Arrivano anche il venezuelano Paciocco dal Lecce e il bresciano Aldo Dolcetti dal Novara, per il resto la formazione  della grande promozione è rimasta pressochè intatta, tranne che per Giovannelli che si accasa all'Ascoli,  Mannini che va al Bari, Mariani  all'Avellino e Davide Pellegrini alla Fiorentina. All'esordio il Pisa viene battuto dal Milan di Sacchi lasciando buone impressioni. Vince anche col Napoli 1 a 0, ma una monetina lanciata dalla tribuna che colpisce Renica dà la vittoria al tavolino ai partenopei. Vittorie anche con Inter e Fiorentina e poi un calo a metà stagione e qualche risultato preso per i capelli costringono la squadra a giocarsi la permanenza col Torino all'ultima di campionato. Due colpi di testa di Faccenda danno la vittoria ai neroazzurri e la salvezza.

Di seguito potete vedere i video e i tabellini delle partite dell'87-88:

13 settembre 1987- 1.giornata PISA-MILAN 1-3 (0-1)

Pisa: Nista, Bernazzani, Lucarelli, Faccenda, Elliott, Dunga (68' Paciocco), Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (87' Dolcetti), Cecconi.AII, Materazzi.
Milan: G.Galli, Tassotti, Mussi, Ancelotti, F.Galli, Baresi (46' Bianchi), Donadoni, Bortolazzi, Van Basten (85' Virdis), Gullit, Massaro.AII.Sacchi.
Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa. Reti: 17' Donadoni, 53' Cecconi, 71' Gullit, 79' rig.Van Basten.

I neroazzurri di mister Materazzi partono bene e impegnano subito la porta del Milan difesa da Giovanni Galli. I rossoneri vanno poi in vantaggio con Donadoni definito dal cronista RAI "piedi di origine controllata". Gullit si esalta e il primo tempo termina 1 a 0 per gli ospiti. All'8' minuto della ripresa Cecconi realizza la rete del pareggio. Il Pisa prova a vincere la partita, ma quest'anno per le provinciali è dura e la squadra di Materazzi viene punita. In rete Gullit con un preciso colpo di testa al 71', e poi Van Basten trasforma al 79' un rigore conquistato dai rossoneri dopo un atterramento di Donadoni ad opera di Caneo. 3 a 1 per il Milan.

20 settembre 1987 - 2.giornata PESCARA-PISA 2-1 (1-0)

PESCARA: Gatta, Benini, Camplone, Galvani, Junior, Bergodi, Pagano, Loseto, Gaudenzi, Sliskovic (46' Gasperini), Berlinghieri (72' Mancini).AII. Galeone. PISA; Nista, Bernazzani, Lucarelli, Faccenda, Elliott, Dunga, Cuoghi (77'Chiti), Caneo, Piovanelli, Sclosa, Dolcetti (46'Cavallo). All.
Materazzi. Arbitro: Frigerio di Milano. Reti: 10'Junior, 47' Dunga, 83' rig. Gasperini.

Alla seconda giornata di campionato il Pisa perde ancora contro un avversario più che abbordabile, il Pescara. I padroni di casa passano subito in vantaggio con una punizione precisa di Junior. A primo tempo ormai scaduto Dunga però raccoglie un lancio da centrocampo, lo addomestica e fredda Gatta di sinistro per la rete del pareggio. Infine negli ultimi dieci minuti di gara Gaudenzi viene atterrato in area da Cavallo. L'arbitro Frigerio decide per il penalty che Gasperini trasforma per la vittoria del Pescara.

27 settembre 1987-3. giornata PISA-NAPOLI 0-2
a tavolino su delibera del Giudice Sportivo. Sul campo Pisa-Napoli 1-0 (0-0)

PISA: Nista, Cavallo, Chiti, Faccenda, Elliott, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli (77' Cecconi), Sclosa, Paciocco (70' Bernazzani). All. Materazzi.
NAPOLI: Garella, Ferrara, Frandni, Bagni, Ferrario, Renica (46' Sola), Miano (53' Carnevale), De Napoli, Careca, Maradona, Romano. All. Bianchi. Arbitro: Longhi di Roma. Rete: 67' rig. Sclosa.

Era stata una giornata campale per la squadra di Materazzi, grandiosa sotto tutti gli aspetti. In dieci uomini il Pisa ha battuto i campioni d'Italia, il Napoli di Maradona. Dopo un primo tempo frizzante dei padroni di casa ma sottotono per gli ospiti, il rientro negli spogliatoi nell'intervallo è funestato da un evento che caratterizzerà la giornata. Renica viene colpito da una monetina lanciata dalla tribuna e si accascia al suolo. Quando si rialza ha la fronte coperta di sangue. Episodio inqualificabile. Nel secondo tempo il Pisa mette panico alla retroguardia partenopea con Sclosa, Cuoghi e Piovanelli. Al 67' il gol partita. Dunga viene atterrato in area. Longhi decreta il rigore che Sclosa va a battere. Garella tocca la palla che va ugualmente in rete. Prima vittoria in campionato per il Pisa, ma il giudice sportivo delibererà la sconfitta a tavolino 2 a 0 per la monetina che ha colpito Renica. I neroazzurri rimangono a zero punti.

4 ottobre 1987-4. giornata ROMA-PISA 1-0 (0-0)

ROMA: Tancredi, Tempestilli, Policano, Manfredonia, Collovati, Signorini, Conti (68' Desideri), Domini, Voller, Giannini, Boniek (89'Oddi).AII.Liedholm. PISA: Nista, Chiti, Lucarelli, Faccenda, Cavallo, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (24' Dolcetti), Paciocco (68' Cecconi). All. Materazzi. Arbitro: Baldas di Trieste. Rete: 68' rig. Boniek.

Il Pisa continua a perdere con molta sfortuna, stavolta è la Roma che in casa propria fa secchi i neroazzurri con un rigore di Boniek dopo un atterramento di Voller da parte di Nista.

11 ottobre 1987-5.giornata PISA-COMO 1-1 (0-0)

PISA: Nista, Chiti, Lucarelli, Faccenda, Cavallo, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli (79' Paciocco), Bernazzani, Cecconi. All. Materazzi.
COMO: Paradisi, Cimmino (74' Viviani), Annoni, Centi, Maccoppi, Albiero, Mattel, Invernizzi, Borgonovo, Notaristefano, Corneliusson (71' Todesco).All.Agroppi.
Arbitro: Lombardo di Marsala. Reti: 47' Cuoghi, 62' Maccoppi.

A Pisa torna un abbozzo di sorriso, è Cuoghi che infatti in tuffo segna la rete del vantaggio contro il Como. Maccoppi pareggia per gli ospiti, ma finalmente è il primo punto per la squadra di Materazzi.

25 ottobre 1987-6. giornata EMPOLI-PISA 0-1 (0-0)

EMPOLI: Drago, Vertova, Gelain, Zanoncelli, Delia Scab, Salvador! (77' Cotroneo), Urbano, Cucchi, Ekstrom (46' Cop), Delia Monica, Baldieri.AII. Salvemini. PISA: Nista, Brandani (69' Bernazzani), Lucarelli, Faccenda, Elliott, Dunga, Paciocco, Caneo, Piovanelli (55' Dolcetti), Sclosa, Cecconi.AII. Materazzi. Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore. Rete: 88' Bernazzani.

Dopo 87 minuti Empoli e Pisa si avviano a pareggiare 0 a 0. Ma mentre tutto sembra ormai scritto, Bernazzani di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo segna la rete della vittoria. Il Pisa sale a quota 3 in classifica.

1 novembre 1987- 7. giornata PISA-INTER 2-1 (1-0)

PISA: Nista, Brandani, Bernazzani, Faccenda, Elliott, Dunga, Paciocco, Caneo, Piovanelli (66' Dolcetti), Sclosa, Cecconi (72' Chiti).All. Materazzi.
INTER: Zenga, Bergomi, Mandorlini, Baresi, Calcaterra, Passarella, Fanna (70' Ciocci), Scifo (61' Piraccini), Altobelli, Matteoli, Serena. All. Trapattoni.
Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Rete: 7'Bernazzani, 60' Dunga, 64' Mandorlini.

Nel dopo partita Dunga annuncia di avere avuto mal di stomaco perchè gli spaghetti che ha dovuto mangiare erano troppo pesanti a mezzogiorno. Il commentatore Rai ironizza che gli spaghetti però sono andati storti all'Inter. In quella che si rivela essere una vittoria storica il Pisa parte subito entusiasmando sugli spalti. Da un angolo di Cecconi arriva Bernazzani per l'1 a 0, gol dell'ex e tripudio all'interno dello stadio. Il Pisa appare letteralmente di un altro pianeta. Sclosa da posizione quasi proibitiva centra in pieno la traversa su punizione. Nel secondo tempo arriva la magia. Dunga riceve un passaggio a centrocampo, avanza di qualche metro, individua la porta e lascia partire un tiro che prende una traiettoria imparabile per Zenga entrando a velocità supersonica sotto l'incrocio dei pali. Zenga impreca e Trapattoni si arrabbia. Ma non c'è niente da fare, questa, a detta di molti, è la rete più bella dell'era Anconetani. Mandorlini quattro minuti dopo cerca di risollevare la squadra ospite con un gol. Ma dopo il risultato non cambierà più. Il Pisa porta a casa una prestigiosa vittoria contro un prestigioso avversario. Da vedere la gag del servizio Rai con protagonista Elliot.

8 novembre 1987 - 8. giornata PISA-JUVENTUS 1-2 (1-1)

PISA: Nista, Brandani, Bernazzani (31' Lucarelli), Faccenda, Elliott, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa, Paciocco (70' Dolcetti). All. Materazzi.
JUVENTUS: Tacconi, Favero, Cabrini, Bonini (56' Napoli), Brio, Tricella, Alessio, Magrin, Rush, De Agostini, Laudrup (81' Buso). All, Marchesi.
Arbitro: Casarin di Milano. Reti: 18' De Agostini, 41' Elliott, 90' aut.Elliott.

22 novembre 1987 - 9.giornata ASCOLI-PISA 2-2 (0-1)

ASCOLI: Pazzagli, Destro, Carannante, Celestini, Benetti, Agabitini, Dell'Oglio, Giovannelli, Casagrande, H. Maradona (57'Agostini), Scarafoni. All. Castagner. PISA: Nista, Brandani, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga, Cuoghi, Caneo, Dolcetti, Sclosa (78' Chiti), Paciocco (75' Bernazzani).
All. Materazzi. Arbitro: Fabricatore di Roma. Reti: 28' Lucarelli, 64' Casagrande, 73' Agostini, 76'Dianda.

Ascoli - Pisa è una vera e propria battaglia a detta di Tonino Carino. Le due squadre si fronteggiano fin dalle prime battute a viso aperto. I bianconeri hanno subito un paio di occasioni interessanti ma al 28' è il Pisa a passare in vantaggio. Paciocco si defila sulla destra, pressato da due avversario mette la palle in mezzo e Lucarelli con una incornata imperiosa segna. Nel secondo tempo l'Ascoli recupera e ribalta la partita. Prima Casagrande su punizione riapre la partita e poi Agostini con una rovesciata cambia il volto della gara. Ma tre minuti dopo è Dianda a piombare come un falco su un cross dalla bandierina per il 2 a 2 finale.

29 novembre 1987- 10. giornata PISA-FIORENTINA 2-1 (1-1)

PISA: Nista, Brandani, Lucarelli, Dianda, Elliott, Dunga, Cuoghi, Caneo, Dolcetti, Sclosa (71' Chiti), Paciocco (65' Bernazzani). All. Materazzi.
FIORENTINA: Landucci, Contratto, Carobbi, Berti, Battistini, Hysen, D.Pellegrini, Onorati, Rebonato, Baggio, Di Chiara. All. Santarini.
D.T. Eriksson. Arbitro: Magni di Bergamo. Reti: 19' Paciocco, 42' Baggio, 64' Lucarelli.

Un'altra vittoria storica all'Arena. E' il derby con la fiorentina di Baggio. Al 19' Paciocco in mischia porta in vantaggio la squadra di Materazzi. Poi al 42' Baggio con un colpo di classe pareggia su punizione beffando la barriera e Nista. Nel secondo tempo le squadre si studiano e al 64' Lucarelli segna un gol storico. Cuoghi mette il pallone in mezzo, lo raccoglie proprio Lucarelli che al volo mette il pallone sotto la traversa e si lascia andare in una corsa incontenibile sotto la gradinata

13 dicembre 1987 - 11.giornata - VERONA-PISA 0-0

VERONA: Giuliani, Volpati, Volpecina (21' Terraciano), Berthold (53' Gasparini), S. Fontolan, Solda, Verza, Galia, Pacione, Di Gennaro, Larsen-Elkjaer.AII. Bagnoli. PISA: Nista, Brandani (70' Cecconi), Lucarelli, Faccenda, Elliott, Dunga, Cuoghi, Caneo, Dolcetti (64' Bernazzani), Sclosa, Paciocco. All. Materazzi. Arbitro: Baldas di Trieste.

20 dicembre 1987- 12.giornata PISA-AVELLINO 0-0

PISA: Nista, Caneo (34' Chiti), Lucarelli, Faccenda, Elliott, Dunga, Cuoghi, Bernazzani, Dolcetti (70' Cecconi), Sclosa, Paciocco. All. Materazzi.
AVELLINO: Coccia, A. Ferroni, Colantuono, Storgato, Amodio, Romano (80' Murelli), Bertoni, Boccafresca, Di Mauro (88' Sormani), Gazzaneo, Schachner. All. Bersellini. Arbitro: Amendolia di Messina.

3 gennaio 1988 - 13. giornata CESENA-PISA 1-1 (1-0)

CESENA: Rossi, Cuttone, Armenise, Bordin, Ceramicola, jozic, Bianchi, Leoni, Lorenzo, Di Bartolomei, Rizzitelli.AII. Bigon. PISA: Nista, Brandani, Lucarelli, Faccenda, Elliott (65' Piovanelli), Dunga, Cuoghi, Caneo, Dolcetti (72' Bernazzani), Sclosa, Ceconi. All. Materazzi. Arbitro: Lo Bello di Siracusa.Reti: 33' Ceramicola, 76' Cecconi.

10 gennaio 1988 - 14. giornata PISA-SAMPDORIA 0-1 (0-1)

PISA: Nista, Brandani, Lucarelli (51' Piovanelli), Faccenda, Dianda, Dunga, Cuoghi, Caneo, Paciocco (60' Dolcetti), Sclosa, Cecconi. All. Materazzi. SAMPDORIA: Bistazzoni, Briegel, Manning Fusi, Vierchowod, Pellegrini, Pari, Cerezo, Bonomi, Mancini, Vialli (89' Salsano). All. Pezzotti. D.T. Boskov. Arbitro: Magni di Bergamo. Rete: 33' Pellegrini.

Dopo una buona serie di risultati utili arriva lo schiaffo contro la Sampdoria all'Arena. L'unica rete della partita è siglata dal capitano dei doriani Pellegrini che scocca una sberla da fuori area che si insacca sotto la traversa.

17 gennaio 1988 - 15. giornata TORINO-PISA 3-1 (1-1)

TORINO: Lorieri, Corradini, Ferri, Crippa, Rossi (86' Benedetti), Cravero, Lentini (83' Fuser), Berggreen, Polster, Sabato, Gritti. All. Radice.
PISA: Nista, Brandani (52' Bernazzani), Lucarelli, Faccenda, Cavallo, Dunga (66' Piovanelli), Cuoghi, Caneo, Dote«tti, Sclosa, Paciocco.AII. Materazzi. Arbitro: Di Cola di Avezzano. Reti: 6' Lucarelli, 12' Gritti, 46' Berggreen, 56' Gritti

Sull'asse Caneo-Paciocco-Lucarelli è quest'ultimo a segnare in scivolata dopo un tocco di testa del sudamericano. Un avvio scoppiettante ma pochi minuti dopo pareggia Gritti di testa. Al 39' viene annullato un gol a capitan Caneo. Nella ripresa Berggreen segna l'amaro gol dell'ex spuntando fuori tra una selva di gambe in mischia. Infine Gritti segna il 3 a 1 per la squadra granata su un rigore battuto da Polster e respinto da Nista.

24 gennaio 1988 - 16. giornata - MILAN-PISA 1-0(1-0)

MILAN: G. Galli, Mussi (87' Costacurta), Maldini, Colombo, F. Galli, Baresi, Donadoni, Ancelotti.Virdis (85' Massaro), Gullit, Evani. All. Sacchi.
PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga, Cuoghi, Bernazzani, Piovanelli, Sclosa (46' Chiti), Paciocco (63' Dolcetti). All. Materazzi. Arbitro: Pairetto di Torino. Rets: 27' Colombo.

Un incontenibile Milan batte il Pisa grazie ad una rete di Colombo al 27' da fuori area. Nella ripresa la squadra rossonera cala il ritmo ma controlla la partita. Un'altra sconfitta purtroppo per il Pisa.

31 gennaio 1988 - 17. giornato PISA-PESCARA 2-0 (1-0)

PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Chiti, Paciocco (89' Gori), Bernazzani, Piovanelli (77' Dolcetti), Sclosa, Cecconi. All. Materazzi. PESCARA: Zinetti, Benini, Camplone, Di Cara (67' Ferretti), Junior, Bergodi, Pagano, Marchegiani, Gasperini, Sliskovic, Berlinghieri (67' Mancini).AII. Galeone. Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Reti: 41' e 76' Piovanelli.

La seconda giornata di ritorno è un vero e proprio Piovanelli day. Prima al 41' il bomber nerazzurro segna la rete dell'1 a 0 piazzando il pallone alla destra di Zinetti, poi al 76' su cross di Sclosa stacca in tuffo in un revival di Cremonese-Pisa e andandosi a prendere gli applausi della curva nord.

7 febbraio 1988- 18. giornato NAPOLI-PISA 2-1 (1-0)

NAPOLI: Garella, Ferrara, Francini (65' Filardi), Bagni, Ferrario, Renica, Careca, De Napoli, Giordano (87' Carnevale), Maradona, Romano.AII.Bianchi. PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Bernazzani (59'
Cecconi), Dianda, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (75'Dolcetti), Chiti. All. Materazzi. Arbitro: Coppetelli di Tivoli. Reti: 13' Renica, 76' Maradona, 77' aut. Filardi.

Renica è ancora protagonista. E' suo infatti il gol del vantaggio del Napoli grazie ad un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione di Maradona. Proprio quest'ultimo segna con un gran calcio di punizione al 76'. Un minuto dopo Filardi mette la palla dentro la propria porta. La gara si riapre ma è un fuoco di paglia, il Napoli vince 2 a 1.

14 febbraio 1988 - 19. giornata PISA-ROMA 1-1 (0-0)

PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga (39' Dolcetti), Cuoghi (44' Cecconi), Caneo, Piovanelli, Sclosa, Paciocco. All. Materazzi.
ROMA: Tancredi, Tempestilli, Oddi, Manfredonia, Collovati, Signorini, Desideri, Gerolin, Voller, Giannini, Agostini. All. Liedholm.
Arbitro: Casarin di Milano. Reti: 69'Oddi, 84'Piovanelli.

Le reti tutte nella ripresa. Oddi segna per la Roma anticipando Nista. Poi Piovanelli emerge da una mischia e mette la palla in rete andando ad esultare sotto la curva per la rete del pareggio finale.

28 febbraio 1988 - 20. giornata COMO-PISA 0-0

COMO: Paradisi, Annoni, Maccoppi, Centi, Albiero, Lorenzini, Mattel, Invernizzi.Todesco (46' Giunta), Notaristefano, Corneliusson.
All. Burgnich. PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli (70' Chiti), Faccenda, Dianda, Dolcetti, Cuoghi, Caneo, Piovanelli (60' Cecconi), Sclosa, Paciocco. All.
Materazzi. Arbitro: D'Elia di Salerno.

6 marzo 1988 -21. giornata PISA-EMPOLI 0-0

PISA: Nista, Cavallo, Chiti, Faccenda, Dianda, Dolcetti (55' Bernazzani), Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa, Paciocco (63' Cecconi).All. Materazzi.
EMPOLI: Drago, Gelain, Pasciullo, Delia Scala, Lucci, Brambati, Calonaci (20' Mazzarri), Urbano, Ekstrom, Incocciati, Baldieri (72' Zanoncelli). All. Salvemini. Arbitro: Paparesta di Bari.

13 marzo 1988 - 22. giornata INTER-PISA 2-1 (1-0)

INTER: Malgioglio, Bergomi, Nobile, Baresi, Ferri, Mandorlini, Piraccini, Scifo, Altobelli, Matteoli (55' Minaudo), Serena. All. Trapattoni.
PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli (55' Fiorentini), Faccenda, Dianda, Bernazzani, Paciocco (63 Gori), Dolcetti, Piovanelli, Sclosa, Cecconi. All. Materazzi. Arbitro:Amendolia di Messina. Reti: 11'Altobelli, 87' rig, Sclosa, 89' aut. Dolcetti.

Il risultato è lo stesso dell'andata, ma stavolta vince l'Inter. A una rete di Altobelli però è Sclosa che segna su rigore a tre minuti dal termine la rete dell'1 a 1. Sembra un'altra impresa del Pisa ma la sfortuna si fa vedere ancora quando l'Inter segna ancora stavolta grazie a uno sfortunato tocco dopo un calcio di punizione di Ferri da parte di Dolcetti. Balorda vittoria dei nerazzurri di Milano.

20 marzo 1988 - 23. giornata JUVENTUS-PISA 2-1 (1-1)

JUVENTUS: Tacconi, Bruno, Cabrini, Bonini (46' Napoli), Brio.Tricella, Mauro, Buso, Rush, De Agostini, Laudrup (43' Alessio). All. Marches!.
PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli (80' Brandani), Faccenda, Dianda, Bernazzani, Paciocco (64' Gori), Fiorentini, Piovanelli, Dolcetti,
Cecconi. All. Materazzi. Arbitro: Lanese di Messina. Reti: 25' De Agostini, 30' Bernazzani, 65' Tricella.

Piacevole partita tra Juve e Pisa. Dopo pochi minuti Mauro impegna Nista con un tiro da fuori, poi Lucarelli salva in rovesciata dopo un colpo di testa di Rush. Ma il Pisa è vivo e anche Dolcetti risponde con una bella conclusione da 30 metri che impegna Tacconi. E' però una punizione di De Agostini a portare in vantaggio la Juve. Tocco di Mauro e botta di prima dello Juventino per la rete del vantaggio. Il Pisa con grande cuore risponde di lì a poco grazie a un contropiede in 11 secondi che porta in rete Bernazzani. I neroazzurri resistono ma la vecchia signora segna con un'altra rete fortunata. Tricella mette la palla in mezzo che nessun giocatore tocca fino a terminare inesorabilmente in rete. 2 a 1 per la Juve.

27 marzo 1988 - 24. giornata PISA-ASCOLI 1-1 (0-0)

PISA: Nista, Brandani, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Bernazzani, Paciocco (61' Chiti), Dolcetti, Piovanelli, Sclosa (56' Fiorentini), Cecconi. All. Materazzi. ASCOLI: Pazzagli, Destro, Carannante (61' Greco), Celestini.Agabitini, Miceli, Dell'oglio, Carillo, Aloisi, Giovannelli, Scarafoni. All. Castagner. Arbitro: Cornieti di Forli. Reti: 58'aut. Miceli, 73' Miceli.

A Pisa il protagonista è Miceli dell'Ascoli. Il giocatore della squadra bianconera trova, dopo un primo "tentativo", l'autogol, poi al 73' segna la rete del pareggio. Un punto prezioso prima del derby con la Fiorentina.

10 aprile 1988 - 25. giornata FIORENTINA-PISA 0-0

FIORENTINA: Landucci, Bosco, Carobbi, Berti, Battistini, Hysen, Pellegrini, Onorati, Rebonato, Baggio, Di Chiara. All. Santarini, D.T. Eriksson.
PISA: Nista, Brandani, Bernazzani, Faccenda, Dianda, Dolcetti, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (66' Fiorentini), Cecconi (71' Gori). All. Materazzi.Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore.

17 aprile 1988 - 26. giornata - PISA-VERONA 0-0

PISA: Nista, Cavallo, Brandani, Bernazzani, Dianda, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (6' Fiorentini, 77' Dolcetti), Cecconi, All. Materazzi.VERONA: Giuliani, Pioli.Volpecina.Terraciano (84' Berthold), Fontolan, Solda, Verza, Galia, Pacione, lachini, Larsen-Elkjaer.AII. Bagnoli. Arbitro: Paparesta di Bari.

24 aprile 1988 - 27. giornata -  AVELLINO-PISA 1-0 (0-0)

AVELLINO: Di Leo, Ferroni, Colantuono, Boccafresca, Amodio, Romano, Bertoni, Benedetti (76' Grasso), Schachner (87' Murelli), Colomba, Gazzaneo. All. Bersellini. PISA: Nista, Cavallo, Bernazzani, Faccenda, Dianda (76' Gori), Dunga (57' Piovanelli), Cuoghi, Caneo, Dolcetti, Fiorentini, Cecconi. All. Materazzi. Arbitro: Baldas di Trieste. Rete: 49' Schachner.

E' proprio Schachner, venduto l'anno prima dopo essere stato in quell'Estate un "virtuale" giocatore del Pisa a segnare l'unica rete dell'incontro. Il giocatore dell'Avellino parte in una corsa incontenibile segnando la rete della vittoria.
1 maggio 1988 - 28. giornata PISA-CESENA 1 - 0 (0-0)

PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga (89' Bernazzani), Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa, Cecconi (78' Dolcetti). All. Materazzi. CESENA: Rossi, Cuttone, Leoni, Bordin, Cavasinjozic, Bianchi (59' Lorenzo), Sanguin, Angelini, Di Bartolomei, Rizzitelli.AII. Bigon. Arbitro: Casarin di Milano. Rete: 47' Caneo.

Il Pisa insegue la salvezza grazie ad una rete di Caneo.

8 maggio 1988 - 29. giornata SAMPDORIA-PISA 0-0

SAMPDORIA: Pagliuca, Briegel, Mannini, Fusi, Vierchowod, Pellegrini, Pari, Cerezo (62' Bonomi), Salsano, Mancini, Vialli (70' Ganz). All. Pezzotti D.T. Boskov. PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga, Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa (55' Fiorentini), Cecconi (76' Dolcetti). All. Materazzi. Arbitro:Agnolin di Bassano del Grappa.

15 maggio 1988 - 30. giornata PISA-TORINO 2-0 (1-0)

PISA: Nista, Cavallo, Lucarelli, Faccenda, Dianda, Dunga (85' Dolcetti), Cuoghi, Caneo, Piovanelli, Sclosa, Cecconi (63' Bernazzani). All. Materazzi. TORINO: Lorieri, Corradini, Ferri, Crippa, Rossi, Cravero, Fuser, Sabato (57' Lentini), Polster (57' Bresciani), Comi, Gritti. All. Radice.
Arbitro: Lo Bello di Siracusa. Rete: 8' e 67' Faccenda.

Ultima di campionato: Il Pisa si gioca tutto in casa contro il Torino. All'ottavo minuto Faccenda trova una prima rete dopo un calcio d'angolo di Sclosa dopo soli otto minuti. Da un altro cross di Sclosa su punizione, nella ripresa Faccenda serve il bis con azione identica alla prima. 2 a 0 e salvezza presa per i capelli. Tripudio sugli spalti.

Ecco la formazione tipo del Pisa in quest'annata:

Ecco invece le presenze e le reti della squadra:

PISA
NOME GIOCATORE PRES. RETI
Nista 30 0
Dolcetti 28 0
Faccenda 27 2
Sclosa 27 1
Piovanelli 26 3
Caneo 25 1
Bernazzani 25 3
Cuoghi 24 1
Lucarelli 24 3
Cecconi 24 2
Dunga 23 3
Paciocco 21 1
Dianda 18 1
A.Cavallo 18 0
Chiti 14 0
Brandani 13 0
Elliot 10 1
Fiorentini 7 0
Gori 5 0
Allenatore: Giuseppe Materazzi

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE A 1987/88 (blu=scudetto, rosso=retrocesse)

1 MILAN 45
2 NAPOLI 42
3 ROMA 38
4 SAMPDORIA 37
5 INTER 32
6 JUVENTUS* 31
7 TORINO 31
8 FIORENTINA 28
9 CESENA 26
10 VERONA 25
11 COMO 25
12 ASCOLI 24
13 PISA 24
14 PESCARA 24
15 AVELLINO 23
16 EMPOLI** 20

* Qualificata alla coppa Uefa dopo lo spareggio con il Torino

** Partito da -5 per delibera della C.A.F.

 


Pisa 1987-88

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Agosto 2009 23:47
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!