Ac Pisa 1909 News
Il video di Pisa-Barletta 2-2 PDF Stampa E-mail


Ecco il video di Pisa-Barletta 2-2, valevole per la terza giornata di Lega Pro, prima divisione, girone B

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Settembre 2012 17:28
 
Pisa-Barletta 2-2 PDF Stampa E-mail

Domenica 16 settembre 2012 – Lega Pro, Prima Divisione, 3a Giornata

Pisa – Barletta 2-2

 

PISA: Siepe, Sbraga (18’s.t. Gatto), Benedetti, Barberis (33’ s.t. Fondi), Rozzio, Colombini, Buscè, Rizzo (30’s.t. Scappini), Perez, Favasuli, Tulli. All. Pane

BARLETTA: Pane, Calapai, Mazzarani, Meduri, Menegaz, Burzigotti, Ferreira (15’ s.t. Molina), Piccinni, Barbuti (21’s.t. La Mantia), Dezi, Carretta (33’s.t. Angeletti). All. Novelli

Gol: 4’ Perez, 41’ Barbuti, 43’s.t. Perez, 44’s.t. Carretta

Arbitro: Daniele Bindoni di Venezia

Ammoniti: Colombini, Sbraga, Meduri, Menegaz, Scappini

Espulso Piccinni per doppia ammonizione.

Note: Abbonati 1680, presenti 4000 spettatori circa

Minuti di recupero: 0 p.t./4’ s.t.

 

PISA – Siamo alla terza giornata ed è già emergenza difesa per il Pisa. Pane deve rinunciare a Suagher, fuori per 5 mesi, e Sabato, fuori per un mese in seguito a un attacco di appendicite e già operato. L’allenatore del Pisa è quindi costretto a fare alcuni cambi tattici, cercando di fare di necessità virtù. In campo dunque per il Pisa una squadra con una media età di poco più di 24 anni, contro il Barletta, che si affida invece totalmente ai giovani, e con un’età media di poco più di 20 anni in campo nella sfida odierna.

 

PRIMO TEMPO – La partita si mette subito benissimo per i nerazzurri. È infatti Perez a sfruttare benissimo un errore della retroguardia barlettana, inserendosi nello spazio e segnando la rete dell’1-0. In generale abbiamo assistito a una prima frazione nella quale le azioni più importanti si sono concretizzate in seguito ad errori dei difensori. Infatti al 7’ Rozzio sbaglia permettendo a Ferreira di calciare fuori misura dopo uno sciagurato passaggio in orizzontale sulla linea difensiva. Al 12’ Rizzo prova a mettere in difficoltà la retroguardia ospite, tenendo bene palla, risulterà tra i migliori nella prima frazione nerazzurra. Al 17’ Ferreira mette dentro, ma l’arbitro aveva già fischiato il fuorigioco. Al 22’ è Barberis a provarci per ben due volte, prima su punizione e poi sulla conseguente ribattuta. Al 27’ Burzigotti riceve un ottimo pallone su punizione, colpendo di testa verso la porta; facile per Sepe neutralizzare. Al 31’ altro errore di Rozzio, stavolta Barbuti si butta dentro lo spazio e sbaglia a tu per tu con Sepe, che gli chiude lo specchio della porta. Al 41’ l’errore che determina il pareggio del Barletta. Non si intendono Sepe e la difesa neroazzurra; l’estremo difensore pisano si scontra con un compagno dopo aver sbagliato l’uscita, permettendo a Barbuti di segnare a porta vuota. Al 42’ l’ultima azione per il Pisa, con Perez che riceva un ottimo pallone da Tulli, dopo prolungamento di testa di Rizzo, e calcia a rete; la conclusione è centrale e Pane non ha problemi a respingere la sfera.

 

SECONDO TEMPO – Seconda frazione che inizia con un tiro di Buscè da fuori area, centrale, neutralizzato da Pane. All’11’ l’episodio che cambia l’inerzia della partita; Piccinni viene espulso per doppia ammonizione. Al 14’ però è Carretta a calciare al volo, ma la palla finisce fuori. Con l’ingresso di Gatto il Pisa si fa più propositivo. Proprio lui al 23’ va via da solo, serve un ottimo pallone per Rizzo, che spedisce alto. Sempre Gatto serve con un ottimo filtrante Perez, che con uno scatto impressionante aggancia la sfera, manda in confusione portiere e difensore, calcia verso la porta, ma un difensore evita il gol salvando sulla linea. Al 26’ ci prova Molina con un tiro centrale. Ancora Perez al 27’ si gira e tira, la palla viene deviata in angolo. Al 31’ Perez mette in mezzo, ma la palla viene spedita in angolo. Al 35’ Perez, solo davanti al portiere, spara centralmente, divorandosi il gol. Il Pisa spreca tutto lo sprecabile, al 42’ è Scappini a divorarsi un altro gol ricevendo palla rasoterra da Benedetti nell’area piccola, e calciando incredibilmente alto sopra la traversa. Al 43’ Fondi tira da fuori area, una deviazione favorisce l’inserimento di Perez in area, che mette dentro siglando la sua prima doppietta in maglia nerazzurra. Sembra fatta, ma di lì a poco arriva la beffa. Infatti non passa neanche un minuto, che arriva il pareggio di Carretta, sul filo del fuorigioco, lasciato completamente solo dalla difesa del Pisa, apparsa davvero in apprensione nell’uno contro uno e negli inserimenti degli avversari. Addirittura al 48’ Molina rischia di segnare il 3-2, ma una deviazione in angolo di Colombini permette al Pisa di muovere la classifica.

 

Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

 
Il video di Pisa-Latina 3-1 PDF Stampa E-mail

Ecco il Video di Pisa-Latina 3-1

 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Settembre 2012 18:03
 
Pisa-Latina 3-1 PDF Stampa E-mail

 

Domenica 2 settembre 2012 – Lega Pro, Prima Divisione, 1a Giornata

Pisa – Latina 3-1

 

PISA: Sepe, Suagher (4’ Rozzio), Benedetti, Mingazzini, Colombini, Sabato, Buscè, Rizzo (29’s.t. Barberis), Perez, Favasuli, G.Tulli (38’s.t. Fondi). All. Pane

LATINA: Bindi, Milani, Giacomini, Cejas, Cottafava, De Giosa, Angelilli (14’s.t. Agodirin), Gerbo, Jefferson (29’s.t. A.Tulli), Montalto (45’ Barraco), Tortolano. All. Pecchia.

Gol: 40’ Tulli, 11’s.t. Favasuli (rig.), 41’ s.t. Barberis, 44’s.t. Barraco

Arbitro: Rosario Abisso di Molfetta

Ammoniti: Sabato, Cejas, Favasuli, Rizzo, Benedetti, De Giosa, Cottafava, Perez, Colombini

Espulso Mingazzini

Note: Abbonati 1500, spettatori 3500 circa.

Minuti di recupero: 3’ p.t. / 3’s.t.

 

PISA – Ricomincia una nuova stagione di calcio giocato all’Arena Garibaldi, col Pisa fresco di mercato, dopo l’ultimo colpo messo a segno nei minuto finali del calciomercato, grazie all’ingaggio di Scappini, attaccante il cui cartellino è di proprietà della Sampdoria, e che l’anno scorso militava nelle file del Sorrento. Oggi ospite all’Arena il Latina, squadra deferita pochi giorni fa per una fideiussione irregolare.

 

PRIMO TEMPO – La prima frazione offre pochissimi spunti tecnici, dividendosi tra decisioni dure del direttore di gara e molto pressing a centrocampo. Per il Pisa le cose si fanno subito difficili, con l’infortunio di Suagher al 2’, sostituito da Rozzio al 4’. Per il giovane titolare ex Tritium si teme una distorsione al ginocchio o qualcosa di peggio, lo staff valuterà le condizioni del giocatore nei prossimi giorni. Il primo tiro del Pisa è da parte di Tulli, che al 15’ dopo un calcio d’angolo calcia alto sopra la traversa. Al 19’ Perez stoppa il pallone permettendo sempre a Tulli di anticipare il tiro e cogliendo il portiere in controtempo, costretto a mettere in angolo questo pallone velenoso e rasoterra. Al 27’ viene espulso Mingazzini per un fallo all’altezza del volto di un avversario. Bisogna attendere ancora dieci minuti per vedere un tiro in port, ancora ad opera di Tulli, con palla alta. È solo il preludio al gol, perché al quarto tentativo arriva la rete del Pisa. Colombini lancia il pallone verso Perez, che di testa fa sponda per Tulli, che lascia partire un destro imparabile di controbalzo che si insacca sotto la traversa. Il Latina si fa vivo col suo unico tiro in porta al 47’ su punizione. Termina così il primo tempo.


SECONDO TEMPO – Nella ripresa la gara cambia volto e il Pisa diventa padrone del campo. Prima però è Jefferson, su cross di Barraco, a impensierire Sepe. All’8’ è Favasuli a trovare un calcio d’angolo dopo una deviazione sulla traversa del portiere Bindi. Sul conseguente angolo è Sabato a trovare la testa di Perez per il movimento di Rozzio; quest’ultimo viene ammonito e l’arbitro decreta il calcio di rigore in favore del Pisa. All’11’ è Favasuli a incaricarsi della trasformazione trovando la rete del 2-0. Al 12’ Tortolano prova a reagire con un tiro fuori misura al 12’. Poi il campo è tutto del Pisa; al 22’ Perez si incunea nella difesa avversaria, passa a Tulli, che di prima intenzione trova le mani di Bondi a impedire la rete del 3-0. Al 23’ è Buscè a calciare alto dopo azione personale di Tulli. Cerca di reagire il Latina, che oggi ha giocato decisamente male, con un gol divorato da Cejas nell’area piccola dopo un calcio d’angolo. Poi una punizione di Giosa impalpabile al 35’. Al 41’ arriva la rete del 3-0 per i nerazzurri, con Perez che tiene palla sul fondo, passa con una finezza di tacco a Buscè, e mette in mezzo per l’appena entrato Barberis che anticipa il portiere e di testa segna il terzo gol neroazzurro. Al 44’ Barraco trova la rete della bandiera per il Latina. La gara si conclude col risultato di 3-1 per il Pisa, dopo una splendida gara.

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Settembre 2012 15:01
 
L'analisi del calciomercato nerazzurro PDF Stampa E-mail

 

PISA – Il 31 agosto è arrivato, è tempo di fare i conti e tirare le somme su quello che è stato il calciomercato nerazzurro appena conclusosi.

 

PORTIERI – Era un reparto che non aveva bisogno di rinforzi, forte dell’esperienza di Pugliesi e dell’abilità di Sepe, messosi in luce alla fine dello scorso campionato e di scuola Napoli. È così che la società, giustamente, ha deciso di puntare ancora su di loro, mettendo tutti d’accordo. Non può quindi che esserci una larga sufficienza per la conferma di questi due elementi. Voto 6,5

 

DIFESA – Reparto che necessitava di un drastico cambio. Dopo che Gabriel Raimondi si è accasato al Pontedera e che alcuni giovani under del Pisa hanno superato il limite di età e dunque sono stati ritenuti di troppo dalla società, si doveva lavorare prevalentemente in entrata. Sono arrivati l’esperto Sabato, una vita tra Serie A e B, il giovane Suagher, che tanto bene ha fatto nella Tritium l’anno scorso, la scommessa Sbraga dalla primavera della Lazio, e infine Rozzio. Confermato Colombini e con uno sforzo economico Benedetti. Un reparto low cost, che appare solido, e che tanto bene ha fatto in queste amichevoli precampionato. Anche qui l’ampia sufficienza è assicurata. Voto 6,5

 

CENTROCAMPO – Si tratta del pezzo forte del calciomercato. Confermato capitan Favasuli, arrivano l’esperto Buscè dall’Empoli e Mingazzini, acquisto da Serie A. Poi Fondi, Rizzo e Barberis, che hanno brillato tantissimo nel precampionato, infine Bianchi e Carroccio, che sicuramente nelle 30 partite della stagione sapranno ritagliarsi il giusto spazio in mezzo al campo. La qualità e la quantità offrono un ottimo equilibrio, non può che essere per questo reparto il voto più alto del calciomercato nerazzurro. Voto 7,5

 

ATTACCO – Confermati Strizzolo, Tulli, Perez e Gatto, che hanno segnato complessivamente 9 gol in quattro l’anno scorso in campionato, arriva Scappini, con 8 gol l’anno scorso al Sorrento, e 13 gol l’anno prima ad Alessandria. L’altro ingresso è stato quello di Michael Pellegrini, tagliato dallo Staff tecnico in quanto giudicato non idoneo alla categoria. Sufficienza all’ultimo minuto con l’ingaggio di Scappini. Voto 6-

 

PUNTI FORTI – Il punto forte, nonché centro nevralgico del gioco nerazzurro sarà sicuramente il centrocampo, forte della esperienza di Mingazzini, Buscè e Favasuli, con una buona difesa ordinata guidata da Colombini e Sabato. Inoltre, si ricongiunge la migliore fascia sinistra dello scorso campionato, con Favasuli e Benedetti pronti a fare scintille, coadiuvati da Tulli, che all’occorrenza può defilarsi sulla sinistra e partecipare alla manovra per favorire inserimenti e/o favorire cross nel mezzo.


PUNTI DEBOLI – Il vero punto debole, inizialmente era il reparto avanzato, senza un faro ad illuminare l’attacco nerazzurro, risolto da Scappini all’ultimo minuto. Altro punto debole, meno importante, dal punto di vista numerico, è la poca “vastità” della rosa (solo 21 giocatori), che avrebbe avuto bisogno forse di un’altra riserva per la difesa.

 

COME GIOCHERA’ IL PISA – Confermato il 3-5-2 di Pane, la squadra giocherà verosimilmente con Sepe tra i pali, Suagher, Sabato e Benedetti in difesa, Fondi sulla destra di centrocampo, Benedetti sulla sinistra, mentre davanti alla difesa ci sarà Mingazzini a chiudere le sfuriate avversarie e a far ripartire la manovra. Leggermente più offensivi Fondi e Favasuli, con quest’ultimo, all’occorrenza, a fare scintille con Benedetti e Tulli sulla fascia sinistra.

 

 

ROSA

 

Portieri

Maurizio Pugliesi – Classe 1976 – Confermato

Luigi Sepe – Classe 1991 – Confermato

 

Difensori

Amedeo Benedetti – Classe 1991 – Confermato

Filadelfio Carroccio – Classe 1999 – (dal Foligno)

Francesco Colombini – Classe 1990 – Confermato

Paolo Rozzio – Classe 1992 – (dalla Fiorentina)

Rocco Sabato – Classe 1982 – (dal Sorrento)

Andrea Sbraga – Classe 1992 – (dalla Lazio)

Emanuele Suagher – Classe 1992 – (dalla Tritium)

 

Centrocampisti

Andrea Barberis – Classe 1993 – (dal Varese)
Leonardo Bianchi – Classe 1992 (dall’Empoli)

Antonio Buscé – Classe 1975 (dall’Empoli)

Francesco Favasuli – Classe 1983 – Confermato

Filippo Fondi – Classe 1989 – (dal Lumezzane)

Nicola Mingazzini – Classe 1980 – (dalla Nocerina)

Luca Rizzo – Classe 1992 – (dal Foligno)


Attaccanti

Leonardo Davide Gatto – Classe 1992 – Confermato
Leonardo Perez – Classe 1989 – Confermato

Stefano Scappini – Classe 1988 – (dal Sorrento)

Luca Strizzolo – Classe 1992 – Confermato

Giacomo Tulli – Classe 1987 – Confermato

 

In attesa di sapere se saranno reintegrati o in uscita:

Adornato, Lucarelli, Lanzolla

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 31 Agosto 2012 18:06
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 15 di 45

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!