2008/2009 - Serie B PDF Stampa E-mail


Ad appena un anno dalla fantastica promozione in Serie B, con un campionato stratosferico alle spalle e una stagione con presupposti ottimi per fare ancora meglio, accede quello che nessuno si potrebbe mai aspettare. Covarelli gela tutta la città e senza dire niente a nessuno si accorda con la proprietà del Perugia per acquistare la società umbra. In sostanza dirà "Vado via da Pisa, ma Perugia è Perugia". Segue un mese di paura, con la paura che il Presidente, ignorando ormai completamente la società neroazzurra, mandi tutto in malora bruciando un lavoro di un anno. Si affacciano "l'ingegner" Bulgarella, proprietario della catena di Hotels "Abitalia", già in società ma lasciatosi male con Covarelli e Luca Pomponi, un imprenditore romano nel ramo dell'alimentazione per acquistare il Pisa.

Il nuovo presidente Luca Pomponi

Alla fine la spunta quest'ultimo con la sola offerta concreta. Il clima però è teso. Nei forum e nei ritrovi dei tifosi si rincorrono voci sulla vendita di Genevier, Trevisan e Castillo. Cerci e Kutuzov (su quest'ultimo non è stato esercitata la possibilità di riscattare il cartellino) ormai sono persi e si vocifera che Costacurta rimpiazzerebbe Ventura sulla panchina neroazzurra, per giunta con acquisti di direttori sportivi incompetenti. Ma niente di tutto questo accade, come Ds arriva l'esperto Oreste Cinquini, restano Genevier e Trevisan mentre Castillo viene venduto al Lecce per poco più di un milione di euro per far cassa. Ventura viene confermato e dopo un silenzio lungo quasi tutto il periodo buio del cambio di proprietà indice una conferenza stampa nella quale spiega tutto dal suo punto di vista e chiarisce tutto ciò che è successo in questi tempi burrascosi: "In questi giorni ho ricevuto migliaia di mail e mi sono sentito in dovere di chiarire alcuni concetti. Ho fatto la mia ultima intervista dopo Lecce, nella quale dissi che mi auspicavo chiarezza; il giorno dopo mi è stato detto che non c'era bisogno di chiarezza, che io avevo un contratto e che avrei dovuto pensare solo a rispettarlo. In questi giorni ho evitato di parlare perché non mi piace essere al centro di un certo tipo di situazioni e per evitare che le mie parole venissero mal interpretate. Ad oggi non ho ancora ricevuto nessuna comunicazione dal Pisa Calcio su una cessione della società, e nessun dirigente mi ha comunicato l'arrivo della nuova proprietà. L'unica telefonata l'ho ricevuta dal signor Pomponi, nella quale mi diceva di essere intenzionato a portare come mister Costacurta. Io gli ho soltanto detto che era fortunato ad esser diventato presidente di una squadra di grandi uomini prima che calciatori, e che rappresentava una città e dei tifosi che mi avevano emozionato sin da subito. Il mio dovere come professionista è quello di essere qui e fare il meglio di quello che posso fare con i mezzi che mi saranno messi a disposizione. Ho il rammarico di aver visto sperperare un patrimonio tecnico, economico, morale e di immagine che tutti insieme avevamo costruito e questo rammarico aumenta di giorno in giorno. Così come sono arrivato in punta di piedi, allo stesso modo continuerò o uscirò a seconda delle decisioni della società. Se me ne dovessi andare mi porterò per sempre dietro un bagaglio di emozioni che voi mi avete dato e che nessuno mai mi potrà togliere". Sono parole straordinarie, il mister esce dalla conferenza stampa commosso e i presenti gli tributano un lungo applauso. Inizia da qui la stagione del Pisa. La squadra va in ritiro con i pochi elementi ancora presenti e con tutta una serie di acquisti da mettere a segno. Arrivano molti giocatori in prestito, la squadra a parte gli elementi più rappresentativi rimasti è profondamente mutata. La campagna acquisti termina l'1 settembre, poco dopo la prima giornata di campionato. Ecco la stagione agonistica 2008-2009 che ha inizio con la Coppa Italia.

Alessandro Birindelli, dalla Juve al Pisa

17 agosto 2008 - TIM CUP (1o turno) PISA - CITTADELLA 1-2

PISA: Morello, Birindelli, Raimondi, Trevisan (30'st Viviani), Zavagno, Braiati, Genevier, Degano, Ciotola (32'st Buzzegoli), Colombo, G. Greco. A disp. Alfonso, Raggio Garibaldi, Musca, Feussi, Palamara. All. Ventura
CITTADELLA: Zotti, Manucci, Pesoli, Cherubin, Marchesan, Musso (28'st Castiglia), Giordano, Carteri (28'st Oliveira), De Gasperi, Rossi, Meggiorini. A disp. Pierobon, Gorini, Teoldi, Turato, Volpe. All. Foscarini
Arbitro: Cavarretta di Trapani
Reti: 12'st Colombo, 25' Rossi, 46' Oliveira.
Espulso Meggiorin per doppia ammonizione
Ammoniti: Braiati, Colombo, Ciotola, Birindelli; Meggiorin, Musso.
Spettatori: 4.500 circa.

Una punizione di Oliveira al 91' beffa il Pisa che pertanto esce dalla TIM Cup dopo una prestazione in chiaroscuro, di fronte ad un buon pubblico che ha sempre sostenuto la squadra e che a fine gara ha comunque chiamato i nerazzurri sotto la Curva.
Il primo tempo ha mostrato due squadre attente soprattutto a non scoprirsi, che hanno dato vita ad una frazione di gara con poche emozioni. Da registrare solo un buono spunto di Ciotola e una a traversa di Rossi per gli ospiti.

30 agosto 2008 - 1a giornata PISA - GROSSETO 1-2

PISA: Morello; Birindelli (31'st Masiero), Raimondi, Trevisan, Feussi; Braiati, Genevier; Degano (31'st Radovanovic), Pit; Colombo (13'st Joelson), Greco. A disp. Alfonso, Buzzegoli, Viviani, Piccinni. All. Ventura.
GROSSETO: Acerbis, Innocenti, Garofalo, Abruzzese, Porcaia, Valeri, Consonni, Gessa, Mora, Sansovini (12'st Pichlmann), Sforzini (42'st Vitiello). A disp. Caparco, Freddi, Stendardo, Lazzari, Suppa. All. Gustinetti.
ARBITRO: Ciampi di Roma
Ammoniti: Degano, Consonni, Innocenti.
Espulso: Gessa per doppia ammonizne
Reti: 30'pt Colombo; 24'st Pichlmann, 29' Gessa.

Nel primo tempo, dopo una buona occasione iniziale di Sforzini che trova pronto Morello, è il Pisa a fare la partita. Al 30' dopo una incursione di Degano, Greco trova lo spiraglio fra due uomini per liberare Colombo che trafigge Acerbis con un tiro potente. L'Arena esplode, ripensando ai fasti di pochi mesi fa. La ripresa inizia senza variazioni di formazione (Ventura aveva schierato Morello in porta, coppia centrale composta da Raimondi e Trevisan con Birindelli e Feussi sulle fasce; a centrocampo Braiati e Genevier con Degano e Pit più larghi; attacco formato da Greco e Colombo) e senza apparenti variazioni di tema. Tuttavia i nerazzurri sembrano spegnersi e il Grosseto inizia a spingere. L'ingresso di Joelson al posto di Colombo sembra promettere scintille ma al 69' Pichlmann, da poco entrato in campo, è bravo a liberarsi in area e a battere Morello, inutile il tentativo di Feussi sulla linea. Neanche il tempo di reagire e gli ospiti raddoppiano: dopo un'azione insistita sulla sinistra, la palla carambola in area dove Gessa è lesto a infilare di testa, nonostante un nuovo tentativo (di Trevisan) sulla linea. Da segnalare che la parte finale dell'azione si è sviluppata con Birindelli a terra, nel territorio di propria competenza.Ventura cerca forze fresche, inserendo Radovanovic e Masiero, ma i padroni di casa si muovono con poca lucidità. Su una errata respinta della difesa maremmana, Masiero appostato sulla destra dell'area avrebbe l'opportunità di pareggiare, ma conclude troppo precipitosamente con un debole colpo di testa a lato. Nei minuti finali si vede la volontà dei padroni di casa che spingono ma non riescono a trovare varchi utili.Se non altro il calorosissimo pubblico dimostra di apprezzare l'impegno degli uomini di Ventura, applaudendo a fine partita.

13 settembre 2008 - 3a giornata PISA - MODENA 1-0

PISA: Morello, Birindelli, Raimondi, Viviani, Zavagno (21'st Feussi), Job, Braiati, Genevier, Degano, (10'st Pit), Greco (36'st Gasparetto), Joelson. A disp: Alfonso, Trevisan, Buzzegoli, Radovanovic. All: Ventura.
MODENA: Frezzolini, Cardone, Gozzi, Perna (32'st Artipoli), Tamburini, Koffi (30'st Catellani), Marsili (28'st Fantini), Troiano, Gemiti, Biabiany, Bruno. A disp: Silvestri, Diagouraga, Ricchi, Stanco. All: Zoratto.
Arbitro: Sig. Tozzi di Ostia Lido
Marcatore: 27'st rig. Greco
Ammoniti: Raimondi, Marsili, Troiano, Artipoli

La prima frazione si conclude a reti inviolate e con poche emozioni su entrambi i fronti. Nel secondo tempo il Pisa attacca sotto la Nord. Dopo dieci minuti mister Ventura inserisce Pit in luogo di Degano. Al 21' goal annullato a Greco sorpreso dal guardalinee in posizione di off-side. Il Pisa sembra voler schiacciare sul acceleratore. Al 25', infatti, Joelson si presenta a tu per tu con Frezzolini ma il tiro dell'attaccante brasiliano finisce proprio tra le braccia del numero uno canarino. Joelson ancora protagonista un minuto più tardi: il suo spunto sul vertice basso dell'area vede l'intervento scomposto di Cardone che lo atterra; per il signor Tozzi di Ostia è calcio di rigore. Il "Lupo" Greco non fallisce di sinistro: 1-0! Dopo il vantaggio la manovra dei nerazzurri acquista più fluidità e Job, in due occasioni, ha la possibilità di arrotondare il punteggio. Al 40' grande iniziativa di Genevier che, saltati tre avversari, prova la conclusione personale, di poco a lato. Applausi scroscianti dagli spalti dell'Arena. Non succederà più nulla, neanche al termine dei 5 minuti di recupero.

16 settembre 2008 - recupero 2a giornata SASSUOLO - PISA 3-1

SASSUOLO: Bressan, Rea, Andreolli, Anselmi, Donazzan, Pensalfini, Noselli (34'st Masucci), 4 Magnanelli, 19 Salvetti (15' st Fusani), Erpen (16'st Filkor), Zampagna. A disp. Pomini, Selva, Poli, Jidayi. All: Mandorlini
PISA: Morello, Feussi, Raimondi, Trevisan, Piccinni, Radovanovic, Alvarez (15'st Degano), Genevier (22'st Braiati), Job (34'st Pit), Greco, Gasparetto. A disp. Alfonso, Buzzegoli, Birindelli, Viviani. All: Ventura
Arbitro: Peruzzo di Schio
Reti: 2' Noselli, 22' Alvarez, 33'pt rig. Salvetti, 37'st aut Feussi.
Ammonizioni: Andreolli, Zampagna; Greco, Feussi, Trevisan

All'iniziale vantaggio di Noselli, secondo minuto, ha risposto il debuttante Alvarez che al 23' minuto ha corretto in rete la respinta del palo su un gran sinistro di Gasparetto imbeccato da Greco. Il Pisa ha continuato a fare un buon possesso palla ma il Sassuolo chiudeva bene gli spazi cercando di pungere nelle ripartenze. Proprio una di queste al 33' pt si è chiusa con un presunto fallo di Trevisan su Noselli, l'arbitro non ha avuto dubbi nel concedere il rigore trasformato con freddezza da Salvetti. Il Pisa ha ripreso subito in mano le redini del gioco riuscendo però ad andare al tiro solo dalla distanza. Il secondo tempo è iniziato senza cambi, ancora il Pisa a fare la partita, ritmi più alti, Job e Alvarez sono arrivati più volte sul fondo ma sui cross la difesa aveva sempre la meglio. I 6 cambi non hanno cambiato l'inerzia della partita che vedeva ancora il Pisa gettarsi in avanti alla ricerca di un pareggio che probabilmente avrebbe meritato. Al 37' st l'episodio che ha chiuso la partita, uno sfortunato Feussi, nel tentativo di anticipare Masucci lanciato a rete, anticipava anche il proprio portiere Morello con la palla che finiva beffarda in fondo alla rete per il 1-3 finale. Al di là del risultato si è visto un Pisa in crescita, i nuovi si stanno inserendo bene ma ci vuole ancora un po' di pazienza per trovare il giusto amalgama.

19 settembre 2008 - 4a giornata LIVORNO - PISA 1-1

LIVORNO: De Lucia, Bonetto, Miglionico (32'st Perticone), Grandoni, Rosi (29'pt Bergvold)(10'st Volpe), A.Filippini, Loviso, Pulzetti, Danilevicius, Diamanti, Tavano. A disp. Mazzoni, Diniz, Perticone, Bergvold, Candreva, Volpe, Paulinho. All: Acori
PISA: Morello, Birindelli (46'st Feussi), Trevisan, Viviani, Zavagno, Degano (39'st Buzzegoli), Genevier, Braiati, Job, Greco (14'st Pit), Gasparetto. A disp. Alfonso, Ferri, Piccinni, Feussi, Radovanovic, Buzzegoli, Pit. All: Ventura
Arbitro: sig. Morganti di Ascoli Piceno
RETI: 27'st Diamanti, 35'st rig. Genevier
Ammoniti: Danilevicius, Grandoni, Miglionico, Diamanti; Zavagno, Braiati, Degano, Gasparetto, Trevisan.

Parte subito forte il Pisa, già al secondo minuto Job mette in mezzo una palla invitante per Greco che per poco non trova la porta. Dopo pochi minuti un colpo di testa di Degano viene nettamente neutralizzato in area dal braccio di Bonetto ma il direttore di gara lascia proseguire. Livorno sembra disorientato da questa partenza dei nerazzurri, per la prima mezz'ora si gioca in una sola metà campo con Job che fa impazzire Rosi con le sue accelerazioni sulla fascia a tal punto che mister Acori è costretto a sostituirlo con Bergvold. Alla mezz'ora primo pericolo per Morello con Danilevicius che si libera bene ma tira alto da buona posizione. Il primo tempo finisce quindi in parità con una grande occasione per parte. Il secondo tempo vede inizialmente il Livorno cercare con più insistenza la via del gol, Morello si supera su un paio di conclusioni pericolose di Loviso e Diamanti; oltre ad una clamorosa occasione fallita da Danilevicius a porta vuota. Al 12' un brutto fallo di Miglionico su Greco costringe l'attaccante nerazzurro a chiedere il cambio, al suo posto Ventura inserisce Pit (vista la squalifica di Joelson) e sposta Degano a far coppia in avanti con Gasparetto. A metà della frazione, tuttavia, Diamanti conclude alla perfezione un calcio piazzato e porta in vantaggio gli amaranto. A questo punto, quando si poteva ipotizzare un calo dei nerazzurri per aver giocato 3 partite in pochi giorni, c'è stata la reazione con un paio di conclusioni di Degano che trovano pronto De Lucia e con Job che non trova di poco lo specchio della porta. L'episodio chiave si registra a 10' dal termine quando Degano (dopo un'incursione di Zavagno) viene steso dentro l'area livornese da Bonetto. L'arbitro Morganti non ha dubbi e decreta la massima punizione. Dal dischetto un freddo Genevier, costretto a ripetere la trasformazione, sigla il pareggio. Nel finale, un'altra conclusione insidiosa di Diamanti ma Morello è attento e in tuffo difende la propria porta. Finisce così 1-1 l'atteso derby, disputato in un clima surreale per le limitazioni all'accesso del pubblico

23 settembre 2008 - 5a giornata PISA - VICENZA 0-2

PISA: 1.Morello, 15.Birindelli, 32.Viviani, 6.Trevisan, 26.Feussi, 13.Degano (23'st Pit), 2.Genevier, 20.Braiati(1'st Radovanovic), 7.Job, 30.Gasparetto, 14.Joelson (13'st Greco). A disp: 27.Alfonso, 8.Buzzegoli, 25.Ferri, 77.Piccini. All: Ventura
VICENZA: 1.Frison, 4.Zanchi, 5.Di Cesare, 7.Raimondi, 13.Giani, 20.Bottone, 25.Morosini, 77.Botta, 10.Sgrigna (42'st Foglio), 30.Capone (15'st Serafini), 11.Bjelanovic (45'st Curiale). A disp: 22.Trepak, 3.Fatic, 8.Bernardini, 21.Martinelli
Arbitro: Cavarretta di Trapani
Marcatore: 38' pt e 26' st Bjelanovic
Ammoniti: Braiati, Trevisan; Raimondi, Botta, Giani
Spettatori: 10.000 circa (2.293 paganti, 7.367 gli abbonati)

Come col Livorno, i neroazzurri partono forte e nei primi 15-20 minuti costruiscono alcune buone occasioni create da discese di Job e Degano, i cui cross tuttavia non sono sfruttati al meglio dai terminali offensivi; Joelson si muove molto ma manca il guizzo vincente. Con il passare dei minuti il Vicenza inizia a macinare gioco e riequilibra il possesso palla. Al 36' un po' a sorpresa gli ospiti passano in vantaggio: Capone serve a centro area Bjelanovic che compie un avvitamento di testa e batte Morello. Dopo il vantaggio degli ospiti, il Pisa reagisce con decisione ma senza ordine, tanto che la frazione di gioco si chiude senza ulteriori emozioni. Al rientro dagli spogliatoi, Radovanovic sostituisce Braiati. I neroazzurri sembrano meno brillanti rispetto al primo tempo, probabilmente accusano la pressione del risultato. Dopo 13 minuti Venutra effettua il secondo cambio, inserendo Greco per Joelson ma la manovra resta poco incisiva. Dopo un bello spunto di Job (tiro incrociato con buona risposta di Frison), ecco la terza sostituzione: dentro Pit per Degano. Il Vicenza controlla bene la coppia Greco-Gasparetto e gioca di rimessa. Dopo un ottimo intervento di Morello su Bjelanovic, arriva la doccia fredda: su un disimpegno degli ospiti, Morello esce per anticipare Bjelanovic ma sbaglia la valutazione (probabilmente giudicando che la traiettoria fosse destinata ad uscire) e lascia sfilare il pallone, permettendo quindi allo stesso attaccante biancorosso di segnare il raddoppio. A questo punto la partita sembra indirizzata verso il risultato definitivo, nonostante un paio di conclusioni di Greco che impegnano la difesa avversaria. A fine partita il presidente Pomponi ha proclamato il silenzio stampa fino alla partita di sabato prossimo a Salerno.

27 settembre 2008 - 6a giornata SALERNITANA-PISA 1-1

SALERNITANA: 1 Pinna, 23 Kyriazys, 5 Fusco, 26 Peccarisi, 3 Marchese, 22 Barrionuevo (14'st Russo), 6 Tricarico, 20 Ciarcià, 10 Di Napoli, 11 Scarpa (31'st Gerardi),  18 Turienzo (20'st Fava). A disp. 22 Rocco, 7 Russo , 17 Cardinale, 19 Giannone, 21 Fava, 2 Ambrogioni, 30 Gerardi. All. Fabrizio Castori
PISA: 27 Alfonso, 15 Birindelli (46'st Feussi), 32 Viviani, 6 Trevisan, 16 Zavagno, 7 Job, 2 Genevier, 20 Braiati, 13 Degano (18'st Buzzegoli), 23 Greco, 14 Joelson. A disp. 1 Morello, 26 Feussi, 77 Piccinni, 8 Buzzegoli, 10 Pit, 21 Radovanovic. All. Gian Piero Ventura
Reti: 3'pt Di Napoli (S), 12'st Job (P)
Ammonizioni: Trevisan, Degano, Buzzegoli, Braiati (P), Russo (S)
Arbitro: sig. Celi di Campobasso

La partita inizia subito male per il Pisa, al primo tentativo Di Napoli, servito da Turienzo, batte l'incolpevole Alfonso.Il Pisa accusa il gol a freddo ma non rischia più di tanto, il giovane Alfonso viene chiamato in causa solo su un paio di traversoni tesi su cui si fa trovare pronto.Assorbito l'iniziale svantaggio,il Pisa ha iniziato a spingere trovando però pochi spazi.Greco fin da subito si è dimostrato il più attivo dei neroazzurri, al 25' riesce a liberarsi dal limite dell'area ma il suo diagonale velenosissimo di sinistro viene deviato in angolo con la punta delle dita da Pinna.Il primo tempo finisce senza ulteriori emozioni con la Salernitana chiusa e pronta a pungere in contropiede.Il secondo tempo si apre senza cambi da parte dei due allenatori, le due squadre sembrano accusare le tante partite in pochi giorni, quando Job conclude una rapida azione di contropiede orchestrata ottimamente da Joelson, con un destro teso sul primo palo che sorprende Pinna e porta il Pisa in parità.Dopo il pareggio solo una squadra in campo, Job e Joelson hanno provato più volte a sfondare sulla destra senza fortuna ma la palla migliore è capitata sui piedi di Greco che all' 85', imbeccato in area da uno splendido assist d'esterno di Buzzegoli (subentrato a Degano), stoppa in corsa il pallone e tira ad incrociare di sinistro con la palla che esce sul fondo di non molto.La Salernitana si rende pericolosa solo su un calcio piazzato del solito Di Napoli con la palla che sfiora la traversa.Alfonso mai chiamato in causa se non per qualche uscita di normale amministrazione.

4 ottobre 2008 - 7a giornata PISA-TRIESTINA 3-1

PISA Alfonso, Birindelli, Zavagno, Braiati, Piccini, Viviani, Job, Genevier, Greco (79' Degano), Joelson (73' Gasparetto), Buzzegoli (66' Alvarez). All. Giampiero Ventura TRIESTINA Agazzi, Cacciatore, Cottafava, Minelli, Rullo, Antonelli (73' Cia'), Allegretti, Gorgone.Testini, Figoli (46' Tabbiani), Della Rocca (76' Ardemagni). All. Maran Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa Gol: 2'Della Rocca, 33' Greco, 80' Gasparetto, 83' Alvarez.

La Triestina al 2' minuto si porta subito in vantaggio.
Siamo al 33' minuto del primo tempo quando, Giuseppe Greco con un bel raso terra porta il Pisa sul 1 a 1.
Le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1.
All'inizio del secondo tempo, si vede da subito che il Pisa è in campo con la voglia di vincere.
Nonostante l'espulsione del mister Ventura al 17' e di Job al 25', il Pisa va in vantaggio al 37' con Gasparetto, e al 41' Alvarez segna il goal che da la sicurezza al Pisa di aver vinto il match.

14 ottobre 2008 - 8a giornata ALBINOLEFFE-PISA 1-1

ALBINOLEFFE: 27 Narciso, 20 Serafini, 14 Garlini, 17 Gervasoni, 33 Renzetti, 7 Madonna (42'st Sau), 4 Carobbio, 6 Previtali, 10 Gabionetta, 28 Ruopolo (35'st Caremi), 11 Ferrari. A disp. 1 Coser, 16 Luoni, 3 Bombardieri, 55 Maino, 31 Daffara. Mister A. Madonna PISA: 27 Alfonso, 15 Birindelli, 32 Viviani, 6 Trevisan, 16 Zavagno, 9 Alvarez, 2 Genevier, 20 Braiati, 8 Buzzegoli (34'st Degano,41'st Masiero), 23 Greco, 30 Gasparetto (29'st Joelson). A disp. 1 Morello, 77 Piccinni, 26 Feussi, 21 Radovanovic. Mister Gian Piero Ventura.
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto (Assistenti: Perri-Ciancaleone)
Reti: 55'st Buzzegoli (P), 71'st Garlini (A) Ammonizioni: Trevisan, Braiati (P); Gervasoni, Previtali, Ferrari, Caremi

Parte bene il Pisa, autoritario nei primi 10 minuti ma quasi mai veramente pericoloso. Poi intorno al 15 minuto due grandi occasioni per l'Albinoleffe con Ruopolo che per poco non porta in vantaggio i padroni di casa. Il Pisa risponde colpo su colpo, soprattutto con Alvarez, uno dei migliori, che ha fatto letteralmente impazzire il giovane e bravo Renzetti. Al 18°  minuto l'episodio che ha fatto gridare al rigore, Renzetti, saltato netto da Alvarez in piena area, non può far altro che atterrarlo ma l'arbitro e soprattutto l'assistente che era ad un passo non segnalano nulla. Scampato il pericolo l'Albinoleffe si riporta in avanti e sfiora ancora il vantaggio con un bel tiro a giro di Ferrari e con un batti e ribatti in area neroazzurra ma un super Alfonso salva il risultato. Il primo tempo finisce con una grande occasione capitata sui piedi di Gasparetto che, partito sul filo del fuorigioco su ottimo assist di Greco, solo davanti a Narciso non trova la porta di un soffio. Il secondo tempo si apre ancora con il duello Alvarez-Renzetti, una vera e propria sfida nella sfida, le due squadre sembrano controllarsi quando al 55' Buzzegoli s'inventa un gol dei suoi. Si libera al tiro dai 25 metri, fa partire una sassata su cui Narciso non può arrivare. Il Pisa è in vantaggio, poco dopo Gasparetto sfiora il raddoppio con un improvviso tiro dal limite su cui Narciso questa volta si supera. A questo punto è l' Albinoleffe che si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, ma le uniche occasioni pericolose le creano i calci piazzati di Carobbio; proprio su un calcio d'angolo di quest'ultimo, Garlini trova il tempo giusto per colpire di testa e pareggiare l'incontro. Dopo il pareggio le squadre sembrano accontentarsi, rimane il tempo per l'ennesima discesa di Alvarez sulla destra, si libera al tiro ma Narciso è pronto sul primo palo. Mister Ventura ci prova fino in fondo inserendo Joelson per Gasparetto ma il risultato non cambia. Da segnalare sul finale un infortunio muscolare per Degano (sostituito da Masiero) poco dopo essere subentrato a Buzzegoli.

18 ottobre 2008 - 9a giornata PISA-TREVISO 2-1

PISA 27. Alfonso, 15. Birindelli, 32. Viviani, 6. Trevisan, 16. Zavagno, 2. Genevier, 21. Radovanovic, 7. Job, 23. Greco (63' Joelson), 30. Gasparetto, 9. Alvarez (76' Buzzegoli). All. Ventura
TREVISO 71. Cordaz, 31. Zaninelli, 15. Bonucci, 6. Scurto, 11. Smit (74' Scarduelli), 16. Moro (57' Baccin), 8. D'aversa, 30. Gissi ('69 Beghetto), 70. Missiroli, 5. Scaglia, 14. Musetti. All. Gotti Arbitro: Calvarese di Teramo Reti: 57' Greco (rig.); 77' Beghetto; 92' Gasparetto Espulso: Zaninelli (doppia amm.)Ammoniti: Alvarez, Birindelli, Gasparetto, Trevisan; Baccin, Bonucci
Avvio di gara con gli ospiti subito minacciosi grazie a una duplice iniziativa di Musetti ma Alfonso risponde presente entrambe le volte. Il Pisa si fa notare dapprima con un calcio di punizione di Genevier ribattuto dalla barriera e poi con una spettacolare conclusione di Greco al 16' di poco alta sulla traversa. Subito dopo, al 17', un'incursione ancora di Greco mette nelle condizioni Job di calciare a botta sicura ma Cordaz si supera salvando in angolo. Al 28' Alvarez recrimina per un presunto fallo in piena area ma il signor Calvarese lascia correre. Nell'azione susseguente, capovolgimento di fronte con Musetti ancora una volta pericoloso ma conclusione a lato. Al 36' Alvarez protesta ancora per un intervento di un avversario ma per l'arbitro è tutto regolare.
Nella ripresa il Pisa passa quasi subito, al 57', per merito di un calcio di rigore conquistato e trasformato da Greco; nell'occasione l'autore del fallo, Zaninelli, viene espulso per doppia ammonizione. Gli ospiti non ci stanno e tra le file trevigiane fa il suo ingresso anche Beghetto. Il Pisa potrebbe raddoppiare al 71' ma la conclusione di un ispiratissimo Job termina di poco a lato. Il Treviso si getta in attacco alla ricerca del pareggio e per poco non ci riesce già al 74' con Alfonso determinante nel deviare un tiro ravvicinato di Musetti. Pochi istanti dopo il patatrac: Beghetto sfrutta alla perfezione un'indecisione della retroguardia pisana depositando in rete a porta praticamente sguarnita. Ma tre minuti più tardi il Pisa ha la chance per riportarsi in vantaggio: Gasparetto, in piena area ospite, aggira abilmente un avversario e lo stesso commette un netto fallo da rigore; Genevier s'incarica di eseguire il penalty ma Cordaz intercetta la traiettoria sventando la grande occasione nerazzurra. Al 92' però, il cross di Job è perfetto per la testa di Gasparetto che incorna prepotentemente in rete.

24 ottobre 2008 - 10a giornata EMPOLI-PISA 0-3

EMPOLI: 1 Bassi, 16 Marzoratti, 31 Vargas, 4 Piccolo (31'pt 39 Pasquato), 24 Buscè, 63 Bianco, 8 Marianini (5'st 28 Cupi), 21 Lodi, 6 Valdifiori (1'st 9 Pozzi), 10 Vannucchi, 27 Corvia. A disp. 37 Dossena, 3 Kokoska, 5 Moro, 77 Negrini. Mister Silvio Baldini
PISA: 27 Alfonso, 15 Birindelli (26' st 77 Piccinni), 32 Viviani, 6 Trevisan, 26 Feussi, 7 Job, 2 Genevier (34'st 21 Radovanovic), 20 Braiati, 8 Buzzegoli (17'st 9 Alvarez), 14 Joelson, 30 Gasparetto. A disp. 1 Morello, 25 Ferri, 88 Masiero, 35 Taugourdeau. Mister Gian Piero Ventura
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo
RETI:19' pt Buzzegoli (rig.),37' pt Joelson, 15' st Gasparetto
Ammonizioni: Marianini (E), Braiati (P)

Seconda sconfitta consecutiva per l'Empoli, che nel primo anticipo della 10ª giornata di B perde l'imbattibilità casalinga e l'occasione di portarsi da solo in vetta alla classifica. Il Pisa, al primo successo in trasferta nella stagione, passa con autorità al Castellani e si issa nelle zone nobili della graduatoria, a quota 15. E' stata una vittoria netta e meritata, per la squadra di Ventura, costruita con un primo tempo che ha visto un Pisa più vivace fisicamente ma anche ineccepibile sul piano tattico. Buzzegoli, sulla fascia sinistra, è stato un incursore efficacissimo, sfiorando il gol già nei primi minuti (strepitosa la risposta di Bassi) e poi siglando la rete del vantaggio al 20' grazie a un rigore concesso per fallo in area su Birindelli. Il raddoppio di Joelson ha messo a nudo le pecche della difesa empolese, ma anche in attacco la formazione di casa non è riuscita a costruire nulla di concreto, nonostante l'inserimento - già al 30' del primo tempo - di Pasquato . Nella ripresa l'innesto di Pozzi non ha cambiato il destino della gara dell'Empoli, il Pisa ha gestito con ordine il vantaggio senza mai rischiare e anzi ha reso imbarazzante il k.o. della squadra di Baldini segnando il terzo gol con l'ex Gasparetto.

il Pisa in trionfo ad Empoli

29 ottobre 2008 - 11a giornata PISA-AVELLINO 1-1

Pisa: Alfonso, Feussi, Zavagno, Radovanovic, Trevisan, Viviani, Job, Braiati, Gasparetto, Joelson (52' Greco), Alvarez (65' Masiero). All: Giampiero Ventura
A disp: Morello, Birindelli, Piccinni, Genevier, Taugourdeau
Avellino: Gragnaniello, Vaskò, Pecorari, Ghomsy, Doudou (55' Kouassi), Dettori, Pepe (83' Pacilli), Di Cecco, Ciotola, Aubameyang, Pellicori (67' Romondini). All: Campilongo
A disp: Padelli, Defendi, Gazzola, De Martino
Arbitro: Romeo di Verona
Reti: 47' pt. Pecorari; 53' st. Greco
Ammoniti: Braiati, Greco, Job; Ciotola, Diudou, Gragnagniello, Kouassi, Pecorari
Spettatori: 9.916 totali

In una serata caratterizzata da una pioggia fine ma incessante sono partiti forte gli ospiti che inizialmente hanno creato qualche grattacapo alla retroguardia nerazzurra. Poi è salito in cattedra l'undici di mister Ventura che via via si è reso pericoloso in particolare dapprima con un colpo di testa di Viviani fuori di un soffio e in seguito con un'iniziativa di Alvarez il cui tiro è finito sull'esterno della rete. In pieno recupero, poi, è giunto un pò a sorpresa il vantaggio ospite, grazie a una ribattuta sotto misura di Pecorari sugli sviluppi di un corner. In avvio di ripresa però ci ha pensato subito Greco a ristabilire gli equilibri, con un preciso stacco di testa su una pennellata di Job; rete giunta dopo pochissimi secondi dal suo ingresso in campo in luogo di Joelson. Quattro minuti più tardi il Pisa potrebbe anche passare in vantaggio ma la traversa dirà no al potente destro di Alvarez che subito dopo dovrà abbandonare il campo per un guaio muscolare. Fino al fischio finale i neroazzurri hanno cercato la rete della vittoria, senza tuttavia riuscire a trovare lo spunto vincente. In testa alla classifica guida la coppia Empoli-Grosseto; il Pisa si colloca al decimo posto a quota 16 punti.

1 novembre 2008 - 12a giornata BARI-PISA 1-0

BARI: 1 Gillet, 8 Bianco, 3 Esposito, 27 Stellini, 33 Bonomi, 7 Rivas (22'st Donda), 4 De Vezze, 14 Gazzi, 10 Kamata (38'st Masiello), 18 Caputo, 16 Barreto (28'st Sodinha). A disp. 72 Santoni, 26 Galasso, 9 Volpato, 20 cavalli All. Antonio Conte
PISA: 27 Alfonso, 15 Birindelli (38'st Taugordeu), 32 Viviani(12'st Piccinni), 6 Trevisan, 16 Zavagno, 17 Raggio Garibaldi (7'st Feussi), 20 Braiati, 2 Genevier, 7 Job, 30 Gasparetto, 23 Greco. A disp. 1 Morello, 21 Radovanovic, 88 Masiero. All. Gian Piero Ventura
Arbitro: Ciampi di Roma
Assistenti: Passeri e Dobosz
Quarto uomo: Viti
RETI: 22'st Barretto (rig.)
Ammonizioni: Birindelli, Trevisan, Zavagno, Raggio Garibaldi (P); Stellini (B)

Nel primo tempo pugliesi mai pericolosi se non per un paio di discese di Kamata sulla sinistra, sul quale Birindelli prende presto le misure. Al 30° min. la prima vera palla gol dell'incontro è del Pisa, discesa di Job sulla sinistra, palla in mezzo per Gasparetto che appoggia di petto all'accorrente Greco che, sbilanciato da un avversario a pochi metri dalla porta, non riesce a battere Gillet che si ritrova la palla tra le mani. Due minuti dopo Gasparetto ruba palla a Stellini, serve Greco, entra in area, ma anche in questo caso viene disturbato al momento del tiro da Bianco e non riesce ad impensierire il portiere avversario. Prima della fine del primo tempo ci prova anche Job di destro da fuori area ma la palla termina alta sulla traversa. Il secondo tempo si apre sulla falsa riga del primo, le due squadre sembrano controllarsi. Al 12° min. Viviani deve lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto entra Piccinni. Al 22° min. la svolta dell'incontro: rilancio lungo senza pretese di Stelllini, Trevisan in un primo tempo chiude bene su Kamata poi però si fa rubare il pallone dallo stesso e scivolando provoca la caduta dell'attaccante avversario. Per l'arbitro non ci sono dubbi, calcio di rigore, mentre il replay mostra una lieve trattenuta subita da Trevisan. Barreto trasforma il rigore che purtroppo deciderà il match. Dopo essere passato in svantaggio il Pisa si è riversato nella metà campo avversaria ma il Bari non ha concesso molto. L'occasione migliore è capitata sui piedi di Trevisan che, sugli sviluppi di un corner, per un soffio non ha trovato la porta. Nei minuti di recupero, con un Pisa sbilanciato alla ricerca di un pari più che meritato, De Vezze, lanciato in contropiede, ha la palla per il 2a0 ma a tu per tu con Alfonso calcia fuori. La partita finisce qui con un Pisa che continua ad avere un conto aperto con la fortuna soprattutto per l'incredibile serie di infortuni che l'accompagnano dall'inizio della stagione.

8 novembre 2008 - 13a giornata PISA-ASCOLI 1-1

PISA: 1 Morello, 15 Birindelli, 6 Trevisan, 32 Viviani, 16 Zavagno; 2 Genevier, 20 Braiati (38'st 21 Radovanovic), 13 Degano, 7 Job, 30 Gasparetto, 14 Joelson (29'pt 88 Masiero, 30'st 17 Raggio Garibaldi). A disp. 27 Alfonso, 25 Ferri, 77 Piccinni, 26 Feussi. All. Ventura
ASCOLI: 1 Taibi, 13 Nastos, 15 Bellusci, 24 Micolucci, 18 Pesce, 20 Aloe (26'st 11 Giallombardo), 8 Di Donato, 21 Lusci, 77 Luisi (14'st 5 Giorgi), 10 Sommese, 99 Soncin (38'st 29 Bucchi). A disp. 16 Pennisi, 4 Belinghieri, 9 Cani, 19 Raffaello. All. Chiarenza
Arbitro: Stefanini di Prato (Ferrandini - Galloni)
Marcatori: 8'st Soncin, 46' Viviani
Espulsi: 32'st Di Donato, 50'st Taibi
Ammoniti: Bellusci, Di Donato, Luisi, Giorgi

La prima frazione vede un Ascoli accorto ma comunque pronto a colpire, visti anche gli elementi di grande esperienza schierati da mister Chiarenza in attacco. Tra questi Soncin, che nelle prime battute di gara impensierisce non poco Morello. Il Pisa si fa notare con una punizione di Birindelli finita contro la barriera ospite e con un'incornata sopra la traversa di Braiati con Joelson, nell'azione, trattenuto in maniera irregolare in piena area. Gli ospiti si rendono particolarmente insidiosi sul finire di tempo quando Morello risulta determinante nel respingere una conclusione da distanza ravvicinata di Bellusci.
Nella ripresa l'ulro della Nord torna più alto che mai. E il Pisa va vicino al vantaggio con Masiero, subentrato all'infortunato Joelson, e con Gasparetto. Ma al 7' gli ospiti passano in vantaggio con Soncin, abile a ribattere a rete una respinta di Morello. Il Pisa prova subito a scuotersi e al 20' Degano, solo davanti Taibi calcia a fil di palo. Al 32' prima espulsione tra le file dell'Ascoli: ne fa le spese, per doppia ammonizione, Di Donato. La gara si fa sempre più convulsa con il Pisa alla disperata ricerca del pareggio e gli ospiti che tentano di portare a casa i tre punti. Al 43', però, su una conclusione da fuori di Radovanovic l'arbitro Stefanini decreta un calcio di rigore per il Pisa, a seguito di una presunta irregolarità ai danni di Gasparetto. La conlcusione di Degano viene deviata in angolo dall'ottimo Taibi. Sugli sviluppi del corner però, è Viviani a trovare il tocco vincente, ristabilendo la parità dell'incontro. Nel finale tra i marchigiani viene espulso anche Taibi, forse per qualche parola di troppo. Nei 5 minuti di recupero i nerazzurri, in netta superiorità numerica, proveranno a fare il colpaccio ma la conclusione di Genevier terminerà di poco a lato.
I nerazzurri salgono così in graduatoria a quota 17 punti, andando ad occupare la tredicesima posizione.

14 novembre 2008 - 14a giornata MANTOVA-PISA 2-1

MANTOVA:31 Handanovic, 72 Sacchetti, 5 Notari, 19 Cristante, 3 Balestri, 28 Passoni, 4 Spinale, 33 Tarana, 24 Corona, 23 Rizzi (28'st 2 Cuneaz), 99 Godeas (39'pt 77 Salviato). A disp. 1 Bellodi, 13 Sedivec, 8 Venitucci, 7 Marchesetti, 20 Locatelli. All. A. Costacurta
PISA: 1 Morello, 15 Birindelli, 32 Viviani (40'st 21 Radovanovic), 6 Trevisan, 16 Zavagno, 17 Raggio Garibaldi (15'st 88 Masiero), 2 Genevier, 20 Braiati, 7 Job, 30 Gasparetto, 13 Degano (33'st 19 Bombagi). A disp. 27 Alfonso, 5 Raimondi, 26 Feussi, 77 Piccinni. All. Gian Piero Ventura
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta
ASSISTENTI: Didato-Fittante
RETI: 10'pt Godeas(M), 36'pt Genevier(rig)(P),15'st Tarana (M)
Ammonizioni:Tarana(M),Viviani(p),Degano(P)
Espulsioni: 35'pt Cristante, 35'st Corona

LI padroni di casa hanno subito un'occasione dopo 50 secondi con un sinistro di Corona, palla fuori di pochissimo da buona posizione. Risponde subito il Pisa al 2° min. con Degano, anche in questo caso sinistro fuori di poco. Al 9° grande parata di Morello su un destro a colpo sicuro di Godeas. Il Pisa ha un maggior possesso di palla ma è il Mantova a creare le occasioni migliori. Al 10° min. sugli sviluppi di un corner dalla destra Godeas è il più lesto di tutti e tocca di testa in rete. Mantova in vantaggio e il Pisa sembra accusare il colpo. Ma è Morello ad esaltarsi, prima al 14° min. su Corona che stoppa e si gira provando il destro. Poi al 27' cross di Tarana dalla destra, Corona in spaccata di destro al volo, altro miracolo di Morello che devia in angolo. Scampato il pericolo il Pisa si riporta in avanti, al 35° min. c'è l'episodio che potrebbe cambiare le sorti del match: palla di Gasparetto per Degano che al momento di calciare in porta viene fermato fallosamente da Cristante, Ayroldi non ha dubbi, espelle il difensore e assegna il rigore al Pisa. Sul dischetto si presenta Genevier che non sbaglia e pareggia la partita. Costacurta corre ai ripari inserendo un difensore, Salviato, per una punta, Godeas. Il Mantova con un uomo in meno si chiude ma sul finire del primo tempo sfiora il vantaggio con una gran punizione di Passoni dalla distanza che finisce di poco sopra la traversa. Il secondo tempo inizia con un Pisa alla ricerca del varco giusto per impensierire la difesa avversaria ma viene punita da un contropiede micidiale di Tarana al 59° min, Mantova di nuovo in vantagggio: il centrocampista prende il largo sulla destra e lascia partire un sinistro insidioso e preciso che s'infila nell'angolo basso alla destra di Morello, nell'occasione probabilmente coperto non riesce a veder partire il tiro. A questo punto il Pisa si sbilancia alla ricerca del pareggio ma è ancora il Mantova pericoloso al 69° min. con Passoni dalla sinistra, cross basso per Rizzi che di sinistro mette fuori di un niente. In superiorità numerica i neroazzurri attaccano ma senza riuscire a creare l'occasione giusta per portare l'incontro in parità. All'81' Mantova addirittura in nove: viene espulso anche Corona per aver rifilato un colpo proibito a Zavagno proprio sotto gli occhi dell'assistente che richiama prontamente l'attenzione dell'arbitro Ayroldi. Il Mantova in nove uomini si chiude tutto nella propria area di rigore, il Pisa ci prova con dei tiri da lontano su cui però Handanovic si supera: all'88' destro di Birindelli da trenta metri, indirizzato all'incrocio, Handanovic alza in angolo, poi ci prova anche Radovanovic, subentrato a Viviani per l'assalto finale ma ancora il numero uno avversario si salva in corner. I ragazzi di mister Ventura ci provano fino in fondo ma non c'è più tempo per recuperare. I giocatori stremati vanno a ricevere il caloroso applauso dei tifosi neroazzurri presenti in gran numero anche al Martelli. Nonostante il risultato negativo c'è qualche aspetto positivo da segnalare: la squadra c'ha provato fino all'ultimo, il ritorno tra i convocati di Capitan Raimondi e soprattutto l'assenza, durante l'incontro, di infortuni che hanno caratterizzato e condizionato questa prima parte di stagione dei Neroazzurri.

22 novembre 2008 - 15a giornata PISA-CITTADELLA 0-3

PISA: 1 Morello, 15 Birindelli, 32 Viviani, 5 Raimondi, 16 Zavagno, 7 Job, 2 Genevier, 20 Braiati, 8 Buzzegoli (16'st 88 Masiero), 23 Greco, 30 Gasparetto. A disp. 27 Alfonso, 6 Trevisan, 26 Feussi, 77 Piccinni, 17 Raggio Garibaldi, 21 Radovanovic. All. Gian Piero Ventura.
CITTADELLA: 1 Pierobon, 29 Turato,22 Pesoli (24'st 20Colman), 3 Cherubin, 13 Teoldi, 31 Castiglia (33'st 8 Musso), 5 Iori, 81 Volpe, 14 Carteri, 69 Meggiorini, 19 Bonvissuto (19'st 18 Ganci). A disp. 23 Villanova, 4 Gorini, 21 Campo, 80 Oliveira. All. Foscarini
Arbitro: Riccardo Tozzi della sezione Aia di Ostia Lido (Assistenti: Segna-Riviello)
Reti: Bonvissuto 24',34'pt e 2' st
Ammonizioni: Job,Teoldi, Viviani, Greco, Pierobon

Al 9° min., su un calcio d'angolo battuto da Buzzegoli, è Gasparetto che salta più in alto di tutti ma sulla riga salva Pesoli con la coscia. Un minuto dopo è Greco ad impensierire il numero 1 avversario con una gran girata di sinistro da fuori area, risponde Pierobon con una bella parata in due tempi. Al 24° min. prima occasione per il Cittadella e gol di Bonvissuto che gira di testa in rete un cross dalla destra di Volpe, gran colpo di testa dell'attaccante siciliano e nulla da fare per Morello. Il Pisa accusa il colpo e non riesce a farsi pericoloso dalle parti di Pierobon. Al 42° min. è ancora Bonvissuto a farsi trovare pronto su un corner battuto da Iori sul primo palo, Morello, probabilmente ostacolato fallosamente da un avversario, è battuto per la seconda volta. Il primo tempo finisce con il doppio svantaggio ed a inizio ripresa, nemmeno il tempo di accennare una reazione, un'incomprensione tra Viviani e Raimondi spiana la strada a Bonvissuto che batte per la terza volta un incolpevole Morello. Entra subito Masiero per un generoso Buzzegoli, l'impegno del giovane uruguayano non manca come del resto non manca quello dei suoi compagni ma ormai è troppo tardi per recuperare. Una sconfitta da metabolizzare in fretta perchè sabato prossimo arriva il Frosinone guidato dall'ex Braglia e il Pisa ha bisogno di punti.

La squadra è in ritiro a Pescia...come ai vecchi tempi.

Il nuovo logo Mitropa Cup sulla maglia del Pisa

29 novembre 2008 - 16a giornata PISA-FROSINONE 3-1

PISA: 1 Morello, 15 Birindelli (23'st 26 Feussi) 32 Viviani, 6 Trevisan, 16 Zavagno, 2 Genevier, 20 Braiati, 7 Job, 13 Degano (35'st 21 Radovanovic); 23 Greco, 14 Joelson (19'st 30 Gasparetto). A disp. 27 Alfonso, 17 Raggio Garibaldi, 77 Piccinni, 88 Masiero. All. Ventura
FROSINONE: 1 Sicignano, 15 Nocentini, 6 Scarlato, 19 Ascoli, 4 Antonazzo (23'st 17 Martini), 8 Perra, 7 Biso (26'st 5 D'Antoni), 25 Bocchetti, 18 Lucenti (35'st 14 Di Roberto), 9 Dedic, 31 Tavares. 26 Frattali, 23 Giubilato, 40 Guidi, 88 Lorini. All. Braglia.
Arbitro: Calvarese di Teramo (Stallone - De Pinto)
Reti: 38' Joelson, 39' Tavares, 46'pt Degano; 37'st Greco
Ammoniti: Greco;, Job; Scarlato, Perra

Contestazioni e ritiro punitivo sono serviti ai toscani, che si sbarazzano del Frosinone e tornano al successo dopo oltre un mese. Joelson apre le danze prima che Diogo Tavares pareggi in mischia. Nel recupero del primo tempo, la svolta; sassata di Degano dal limite e palla sotto la traversa. Greco chiude i conti nella ripresa. Vittoria e sorpasso in classifica proprio ai danni dei ciociari.

6 dicembre 2008 - 17a giornata ANCONA-PISA 2-4

ANCONA: 1 Sirigu, 87 Masiero, 5 Olivieri, 6 Langella, 3 Rizzato, 4 Catinali, 7 Soddimo (22'st  17 Surraco), 20 De Falco (12'st 8 Anderson), 86 Siqueira (8'st 84 Schiattarella), 11 Nassi, 9 Mastronunzio. A disp. 27 Da Costa, 25 Camillucci, 82 Anastasi, 18 Colacone. All.Monaco
PISA: 1 Morello, 15 Birindelli (23'st 26 Feussi), 32 Viviani, 6 Trevisan, 16 Zavagno, 7 Job, 2 Genevier, 20 Braiati, 13 Degano (16'st 8 Buzzegoli), 14 Joelson (31'st 21 Radovanovic), 30 Gasparetto. A disp. 27 Alffonso, 77 Piccinni, 17 Raggio Garibaldi, 88 Masiero. All.Ventura
Arbitro: M. Cavarretta di Trapani; assistenti Buonocore e Forconi; quarto uomo Valentini
Reti: Joelson 9',19'pt,4'st;Gasparetto 30'pt;Nassi 24'st;Surraco 30'st
Ammonizioni:Birindelli, Genevier, Gasparetto (P); De Falco (A)

Il Pisa passeggia sui guai di una difesa dorica decimata da infortuni e squalifiche . I toscani impiegano mezz`ora per chiudere il conto al Del Conero. L’Ancona crolla sotto i colpi di Degano, assoluto padrone della fascia sinistra, Joelson (due gol in meno di venti minuti) e Gasparetto, che firma il 3-0. Eppure i marchigiani erano partiti benissimo: due gli interventi di Morello su Mastronunzio nei primi 6’. Poi sale in cattedra Joelson che apre le danze al 9’ mettendo dentro il cross di Degano. Dieci minuti dopo il brasiliano fa bis di testa, ancora su servizio dell’ex dorico. Poi Joelson si trasforma in assist-man e al 30’ manda in rete Gasparetto.
Quando il Pisa arretra, ci pensa Morello (altro ex), in una circostanza con l’aiuto del palo (su tiro di Nassi) a superarsi in almeno cinque chiusure prodigiose. L’Ancona spreca, il Pisa dilaga. A inizio ripresa Joelson cala il poker (tripletta personale) su cross da destra di Job. Ci pensano poi Nassi, correggendo di tacco il diagonale di Surraco, e lo stesso esterno uruguaiano (bellissimo lo slalom) a rendere meno pesante il passivo per i biancorossi.
datasport

13 dicembre 2008 - 18a giornata PISA-PARMA 2-1

PISA: 1.Morello, 15.Birindelli, 16.Zavagno, 20.Braiati, 6.Trevisan, 32.Viviani, 7.Job, 2.Genevier, 30.Gasparetto, 14.Joelson (18'st 23.Greco), 13.Degano (28'st 9. Alvarez, 31'st 21 Radovanovic). A disp.: 27 Alfonso, 26 Feussi, 77 Piccinni, 8 Buzzegoli. All. Ventura
PARMA: 1.Pavarini, 19.Falcone, 6.A.Lucarelli, 13.Rossi (28'st 3.Antonelli), 7.Castellini, 4.Morrone, 32.Budel (28'st 16.Kutuzov), 17.Mariga, 10.Leon (36'st 43.Paloschi), 9.Reginaldo, 99.C.Lucarelli. A disp.: Pegolo, Matteini, Paponi. All. Guidolin
ARBITRO: Tagliavento di Terni
Reti: 30'pt. rig C. Lucarelli; 12'st Braiati, 15' Joelson
Ammoniti: Gasparetto; Budel, Rossi, Morrone, Leon, Falcone
Spettatori totali: 10.173

I neroazzurri sembrano avere il giusto impatto con il match, con due occasioni dei primi dieci minuti: prima Gasparetto di testa impegna Pavarini, poi Degano dalla distanza fa gridare al gol ma il pallone deviato dal portiere del Parma carambola sulla parte alta della traversa.
Al 30' arriva il vantaggio ospite con un calcio di rigore trasformato da Lucarelli al 30' per un contatto tra Braiati e A. Lucarelli giudicato falloso.
Nella ripresa tuttavia i nerazzurri ribaltano la situazione in meno di tre minuti. Dapprima Braiati, al 12', sale in cielo incornando imparabilmente un perfetto traversone di Job; poi, al 15', Joelson sfrutta al meglio una corta respinta di Pavarini su un fendente di Degano, insaccando sotto la traversa. Nel finale Greco avrebbe l'occasione per arrotondare ulteriormente il punteggio ma Pavarini riesce ad ipnotizzare il numero 23 nerazzurro sventando la ghiotta occasione.
Da segnalare infine un netto fallo di mano di A. Lucarelli in piena area non ravvisato dal signor Tagliavento nel corso del primo tempo e gli scroscianti applausi a fine partita a squadra, tecnici e dirigenza.

la splendida coreografia della curva nord

20 dicembre 2008 - 19a giornata PIACENZA-PISA 1-0

PIACENZA:1 Cassano,13 Avogadri, 5 Iorio, 3 Rickler, 22 Zammuto (38'st 27 Eramo), 24 Calderoni (33'st 19 Stamilla), 8 Riccio, 23 Naiggolan, 20 Guzman, 10 Rantier (10'st 9 Moscardelli), 21 Aspas. A disp. 55 Maurantonio, 14 Bianchi, 11 Ferraro, 44 Guerra. All.Pioli
PISA: 1 Morello, 15 Birindelli, 32 Viviani, 6 Trevisan, 16 Zavagno, 13 Degano (14'st 8 Buzzegoli), 2 Genevier, 20 Braiati Cap.(46'st 21 Radovanovic), 7 Job (3'st 9 Alvarez), 14 Joelson, 23 Greco. A disp. 27 Alfonso, 26 Feussi, 77 Piccinni, 17 Raggio Garibaldi, 21 Radovanovic, 9 Alvarez. All. Ventura
Arbitro: Tozzi di Ostia (Ciancaleoni-Barbirati)
Ammonizioni: Pisa:Viviani,Birindelli,Zavagno. Piacenza: Avogadri, Calderoni, Guzman.
Reti: Guzman 7'st

Ne viene fuori una prima frazione di gioco priva di grandi emozioni con i neroazzurri che hanno subito una buona occasione con Greco che serve Joelson in area di rigore, ma l'attaccante neroazzurro viene ostacolato al momento di battere a rete. Poi solo Piacenza. I padroni di casa rispondono, senza mai rendersi realmente pericolosi, con dei tiri dalla distanza. Bravo Morello a non farsi sorprendere da una conclusione improvvisa di Aspas dalla distanza. Nel secondo tempo s'intuisce subito che è un altro Pisa quello sceso in campo, ma alla prima vera occasione è Guzman a mettere la palla alle spalle di un incolpevole Morello. Bella la punizione del paraguaiano che non lascia scampo al numero uno neroazzurro. Il Pisa a questo punto sembra svegliarsi, prima Genevier con un gran destro e poi Alvarez, subentrato a Job, chiamano all'intervento Cassano che si salva in entrambe le occasioni con due ottimi interventi. Il Pisa continua a spingere ma il Piacenza non concede nulla fino ai minuti di recupero quando, sugli sviluppi di una punizione, Greco viene trattenuto in piena area di rigore proprio mentre stava per ribadire in rete una corta respinta di Cassano. Per l'arbitro Tozzi non ci sono dubbi: calcio di rigore. Sul pallone va lo stesso Greco, l'attaccante neroazzurro però si fa ipnotizzare dal numero uno avversario, sulla respinta è pronto Buzzegoli ma il suo sinistro s'infrange sull'incrocio dei pali. La partita finisce qui con l'amarezza per aver buttato via un punto ma soprattutto aver regalato un tempo agli avversari.

12 gennaio 2009 - 20a giornata PISA-RIMINI 1-3

PISA: 1.Morello, 26.Feussi, 77.Piccinni, 22.Musca, 16.Zavagno, 2.Genevier (Vice-Capitano), 20.Braiati (Capitano), 7.Job, 14.Joelson (20'st 13.Degano), 30.Gasparetto (9'st 23.Greco), 9.Alvarez (9'st 84.Antenucci).
Rimini
1.Pugliesi, 32.Vitiello, 5.Milone (Vice-Capitano), 20.Sottil, 77.Regonesi, 4.Cardinale, 8.Lunardini, 7.Frara (29'st 6.Basha), 10.Ricchiuti (Capitano), 9.Vantaggiato (38'st 21.Marchi), 84.Docente (19'st 27.Pagano).
Arbitro: Scoditti di Bologna Reti: 15' Vitiello, 45' rig. Vantaggiato, 46' Vantaggiato, 70' Greco.

Vantaggio del Rimini al quarto d'ora. Lancio d'esterno di Regonesi e imperioso stacco di Vitiellosu Zavagno, con la palla che s'infila all'angolo basso destro di un incolpevole Morello. Incapace di accelerare sulle fasce con Job e Alvarez, il Pisa non riesce mai a trovare un varco per impensierire Pugliesi. Il Rimini col suo insistito possesso palla, controlla con tranquillità, aspettando uno spunto improvviso di Docente e Vantaggiato, che partono larghi per materializzarsi improvvisamente in area. E in una di queste occasioni, al 43', Vantaggiato s'incunea su traversone basso di Frara da destra costringendo Piccini al fallo. Sul dischetto va lo stesso Vantaggiato che insacca nell'angolo destro nonostante Morello intuisca la traiettoria. Il Pisa non fa in tempo a riorganizzare le idee nell'intervallo, che al 1' del secondo tempo subisce la terza rete. Punizione dal limite di Vantaggiato, palla a scavalcare la barriera per poi infilarsi bassa alla destra del portiere. Ventura cambia le due punte centrali e un'ala, e più con la forza dei nervi che con lucidità, i nerazzurri provano a riaprire la partita. E al 68' riescono ad andare in rete: palla bassa di Genevier in area, Greco spunta all'altezza del secondo palo e sigla indisturbato. Ma il Rimini gestisce il vantaggio, porta a casa tre punti pesanti e aggancia in classifica i toscani.

17 gennaio 2009 - 21a giornata BRESCIA - PISA 4-0

BRESCIA:1 Viviano, 26 Martinez, 16 Mareco, 2 Zoboli, 3 Gorzegno (1'st 28 Berardi), 20 Savio, 24 Salomon, 32 Baronio(43'pt 8 Vass), 23 Dallamano (17'pt 6 Zambrella), 14 Feczesin, 18 Possanzini. A disp. 27 Arcari, 33 Rispoli, 19 Maccan, 11 Taddei. All. Sonetti
PISA: 27 Alfonso, 15 Birindelli, 32 Viviani, 6 Trevisan, 26 Feussi, 7 Job (8'st 9 Alvarez), 2 Genevier, 20 Braiati, 13 Degano (38'st 8 Buzzegoli, 14 Joelson, 30 Gasparetto (8'st 84 Antenucci). A disp. 12 Sarti, 22 Musca, 21 Radovanovic, 25 Ferri. All. Gian Piero Ventura
Arbitro: Dondarini di Finale Emilia (Italiani-Ponziani)
Reti: Zoboli 24'pt, 34'pt; Savio 26'st, 28'st
Ammonizioni: Feussi, Braiati, Degano (P); Zambrella, Salomon, Berardi (B)
Espulsioni: Trevisan 11'st (P)

Partita senza storia, ma dai due volti, prima e dopo l'espulsione di Trevisan a inizio ripresa per fallo di mano da ultimo uomo. Fin lì il Brescia aveva giocato meglio, ma senza dominare. Al 23' vantaggio di Zoboli sull'assist perfetto di Baronio che 10' più tardi si ripete, pennellando l'angolo per lo stesso Zoboli che prolunga fino a Possanzini per il 2-0. Gasparetto si divora la palla per riaprire la partita, poi dopo l'espulsione il Pisa si arrende e il Brescia dilaga con Savio Nsereko, 19enne nel mirino del West Ham che in un minuto ne fa due: il primo, in particolare, è un gioiello.

24 gennaio 2009 - 22a giornata GROSSETO - PISA 4-1

PISA: 27 Alfonso (1'st 1 Morello), 15 Birindelli, 32 Viviani, 22 Musca, 16 Zavagno, 9 Alvarez, 2 Genevier, 20 Braiati (11'st 7 Job), 21 Radovanovic, 14 Joelson, 13 Degano (18'st 84 Antenucci). A disp. 77 Piccinni, 25 Ferri, 8 Buzzegoli, 30 Gasparetto. All.Gian Piero Ventura
GROSSETO: 16 Polito, 5 Freddi, 25 Porchia, 21 Abruzzese, 33 Mora, 4 Valeri, 18 Cordova (35'st 7 Vitiello), 77 Bonanni (27'st 20 Gessa), 10 Consonni, 9 Sansovini (37'st 11Pichlmann), 29Pellicori. A disp. 12 Caparco, 13 Innocenti, 31 Marconi. All.Gustinetti Arbitro: Giannoccaro di Lecce  Gol:17'pt Genevier (rig) (P), 37'pt Pellicori (G), 39'pt Cordova (G), 40'st 43'st Pichlmann(G)
Ammonizioni:Morello, Musca (P); Freddi, Porchia, Mora, Bonanni, Sansovini (G) Espulsioni: 20'st Pellicori (G)

Il Grosseto contro il Pisa va sotto molto presto (Genevier su rigore segna il primo gol della giornata) ma ribalta la partita tra la fine del primo e il secondo tempo. Decisivi Polito (a inizio partita ferma Joelson lanciato in uno contro uno), Pichlmann (sua la doppietta che chiude la partita) e soprattutto Cordova. Il cileno segna il gol più bello del sabato con un destro all’incrocio da 25 metri: impressionante come il palo colpito ancora su punizione nel primo tempo. Per il Pisa, sempre più vicino alla zona rossa, tante preoccupazioni e un pensiero fisso: sul 2-1 Degano ha calciato fuori un rigore che avrebbe comunque cambiato la partita. Viene esonerato Cinquini, il direttore sportivo, al termine della partita.

31 gennaio 2009 - 23a giornata PISA-SASSUOLO 0-0

PISA: 1.Morello, 15.Birindelli, 32.Viviani, 5.Bonucci, 16.Zavagno, 2.Genevier (Vice-Capitano), 20.Braiati (Capitano) (34'st 8.Buzzegoli), 21.Radovanovic, 9.Alvarez, 30.Gasparetto (41'st 7.Job), 23.Greco (15'st 84.Antenucci). A disp: 12.Sarti, 13.Degano, 22.Musca, 77.Piccinni.
Sassuolo: 32.Bressan, 13.Rea, 28.Andreolli, 6.Piccioni (Capitano), 27.Consolini, 8.Pagani (30'st 20.Fusani), 4.Magnanelli, 10.Pensalfini, 19.Salvetti (Vice-Capitano)(30'st 16.Poli), 18.Noselli, 99.Zampagna (40'st 11.Herpen). A disp: 22. Branchetti, 15.Girelli, 21. Della Rocca, 24. Anselmi.
Arbitro: sig. Russo di Nola (Alessandrtoni, De Santis, Bolano)
Ammoniti: Genevier, Gasparetto, Braiati; Piccioni

Qui, pochissime emozioni. Il pareggio muove la classifica di entrambe le squadre. Piccolo dettaglio, gli emiliani non sono più quarti da soli, ma in compagnia anche di Parma e Grosseto. Finalmente un punto, dopo quattro sconfitte in fila, per il Pisa.

7 febbraio 2009 - 24a giornata MODENA-PISA 3-3

PISA:1 Morello, 15 Birindelli, 32 Viviani (25'st 77 Piccinni), 5 Bonucci, 16 Zavagno, 37 D'Anna (33'st 21 Radovanovic), 2 Genevier, 20 Braiati (Cap.), 9 Alvarez, 30 Gasparetto, 23 Greco (16'st Antenucci). A disp. 27 Alfonso,17 Raggio Garibaldi, 13 Degano, 7 Job. All.Ventura
Modena:78 Frezzolini, 32 Daino, 13 Gozzi, 50 Perna, 5 Gemiti, 3 Bolano, 31 Amerini, 4 Longo (25' st 17 De Oliveira), 7 Biabiany, 9 Bruno, 11 Catellani (10' st Pinardi). A disp. 88 Castelli, 2 Diagouraga, 77 Giampà, 76 Fantini. All.Apolloni. Arbitro: Gervasoni di Mantova (Manganelli-Chiocchi)
Gol: 2'pt,20pt Greco (P); 13'pt Alvarez (P); 16'pt Longo (M); 42'pt Catellani (M); 20'st Bruno (M) Ammonizioni: Viviani, Piccinni, Zavagno, Antenucci (P); Amerini, Perna (M) Espulsioni:Perna 50'st (doppia ammonizione)(M)

Gol, pali, rigori sbagliati, emozioni a grappoli, sette minuti di recupero nella ripresa. Basta? Pronti via: Greco e Alvarez lanciano il Pisa. E' il quarto d'ora e la partita sembra già finita. Longo accorcia, ma ancora Greco ristabilisce le distanze. Catellani si trasforma in uno slalomista e prima dell'intervallo è 2-3. A inizio ripresa Bruno si fa parare un rigore da Morello e sulla respinta Biabiany prende il palo da due metri. Ma lo stesso Bruno si prende la rivincita sfruttando uno svarione della difesa toscana. Radovanovic, dall'altra parte, scheggia anche lui il palo con un destro da fuori. Finisce pari. In tutto questo, il Modena è sempre più ultimo.

14 febbraio 2009 - 25a giornata PISA-LIVORNO 2-1

PISA: 1. Morello, 15. Birindelli, 32. Viviani, 5. Bonucci, 16. Zavagno; 2. Genevier, 20. Braiati, 37. D'Anna (34' st 21. Radovanovic), 9. Alvarez; 14. Joelson (28' 84. Antenucci), 23. Greco (33' st 30. Gasparetto). A disp: 91. Balli, 77. Piccinni, 13. Degano, 7. Job. All. Ventura. Livorno: 1. De Lucia; 87. Rosi, 77. Grandoni, 5. Terranova, 8. Bonetto (1' st 46. Rizza); 21. Loviso (20' st 6. Bergvold), 7. Pulzetti, 83. Candreva; 10. Tavano, 23. Diamanti; 20. Rossini (24' st 9. Danilevicius). A disp: 29. Vono, 66. Galante, 66. E. Filippini, 11. Paulinho. All. Acori. Arbitro: Farina di Novi Ligure (Comito e Giachero, quarto uomo Viti)
Reti: 10' Greco, 42' Diamanti, 44'pt Viviani.
Espulso al 43' st Diamanti
Ammoniti: Greco, Zavagno, Birindelli, Morello, D'Anna; Rossini, Bonetto, Grandoni.
Per tornare alla conquista dei tre punti, il Pisa sceglie la partita più attesa, quella in cui la vittoria mancava dal 1977. Gli uomini di Ventura (che schiera a sorpresa D'Anna e Alvarez sulla destra) riescono ad avere la meglio sulla prima in classifica al termine di una partita molto intensa e combattuta anche se disputata in un clima surreale: sono circa 5.000 i presenti infatti a causa delle disposizioni sull'ordine pubblico e della protesta messa in atto da parte degli abbonati. 
I neroazzurri sono partiti in modo molto deciso e, dopo alcuni fraseggi molto interessanti, si sono portati in vantaggio al 10': bella torre di Joelson a centro area per Greco che di sinistro non lascia scampo a De Lucia. Il Livorno non si scompone e con il passare dei minuti guadagna metri. Diamanti è molto pericoloso sui calci da fermo ma Morello si fa sempre trovare attento; tuttavia al 42' il numero 23 amaranto disegna una parabola imprendibile e riporta il risultato in parità. Dopo soli due minuti però Alvarez con un affondo dei suoi guadagna una punizione da posizione molto interessante che viene sfruttata al meglio: Viviani insacca di testa (grande gioia per lui, pisano doc) e di nuovo l'Arena esplode.
Nella ripresa i neroazzurri sono bravi a lasciare pochi spazi ai livornesi; le sostituzioni non cambiano gli equilibri del match anzi è il Pisa a rendersi più pericoloso con Greco, Alvarez e Antenucci che colpisce un palo. La partita sembra spegnersi con l'espulsione di Diamanti per un'entrata pericolosa su Zavagno. Dopo 5 minuti di recupero, il triplice fischio di Farina consegna il derby al Pisa.

17 febbraio 2009 - 26a giornata VICENZA-PISA 0-0

VICENZA: 14 Fortin,7 Raimondi, 4 Zanchi, 80 Innocenti, 21 Martinelli, 20 Bottone, 33 Magallanes, 77 Botta, 9 Forestieri (37'pt Gorobsov), 10 Sgrigna, 11 Bjelanovic (44'st 29 Margiotta). A disp. 1 Frison, 13 Giani, 6 Foglio, 32 Serafini, 25 Morosini. All. Gregucci
PISA: 1 Morello, 15 Birindelli, 5 Bonucci, 32 Viviani, 16 Zavagno, 7 Job(17'st 9 Alvarez), 2 Genevier, 13 Degano, 37 D'Anna, 30 Gasparetto, 84 Antenucci (32'st 23 Greco G.). A disp. 91 Balli, 77 Piccinni, 26 Feussi, 21 Radovanovic, 10 Greco L. All. Gian Piero Ventura
Arbitro: Candussio di Cervignano (Assistenti Foschetti-Tonolini)
Ammonizioni: Zavagno, Genevier, Gasparetto (P); Zanchi (V)

Poche emozioni. Gasparetto è troppo solo in attacco, Bjelanovic non è in serata (il suo destro è la prima vera opportunità dopo oltre un'ora di gioco). Nel finale Pisa vicino al gol con Zavagno.


LE ULTIME PARTITE DELLA STAGIONE


23 febbraio 2009 - 27ª giornata. PISA-SALERNITANA 0-0

PISA: Morello, Birindelli, Viviani, Bonucci, Zavagno, Braiati, D’Anna (64’ Radovanovic), Degano (80’ Job), Alvarez, Antenucci (75’ Gasparetto), G. Greco. All. Gian Piero Ventura. SALERNITANA: Berni, Kyriazis, Fusco, Peccarisi, Marchese, Ciaramitaro (33’ Fatic), Pestrin, Soligo, Iunco, Fava, Di Napoli (68’
Cannarsa). All. Castori. ARBITRO: Cavarretta di Trapanij.


28 febbraio 2009 - 28ª giornata. TRIESTINA-PISA 1-0

TRIESTINA: Agazzi, Milani, Cottafava, Minelli, Cacciatore, Antonelli, Gorgone (83’ Petras),Princivalli, Testini (75’ Pani), Granoche, Della Rocca (63’ Cia). All. Maran. PISA: Morello, Birindelli, Viviani, Bonucci, Zavagno, Genevier, Radovanovic (60’ L. Greco), Degano (82’ Antenucci), Alvarez, Gasparetto, G. Greco. All. Ventura. ARBITRO: Tozzi di Ostia. RETE: 3’ Della Rocca.


07 marzo 2009 - 29ª giornata. PISA-ALBINOLEFFE 2-0

PISA: Morello, Birindelli (77’ Feussi Fongang), Bonucci, Piccinni, Zavagno, D’Anna, Genevier, Degano, Alvarez (92’ Job), G. Greco (80’ Antenucci), Gasparetto. All. Ventura. ALBINOLEFFE: Narciso, Luoni, Gervasoni,Conteh, Renzetti (68’ Gabionetta), N. Madonna, Caremi (68’ Previtali), Carobbio,
Laner, Cellini, Ruopolo (74’ Cissè). All. Madonna. ARBITRO: Celi di Campobasso. RETI: 64’ G. Greco (rig), 84’ Antenucci.

 

14 marzo 2009 - 30ª giornata. TREVISO-PISA 0-2
TREVISO: Guardalben, Pianu (46’ Baccin), Scurto, Mezzano, Smit, Missiroli, Gissi, Guigou, Cafasso, Zigoni (68’ Foti), Musetti. All. Balbo.
PISA: Morello, Birindelli, Viviani, Bonucci (79’ Piccinni), Zavagno, D’Anna, Genevier, Degano (62’ L. Greco), Alvarez (72’ Job), Gasparetto, Antenucci. All. Ventura. ARBITRO: Marelli di Como. RETI: 28’ Alvarez, 68’ Viviani.


17 marzo 2009 - 31ª giornata. PISA-EMPOLI 2-0
PISA: Morello (54’ Cejas), Birindelli, Bonucci, Viviani, Zavagno, D’Anna, Genevier, Degano (78’ L. Greco), Alvarez (89’ Job), Gasparetto, Antenucci. All. Ventura. EMPOLI: Bassi, Cupi, Marzoratti, Kokoszka (69’ Lodi), Sabato, Buscè, Carrus, Moro, Valdifiori (46’ Vannucchi), Flachi (72’ Pasquato),
Corvia. All. Baldini. ARBITRO: Romeo di Verona. RETI: 26’ Degano, 63’ Alvarez.


21 marzo 2009 - 32ª giornata. AVELLINO-PISA 2-0
AVELLINO: Padelli, Gazzola, Vaskò, Doudou, Mesbah (69’ De Martino), Koman (85’ Venitucci), Di Cecco, Dettori, Ciotola (60’ Cosenza), De Zerbi, Sforzini. All. Campilongo. PISA: Cejas, Birindelli (55’ Radovanovic), Viviani, Bonucci, Zavagno, D’Anna, Genevier (65’ Braiati), Degano (55’ Job), Alvarez, Gasparetto,
Antenucci. All. Ventura.ARBITRO: Peruzzo di Schio. RETI: 7’ e 60’ Ciotola.


29 marzo 2009 - 33ª giornata. PISA-BARI 0-1
PISA: Cejas, Feussi Fongang, Viviani, Bonucci, Zavagno, D’Anna (71’ L. Greco), Genevier, Degano (79’ Radovanovic), Job, Gasparetto, Joelson (46’ Antenucci). All. Ventura. BARI: Gillet, Masiello, Esposito (11’ Ranocchia), Stellini, Parisi, Rivas (86’ Lanzafame), Gazzi, Donda, Guberti, Caputo (65’ Kamata), Barreto. All. Conte.ARBITRO: Saccani di Mantova. RETE: 10’ Guberti.


04 aprile 2009 - 34ª giornata. ASCOLI-PISA 1-0

ASCOLI: Guarna, Bellusci, Melucci, Micolucci (70’ Camillini), Nastos, Luisi, Di Tacchio, Pesce, Sommese (74’ Giorgi), Soncin, Cani (88’ William). All. Colomba.
PISA: Cejas, Birindelli, Bonucci, Viviani, Zavagno (74’ Greco), D’Anna, Genevier, Degano (51’ Braiati), Job, Gasparetto, Joelson (55’ Antenucci). All. Ventura. ARBITRO: Candussio di Cervignano. RETE: 19’ Sommese.


21 aprile 2009 - 35ª giornata. MANTOVA-PISA 2-1
MANTOVA: Handanovic, Sacchetti, Notari, Cristante, Balestri, Tarana, Spinale, Passoni, Rizzi (73’ Cuneaz), Corona, Godeas (39’
Salviato). All. Costacurta. PISA: Morello, Birindelli, Viviani (84’ Radovanovic), Trevisan, Zavagno, Raggio Garibaldi (61’ Masiero), Genevier, Braiati, Job, Degano (78’ Bombagi), Gasparetto. All. Ventura. ARBITRO: Ayroldi di Molfetta. RETI: 9’ Godeas, 36’ Genevier (rig), 59’ Tarana.

 

18 aprile 2009 - 36ª giornata. CITTADELLA-PISA 1-0
CITTADELLA: Pierobon, Manucci, Pesoli, Cherubin, Teoldi, Volpe (54’ De Gasperi), Castiglia, Iori, Oliveira (83’ Di Matteo), Carparelli (54’ Bonvissuto), Meggiorini. All. Foscarini. PISA: Cejas, Birindelli, Bonucci, Piccinni, Zavagno, Radovanovic (76’ Braiati), Genevier, l. Greco (59’ Joelson), Alvarez, Degano (68’ Job), Antenucci. All. Ventura. ARBITRO: Calvarese di Teramo. RETE: 12’ Iori (rig).

 

25 aprile 2009 - 37ª giornata. FROSINONE-PISA 1-1
FROSINONE: Sicignano, Maietta, Scarlato, Ascoli, Bocchetti, Lucenti, Perra, Biso (57’ D Antoni), Cariello (79’ Di Roberto), Eder, Dedic (60’ Tavares). All. Braglia. PISA: Cejas, Birindelli, Viviani, Bonucci, Zavagno,Alvarez (72’ Antenucci), Genevier,Braiati, D’Anna, Degano (60’ Job), Joelson (80’ Gasparetto). All. Giordano. ARBITRO: Tagliavento di Terni. RETI: 16’ Viviani, 59’ Eder.

 

02 maggio 2009 - 38ª giornata. PISA-ANCONA 2-0
PISA: Cejas, Birindelli, Viviani, Trevisan, Zavagno (67’ Piccinni), Alvarez (46’ Gasparetto), Genevier, Braiati, D’Anna, Degano (73’ Job), Joelson. All. Giordano. ANCONA: Da Costa, Turati (46’ Rincon), Comazzi, Vanigli, Rizzato, Catinali, De Falco, Soddimo, Schiattarella (61’ Colacone), Siqueira (66’ Miramontes), Mastronunzio. All. Monaco. ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo. RETI: 55’ Trevisan, 72’ Joelson.


09 maggio 2009 - 39ª giornata. PARMA-PISA 2-0
PARMA: Pavarini, Zenoni, Paci, Troest, Castellini, A. Lucarelli, Budel, Morrone, Mariga (40’ Leon), Paloschi (82’ Lunardini), Vantaggiato (65’ C. Lucarelli). All. Guidolin. PISA: Cejas, Viviani, Bonucci (67’ Greco), Trevisan, Piccinni, Job, Genevier, Braiati, Raggio Garibaldi (58’ Radovanovic), D’Anna (76’ Gasparetto), Joelson. All. Giordano. ARBITRO: Saccani di Mantova. RETI: 71’ C. Lucarelli, 85’ Leon.

 

15 maggio 2009 - 40ª giornata. PISA-PIACENZA 1-3
PISA: Cejas, Birindelli (68’ Piccinni), Viviani, Bonucci, Trevisan, Job (65’ Degano), Genevier, Braiati, D’Anna, Gasparetto, Joelson (81’ Antenucci). All. Giordano. PIACENZA: Cassano, Avogadri, Mengoni, Zammuto, Calderoni, Nainggolan, Riccio(89’ Bianchi), Passoni, Moscardelli, Volpato (52’ Bini), Graffiedi (68’ Guzman). All. Pioli. ARBITRO: Brighi di Cesena. RETI: 1’ Moscardelli, 30’ Genevier, 77’ Riccio, 86’ Calderoni.

 

23 maggio 2009 - 41ª giornata. RIMINI-PISA 1-1

RIMINI: Agliardi, Vitiello, Milone (62’ Rinaldi), Sottil, Catacchini, Pagano (89’ Paponi), Basha, Frara, La Camera (85’ Paraschiv), Ricchiuti, Docente. All. Carboni. PISA: Cejas, Birindelli, Viviani, Bonucci, Trevisan, Braiati, Raggio Garibaldi (86’ Job), Alvarez, Genevier, Degano (67’ Feussi Fongang), Joelson (39’ Antenucci). All. Giordano. ARBITRO: Ciampi di Roma. RETI: 82’ Sottil, 92’ (rig) Genevier.


30 maggio 2009 - 42ª giornata. PISA-BRESCIA 0-1
PISA: Cejas, Birindelli, Viviani, Piccinni, Zavagno, Raggio Garibaldi (57’ Degano, 79’ Antenucci), Braiati, Alvarez, Genevier, Job (76’ L. Greco), Gasparetto. All. Giordano. BRESCIA: Arcari, Rispoli, Bega, Mareco, Gorzegno, Zambrella, Baronio, Vass, Taddei (20’ Zambelli), Nassi (78’ Feczesin), Okaka (68’
Dallamano). All. Cavasin. ARBITRO: Ayroldi di Molfetta. RETE: 93’ Zambrella.

 

Solo i tabellini per ricordare come è finita la storia del Pisa calcio...

 

CLASSIFICA FINALE:

 

PS SQUADRA PT G V N P GF GS
1 Bari 80 42 22 14 6 65 35
2 Parma 76 42 19 19 4 65 34
3 Livorno 68 42 16 20 6 64 40
4 Brescia 67 42 18 13 11 54 40
5 Empoli 67 42 18 13 11 53 44
6 Grosseto 64 42 18 10 14 64 66
7 Sassuolo 60 42 15 15 12 57 50
8 Triestina 59 42 16 11 15 52 47
9 Albinoleffe 58 42 15 13 14 49 49
10 Piacenza 55 42 14 13 15 48 48
11 Frosinone 53 42 13 14 15 48 53
12 Vicenza 52 42 13 13 16 44 41
13 Salernitana 51 42 14 9 19 46 56
14 Modena 51 42 13 12 17 54 63
15 Ascoli* 50 42 14 10 18 37 48
16 Rimini 50 42 13 11 18 43 56
17 Cittadella 50 42 11 17 14 42 43
18 Mantova 50 42 11 17 14 38 45
19 Ancona 49 42 14 7 21 54 66
20 PISA 48 42 12 12 18 45 55
21 Avellino* 40 42 9 15 18 41 61
22 Treviso* 36 42 7 16 19 36 59


Si ringrazia Gabriele Masotti per le fotografie (www.gabrielemasotti.it). I video delle partite, dopo ogni gara, sono presenti nella nostra WEBTV nella finestra ONDEMAND.

Testo a cura di Michele Bufalino, tabellini e cronaca partite da Pisacalcio.it

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Agosto 2009 21:02
 

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!