2007/2008 - Serie B PDF Stampa E-mail


Un sogno che dura dal giugno 2007, con nessuno che è intenzionato a svegliarsi: squadra, presidente, allenatore e soprattutto tifosi, i quali si sono trovati improvvisamente a vivere emozioni che mancavano da quasi vent’anni. Quella del Pisa è un’unica esaltante striscia di prestazioni che dai play-off di serie C1 vinti in finale contro il Monza ha portato direttamente a lottare per le primissime posizioni in B e, dopo l’obiettivo salvezza, centrato, a lottare per la serie A. E’ tutto vero! Dopo la promozione in serie B, il presidente Covarelli insieme con lo stratega di mercato Gianluca Petrachi hanno allestito una squadra capace di grandi prestazioni, a partire dall’allenatore. Dopo che Piero Braglia, il mister traghettatore dalla C1 alla cadetteria, si è accasato alla Lucchese, la dirigenza nerazzurra ha chiamato il navigato allenatore genovese Giampiero Ventura. Insieme a quest’ultimo sono stati ingaggiati, tra i tanti, il giovanissimo Alessio Cerci (‘87) in prestito dalla Roma, Vitaly Kutuzov dal Parma, Josè Ignacio Castillo dal Frosinone e molti altri giocatori che si sono rivelati assolute sorprese tra i quali spicca sicuramente Gael Genevier, arrivato dalla Sangiovannese. Insieme ai nuovi arrivi, si sono rivelati straordinarie conferme il capitano Gabriel Raimondi, il portiere Davide Morello, e poi ancora Trevisan, Zavagno, D’Anna e Braiati. Sotto la guida di mister Ventura, abile soprattutto sull’aspetto tattico-psicologico, il Pisa ha potuto inanellare una serie di risultati incredibili e insperati. All’esordio in Coppa Italia in casa nel campo neutro di Pistoia, mentre all’Arena erano in corso i lavori di regolamentazione dell’impianto, è subito successo: Il Brescia viene liquidato 2 a 1 grazie alle reti di Ciotola e Castillo. Al secondo turno però l’avversario è il Napoli. I nerazzurri a fine primo tempo vincono 1 a 0 grazie a un gol di Kutuzov, poi l’attaccante partenopeo Lavezzi si esalta segnando tre reti e qualificando i napoletani. Poco male, in campionato la squadra parte a spronbattuto. Vittoria all’esordio fuori casa con Bari 2 a 1, ma il Pisa dimostrerà che la vittoria esterna non è un caso. Durante la stagione infatti, fino al termine di marzo mentre vi stiamo scrivendo, la squadra di Ventura ha insidiato il record di vittorie esterne della Juventus. Sotto i colpi dell’Eurostar nerazzurro cadono avversari illustri. Oltre al Bari cede il Mantova, autore di una campagna acquisti sontuosa che si è rivelta fin qui deludente, il Treviso, il Vicenza, il Messina, lo Spezia e, tra le altre, l’Albinoleffe, battuto sia in casa che in trasferta. La squadra bergamasca è infatti inseme al Pisa l’altra sorpresa del campionato, che, senza grandi nomi e con un organico che gioca a memoria, è stata capace di veleggiare nelle prime posizioni. Ma le vittorie non sono arrivate solo in trasferta. Un ruolino ottimo il Pisa lo ha avuto anche in casa, sostenuto dal grande pubblico che solo l’Arena ospita. Lo stadio Romeo Anconetani infatti, è quello con la maggior affluenza di pubblico insieme con il Dall’Ara di Bologna. Oltre 7000 sono stati gli abbonati in casa della squadra della torre pentente quest’anno, superiori come numero anche degli abbonati di Livorno e altre squadre di serie A. Un tifo, quello della nord, che mai abbandonerà il Pisa. Con queste roboanti prestazioni, la squadra di Ventura, guidata dai bomber Kutuzov (10 gol), Cerci (10) e il recordman assoluto della storia neroazzura Castillo (20) ha fatto il vuoto in classifica insieme ad altre cinque concorrenti per la promozione.  Gli infortuni di Kutuzov e Cerci hanno condizionato il rendimento della squadra neroazzurra che nelle ultime giornate di campionato ha stentato raggiungendo solo a una giornata dal termine la qualificazione ai playoff. Si sono però messi in luce Colombo e Gabionetta. Tutto lasciava presagire una possibilità di lottare a testa altra contro le avversarie sognando l’ultimo posto disponibile per la Serie A. Invece è arrivata la doppia sconfitta contro il Lecce. 1 a 0 per i pugliesi all’andata nella gara casalinga all’Arena Garibaldi e 2 a 1 sempre per la formazione allenata da Papadopulo al ritorno. Dopo l’eliminazione del Pisa la società è stata proiettata dalle stelle alle stalle. Infatti il presidente Leonardo Covarelli ha annunciato ufficialmente di aver trovato un accordo con la proprietà del Perugia per l'acquisizione della società umbra. Da qui in poi, dopo una stagione strabiliante, si apre un mese nero...

Tutti i servizi della stagione 2007/2008 sono disponibili nella finestra ON DEMAND della WEBTV.

Le foto, tratte da Pisa-Modena 3-3 (forse la più bella partita del campionato) sono state prese dal sito www.gabrielemasotti.it . Si ringrazia Gabriele Masotti per la collaborazione.

"Nacho" Castillo, il bomber che ha battuto il record di reti segnate a Pisa in una sola stagione, precentemente detenuto da Lamberto Piovanelli.

Vitaly Kutuzov, lo "Zar"

La "Ferrari", Alessio Cerci.

Ecco la classifica finale di questo campionato:

SERIE B 2007/2008 (blu=promosse, verde=playoff, rosso=retrocesse)

1 CHIEVO 85
2 BOLOGNA 84
3 LECCE * 83
4 ALBINOLEFFE 78
5 BRESCIA 72
6 PISA 71
7 RIMINI 69
8 ASCOLI 62
9 MANTOVA 60
10 FROSINONE 56
11 BARI 55
12 TRIESTINA 51
13 GROSSETO 49
14 MESSINA *** 49
15 PIACENZA 47
16 MODENA 46
17 TREVISO 45
18 VICENZA 45
19 AVELLINO ** 36
20 RAVENNA 35
21 SPEZIA 34
22 CESENA 32

* PROMOSSO DOPO PLAYOFF

** RIPESCATO DOPO FALLIMENTO MESSINA

*** FALLIMENTO DELLA SOCIETA'

Testi a cura di Michele Bufalino

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Ottobre 2009 21:30
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!