1989-90 - Serie B PDF Stampa E-mail

Il Pisa ripiomba in cadetteria dopo una stagione che lo aveva visti protagonista in coppa Italia e sterile in campionato. Per l'ennesimo tentativo (ancora una volta riuscito) da parte di Romeo di portare la squadra di nuovo in serie A il team è affidato a Luca Giannini, confermato e definito dal Presidentissimo "acqua e sapone come piacciono a me". Confermati i giocatori più importanti come Been, Boccafresca, Cavallo, Cuoghi, Dolcetti, Fiorentini, Incocciati, Lucarelli e Piovanelli Romeo porta a Pisa gente di sicuro valore: Tra i pali viene ingaggiato Luigi Simoni dal Cosenza, che sarà una sicurezza in tutta la stagione; poi Giuseppe Argentesi dal Brescia, quindi Alessandro Calori (con una luminosa carriera davanti) dal Montevarchi, e ancora Bosco dalla Fiorentina e Neri dal Napoli; questi gli acquisti più importanti. La squadra è un tritasassi per tutto il campionato. Campione di inverno e poi promossa al secondo posto con un mese di anticipo vanta una coppia gol da trenta reti. I protagonisti sono Incocciati (12 reti) e Piovanelli (18, record di reti in una stagione con la maglia del Pisa). I risultati parlano chiaro, tra le vittorie spiccano il 3 a 0 all'esordio col Monza, un altro 3 a 0 ad Avellino, un 4 a 1 a Brescia, un altro 4 a 1 a Cosenza, e infine un altro 4 a 1 col Pescara. Sul finire di stagione il Pisa ha poi una flessione di risultati pareggiando le ultime cinque partite del campionato. Qualche maligno dagli spalti si permetterà di fischiare la squadra provocando le ire del presidente che minaccerà addirittura le dimissioni (chiaramente ritirate). Per Romeo è la quinta promozione, la quarta in serie A, incredibilmente l'ultima della sua gestione.

Ecco le presenze e le reti della squadra:

PISA
NOME GIOCATORE PRES. RETI
Adamoli 1 0
Argentesi 34 0
Been 32 3
Boccafresca 24 0
Bosco 24 2
Calori 37 0
Cavallo 37 0
Cristallini 3 0
Cuoghi 36 6
Dianda 9 0
Dolcetti 33 1
Fiorentini 23 2
Incocciati 36 12
Lazzarini 1 0
Lucarelli 34 0
Martini 1 0
Moretti 17 0
Neri 31 4
Piovanelli 36 18
Simoni 37 0
Allenatore: Luca Giannini

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE B 1989/90 (blu=spromosse, rosso=retrocesse)

1 TORINO 53
2 PISA 51
3 CAGLIARI 47
4 PARMA 46
5 ANCONA 43
6 REGGINA 42
7 REGGIANA 40
8 FOGGIA 39
9 PESCARA 39
10 BRESCIA 37
11 PADOVA 37
12 AVELLINO 35
13 TRIESTINA 35
14 COSENZA* 34
15 BARLETTA* 34
16 MESSINA 34
17 MONZA** 34
18 LICATA 28
19 COMO 27
20 CATANZARO 25

* Salvi in base alla classifica avulsa.

** Retrocesso dopo spareggio con Messina.

PISOR..NO: PROPOSTA INDECENTE

Durante questa stagione non furono solo i fischi dell'ultima giornata a tenere banco. Tra la tifoseria e Anconetani si vissero un po' di "attriti" per una manovra che per gli Ultras fu impopolare e irrispettosa. Romeo voleva fondere il Pisa con il Livorno creando una società di nome PISORNO con un bacino di utenza enorme e che avrebbe, a detta del Presidentissimo, potuto anche concorrere per traguardi molto importanti. La nuova squadra avrebbe giocato a metà strada tra le due città ma in territorio pisano con un progetto per costruire un nuovo stadio veramente innovativo: una struttura da 40000 posti con ristorante, centro commerciale e varie attività per il tempo libero. Il presidente era convinto che la sua potesse essere una idea vincente e nella stagione 91-92, per una polemica con il comune per l'illuminazione dell'Arena, decise di far disputare una gara di coppa Italia all'Armando Picchi di Livorno. Furono solo 3000 i tifosi che videro la partita con i livornesi che cercavano di forzare le cancellate e tiravano sassate. Questo episodio in qualche modo segnò la fine del progetto Pisorno.

uno striscione anti-Pisorno e uno "celebrativo" della retrocessione dei livornesi

 


Pisa 1989-90

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Agosto 2009 23:46
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!