Ac Pisa 1909 News
Pisa-Latina 3-1 PDF Stampa E-mail

 

Domenica 2 settembre 2012 – Lega Pro, Prima Divisione, 1a Giornata

Pisa – Latina 3-1

 

PISA: Sepe, Suagher (4’ Rozzio), Benedetti, Mingazzini, Colombini, Sabato, Buscè, Rizzo (29’s.t. Barberis), Perez, Favasuli, G.Tulli (38’s.t. Fondi). All. Pane

LATINA: Bindi, Milani, Giacomini, Cejas, Cottafava, De Giosa, Angelilli (14’s.t. Agodirin), Gerbo, Jefferson (29’s.t. A.Tulli), Montalto (45’ Barraco), Tortolano. All. Pecchia.

Gol: 40’ Tulli, 11’s.t. Favasuli (rig.), 41’ s.t. Barberis, 44’s.t. Barraco

Arbitro: Rosario Abisso di Molfetta

Ammoniti: Sabato, Cejas, Favasuli, Rizzo, Benedetti, De Giosa, Cottafava, Perez, Colombini

Espulso Mingazzini

Note: Abbonati 1500, spettatori 3500 circa.

Minuti di recupero: 3’ p.t. / 3’s.t.

 

PISA – Ricomincia una nuova stagione di calcio giocato all’Arena Garibaldi, col Pisa fresco di mercato, dopo l’ultimo colpo messo a segno nei minuto finali del calciomercato, grazie all’ingaggio di Scappini, attaccante il cui cartellino è di proprietà della Sampdoria, e che l’anno scorso militava nelle file del Sorrento. Oggi ospite all’Arena il Latina, squadra deferita pochi giorni fa per una fideiussione irregolare.

 

PRIMO TEMPO – La prima frazione offre pochissimi spunti tecnici, dividendosi tra decisioni dure del direttore di gara e molto pressing a centrocampo. Per il Pisa le cose si fanno subito difficili, con l’infortunio di Suagher al 2’, sostituito da Rozzio al 4’. Per il giovane titolare ex Tritium si teme una distorsione al ginocchio o qualcosa di peggio, lo staff valuterà le condizioni del giocatore nei prossimi giorni. Il primo tiro del Pisa è da parte di Tulli, che al 15’ dopo un calcio d’angolo calcia alto sopra la traversa. Al 19’ Perez stoppa il pallone permettendo sempre a Tulli di anticipare il tiro e cogliendo il portiere in controtempo, costretto a mettere in angolo questo pallone velenoso e rasoterra. Al 27’ viene espulso Mingazzini per un fallo all’altezza del volto di un avversario. Bisogna attendere ancora dieci minuti per vedere un tiro in port, ancora ad opera di Tulli, con palla alta. È solo il preludio al gol, perché al quarto tentativo arriva la rete del Pisa. Colombini lancia il pallone verso Perez, che di testa fa sponda per Tulli, che lascia partire un destro imparabile di controbalzo che si insacca sotto la traversa. Il Latina si fa vivo col suo unico tiro in porta al 47’ su punizione. Termina così il primo tempo.


SECONDO TEMPO – Nella ripresa la gara cambia volto e il Pisa diventa padrone del campo. Prima però è Jefferson, su cross di Barraco, a impensierire Sepe. All’8’ è Favasuli a trovare un calcio d’angolo dopo una deviazione sulla traversa del portiere Bindi. Sul conseguente angolo è Sabato a trovare la testa di Perez per il movimento di Rozzio; quest’ultimo viene ammonito e l’arbitro decreta il calcio di rigore in favore del Pisa. All’11’ è Favasuli a incaricarsi della trasformazione trovando la rete del 2-0. Al 12’ Tortolano prova a reagire con un tiro fuori misura al 12’. Poi il campo è tutto del Pisa; al 22’ Perez si incunea nella difesa avversaria, passa a Tulli, che di prima intenzione trova le mani di Bondi a impedire la rete del 3-0. Al 23’ è Buscè a calciare alto dopo azione personale di Tulli. Cerca di reagire il Latina, che oggi ha giocato decisamente male, con un gol divorato da Cejas nell’area piccola dopo un calcio d’angolo. Poi una punizione di Giosa impalpabile al 35’. Al 41’ arriva la rete del 3-0 per i nerazzurri, con Perez che tiene palla sul fondo, passa con una finezza di tacco a Buscè, e mette in mezzo per l’appena entrato Barberis che anticipa il portiere e di testa segna il terzo gol neroazzurro. Al 44’ Barraco trova la rete della bandiera per il Latina. La gara si conclude col risultato di 3-1 per il Pisa, dopo una splendida gara.

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Settembre 2012 15:01
 
L'analisi del calciomercato nerazzurro PDF Stampa E-mail

 

PISA – Il 31 agosto è arrivato, è tempo di fare i conti e tirare le somme su quello che è stato il calciomercato nerazzurro appena conclusosi.

 

PORTIERI – Era un reparto che non aveva bisogno di rinforzi, forte dell’esperienza di Pugliesi e dell’abilità di Sepe, messosi in luce alla fine dello scorso campionato e di scuola Napoli. È così che la società, giustamente, ha deciso di puntare ancora su di loro, mettendo tutti d’accordo. Non può quindi che esserci una larga sufficienza per la conferma di questi due elementi. Voto 6,5

 

DIFESA – Reparto che necessitava di un drastico cambio. Dopo che Gabriel Raimondi si è accasato al Pontedera e che alcuni giovani under del Pisa hanno superato il limite di età e dunque sono stati ritenuti di troppo dalla società, si doveva lavorare prevalentemente in entrata. Sono arrivati l’esperto Sabato, una vita tra Serie A e B, il giovane Suagher, che tanto bene ha fatto nella Tritium l’anno scorso, la scommessa Sbraga dalla primavera della Lazio, e infine Rozzio. Confermato Colombini e con uno sforzo economico Benedetti. Un reparto low cost, che appare solido, e che tanto bene ha fatto in queste amichevoli precampionato. Anche qui l’ampia sufficienza è assicurata. Voto 6,5

 

CENTROCAMPO – Si tratta del pezzo forte del calciomercato. Confermato capitan Favasuli, arrivano l’esperto Buscè dall’Empoli e Mingazzini, acquisto da Serie A. Poi Fondi, Rizzo e Barberis, che hanno brillato tantissimo nel precampionato, infine Bianchi e Carroccio, che sicuramente nelle 30 partite della stagione sapranno ritagliarsi il giusto spazio in mezzo al campo. La qualità e la quantità offrono un ottimo equilibrio, non può che essere per questo reparto il voto più alto del calciomercato nerazzurro. Voto 7,5

 

ATTACCO – Confermati Strizzolo, Tulli, Perez e Gatto, che hanno segnato complessivamente 9 gol in quattro l’anno scorso in campionato, arriva Scappini, con 8 gol l’anno scorso al Sorrento, e 13 gol l’anno prima ad Alessandria. L’altro ingresso è stato quello di Michael Pellegrini, tagliato dallo Staff tecnico in quanto giudicato non idoneo alla categoria. Sufficienza all’ultimo minuto con l’ingaggio di Scappini. Voto 6-

 

PUNTI FORTI – Il punto forte, nonché centro nevralgico del gioco nerazzurro sarà sicuramente il centrocampo, forte della esperienza di Mingazzini, Buscè e Favasuli, con una buona difesa ordinata guidata da Colombini e Sabato. Inoltre, si ricongiunge la migliore fascia sinistra dello scorso campionato, con Favasuli e Benedetti pronti a fare scintille, coadiuvati da Tulli, che all’occorrenza può defilarsi sulla sinistra e partecipare alla manovra per favorire inserimenti e/o favorire cross nel mezzo.


PUNTI DEBOLI – Il vero punto debole, inizialmente era il reparto avanzato, senza un faro ad illuminare l’attacco nerazzurro, risolto da Scappini all’ultimo minuto. Altro punto debole, meno importante, dal punto di vista numerico, è la poca “vastità” della rosa (solo 21 giocatori), che avrebbe avuto bisogno forse di un’altra riserva per la difesa.

 

COME GIOCHERA’ IL PISA – Confermato il 3-5-2 di Pane, la squadra giocherà verosimilmente con Sepe tra i pali, Suagher, Sabato e Benedetti in difesa, Fondi sulla destra di centrocampo, Benedetti sulla sinistra, mentre davanti alla difesa ci sarà Mingazzini a chiudere le sfuriate avversarie e a far ripartire la manovra. Leggermente più offensivi Fondi e Favasuli, con quest’ultimo, all’occorrenza, a fare scintille con Benedetti e Tulli sulla fascia sinistra.

 

 

ROSA

 

Portieri

Maurizio Pugliesi – Classe 1976 – Confermato

Luigi Sepe – Classe 1991 – Confermato

 

Difensori

Amedeo Benedetti – Classe 1991 – Confermato

Filadelfio Carroccio – Classe 1999 – (dal Foligno)

Francesco Colombini – Classe 1990 – Confermato

Paolo Rozzio – Classe 1992 – (dalla Fiorentina)

Rocco Sabato – Classe 1982 – (dal Sorrento)

Andrea Sbraga – Classe 1992 – (dalla Lazio)

Emanuele Suagher – Classe 1992 – (dalla Tritium)

 

Centrocampisti

Andrea Barberis – Classe 1993 – (dal Varese)
Leonardo Bianchi – Classe 1992 (dall’Empoli)

Antonio Buscé – Classe 1975 (dall’Empoli)

Francesco Favasuli – Classe 1983 – Confermato

Filippo Fondi – Classe 1989 – (dal Lumezzane)

Nicola Mingazzini – Classe 1980 – (dalla Nocerina)

Luca Rizzo – Classe 1992 – (dal Foligno)


Attaccanti

Leonardo Davide Gatto – Classe 1992 – Confermato
Leonardo Perez – Classe 1989 – Confermato

Stefano Scappini – Classe 1988 – (dal Sorrento)

Luca Strizzolo – Classe 1992 – Confermato

Giacomo Tulli – Classe 1987 – Confermato

 

In attesa di sapere se saranno reintegrati o in uscita:

Adornato, Lucarelli, Lanzolla

 

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 31 Agosto 2012 18:06
 
Pisa - Al Nasr 0-1 PDF Stampa E-mail

 

Sabato 25 agosto 2012 – Amichevole

Pisa – Al-Nasr 0-1

 

PISA: Sepe, Suagher, Benedetti. Barberis, Colombini, Carroccio, Rizzo, Fondi, Strizzolo, Favasuli, Tulli. All. Pane

PISA 2° T: Pugliesi, Sbraga, Rozzio, Sabato, Carroccio, Buscè, Mingazzini, Bianchi, Fondi, Gatto, Perez. All. Pane

AL-NASR: Mossa, Hassan, Molallah, Alì, Yagoot, Lema, Akran (36’s.t. Alì), Fardan, Mohammad (36’s.t. Ibrahim) Mascara, Sicar (36’s.t. Ahmed). All. Zenga

 

Gol: Lema 38’p.t,

Arbitro: Maresca di Napoli

Ammoniti: Gatto

Note:

 

PISA – Amichevole di lusso all’Arena Garibaldi, con il Pisa che affronta l’Al-Nasr, squadra degli Emirati Arabi, allenata da Walter Zenga.  Si tratta dell’ultimo test prima dell’inizio vero e proprio della stagione.

 

PRIMO TEMPO – La sfida inizia nel segno dell’equilibrio, con i neroazzurri che si rendono pericolosi nei primi due minuti con un paio di calci d’angolo. Poi è l’Al Nasr a rispondere al 7’ con una azione solitaria di Mohammad, il cui cross non trova la testa di Mascara. La gara, nella sua prima fase è molto lenta, con le due squadre in evidente fase di studio. Al 15’ un guizzo di Tulli pesca Favasuli, che ottiene il terzo corner in favore del Pisa. Al 22’ un cross di Fondi mette in allarme la retroguardia araba, con Mossa che non trattiene il pallone, e favorisce l’inserimento di Tulli, che commette fallo con una carica sul portiere. AL 27’ è sempre il Pisa a farsi vedere in avanti, con il solito Tulli giostra il pallone in mezzo a una selva di gambe dei giocatori della squadra ospite, mette in mezzo, ma Fondi colpisce male di testa e la palla finisce fuori. Al 28’ è finalmente l’Al Nasr a rendersi pericoloso con il primo tiro in porta della partita, ad opera di Akran, che trova Sepe pronto alla respinta. Un minuto dopo Mascara, su calcio di punizione, trova la barriera del Pisa. Al 32’ Sicar trova i guantoni di Sepe, dopo una conclusione velenosa. Il Pisa perde il filo del gioco, e ancora Mohammad calcia di poco a lato al 33’. Al 36’ è il Pisa a tornare pericoloso, grazie a un cross di Rizzo e al conseguente tiro alto di Benedetti su respinta del non sempre brillante Mossa. Al 38’ arriva il gol dell’Al Nasr, con Lema che viene pescato su punizione, e di testa punisce Sepe. Il Pisa si divora la rete del pareggio poco dopo, quando Strizzolo, liberissimo in area, imbecca Tulli che spara alto. Finisce così la prima frazione di gioco.

 

SECONDO TEMPO – Rivoluzione Pisa, con 9 cambi su 11. Al 3’ una mega mischia in area causa un batti e ribatti furioso, con una doppia respinta del portiere su Gatto e Perez. Sempre Gatto al 9’ dribbla un paio di avversari e calcia alto. Replica poco dopo, dalla parte destra del campo, Perez, con un diagonale che termina a lato. È sempre Gatto il giocatore con quel brio in più in campo, infatti al 15’ si rende pericoloso con un’altra conclusione dalla media distanza, bloccata da Mossa. Al 25’ grosso errore della retroguardia nerazzurra, con il pallone che finisce proprio sui piedi di Akran, ma Pugliesi riesce a bloccare la sfera.  Al 34’ Ibrahim si rende pericoloso dopo una corsa a perdifiato, ma Pugliesi respinge. La gara offre sempre meno spettacolo, con il Pisa disperatamente alla ricerca del pareggio, e l’Al Nasr che riparte in contropiede. È così che al 43’ si rende pericoloso con un cross Mascara, ma Ibrahim si divora la rete del raddoppio calciando debolmente da due passi. Finisce 0-1 per l’Al Nasr l’ultimo test all’Arena, che non fa altro che confermare la necessità di un’altra punta nella faretra di mister Pane

 

Michele Bufalino per VideoNewsTV

 

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Agosto 2012 20:26
 
Il Pisa esce a testa alta dalla coppa italia PDF Stampa E-mail

Bella prestazione dei nerazzurri, che, in 10 uomini complessivamente per oltre 90 minuti, per due volte sotto, raggiungono il Padova a tempi regolamentari e ai supplementari. Ai rigori vince il Padova.

 

Domenica 12 agosto 2012 – Coppa Italia Tim, secondo turno

Padova – Pisa 4-2 ai rigori (2-2 dopo tempi supplementari, 1-1 dopo i tempi regolamentari)

PADOVA (3-5-2): Pelizzoli, Rispoli (25’s.t. Jelenic), Franco, Piccioni, Trevisan, Farias (12’ s.t. Cutolo), Legati, Ze Eduardo, Galli, De Vitis, Babacar (12’ s.t. Granoche). All. Pea PISA (3-6-1): Sepe; Suagher, Colombini, Sabato; Rizzo (36’ Tulli), Fondi (1’ pt.sup. Rozzio), Mingazzini, Barberis (18’ Buscè), Favasuli, Benedetti; Perez. All. Pane Gol: Babacar (rig.) al 27’ p.t., Benedetti al 46’ p.t., Cutolo al 15’ p.t.s., 9’s.t.s. Suagher. Sequenza dei rigori. Ze Eduardo (Padova) gol. Favasuli (Pisa) gol. Cutolo (Padova) gol. Sabato (Pisa) parato. Franco (Padova) gol. Benedetti (Pisa) gol. Granoche (Padova) gol. Tulli (Pisa) parata Arbitro: Gennaro Palazzino di Ciampino. Assistenti: Lo Cicero di Brescia - Vivenzi di Brescia. IV uomo Caso di Verona Espulso Colombini Minuti di recupero: 2’ p.t., 5’s.t. Note: 1492 spettatori paganti, con un incasso di 8541,70 euro. Presenti circa 150 tifosi pisani a Padova


PISA – I nerazzurri di mister Pane affrontano il Padova in una gara che vale la qualificazione al terzo turno di Coppa Italia. Il Padova scende in campo con la versatile coppia d’attacco Babacar - Farias, mentre il Pisa schiera un folto centrocampo a sostegno di Perez, unica punta.

PRIMO TEMPO – Nella prima parte di gara il Pisa sembra schierare una squadra con diverse soluzioni al suo arco. In difesa Sabato, Colombini e Suagher, a centrocampo Benedetti, Mingazzini e Rizzo, davanti alla difesa, mentre in soluzione offensiva Favasuli, Fondi e Barberis, a rotazione, con Perez in attacco. Proprio i nerazzurri partono subito forte al 3’, con un velo di Perez, che attraversa l’area di rigore, ma la difesa della squadra di casa spazza via senza difficoltà. Poco dopo, sempre la squadra di Pane continua a spingere con Benedetti, che mette in mezzo un traversone invitante, ma la palla non viene raggiunta da Perez. All’8’ Farias, lanciato da Babacar con un tocco in profondità, si scontra con i difensori pisani che liberano. All’11’ ancora il Padova in avanti; lancio lungo di Ze Eduardo per Farias, ma Sepe blocca con le mani al limite dell’area. Si fa strada ancora il Padova, in avanti dopo la partenza positiva del Pisa nei primi minuti. Al 16’ infatti Ze Eduardo serve Rispoli, che gli restituisce la sfera, cross al centro, Babacar e Farias mancano la sfera di pochi centimetri. Al 20’ clamorosa occasione da gol per il Padova. Cross a campanile di Rispoli, Sepe cicca clamorosamente l’uscita alta, Franco non ne approfitta. Verso metà del primo tempo accade il fattaccio. Colombini falcia Babacar in area di rigore e l’arbitro lo espelle, comandando la massima punizione dal dischetto. Babacar dagli undici metri non fallisce, segnando con un cucchiaio e irridendo Pepe. I padroni di casa passano in vantaggio. Si rifanno gli uomini di Pane al 30’, su punizione. Sabato calcia a giro, palla fuori di qualche metro con Pelizzoli immobile. Al 32’ Pisa vicino al pareggio: Favasuli calcia dal limite una palombella insidiosa, Pelizzoli si salva d’istinto. Il Padova è incontenibile. La superiorità numerica negli ultimi minuti del primo tempo si fa sentire, e Farias è pericoloso al 37’ dopo una azione personale, calciando alto. Il Pisa è costretto a passare a un 4-1-3-1 con Mingazzini davanti alla difesa. Quando il Padova è nel suo miglior momento, a sorpresa il Pisa trova il pareggio. Benedetti lasciato completamente libero da Legati, d’esterno calcia preciso sul palo opposto alle spalle di Pelizzoli, che resta immobile. Grande sinistro e pareggio insperato. Finisce così la prima frazione di gioco.


SECONDO TEMPO La ripresa inizia con i padroni di casa che spingono, costringendo il Pisa al contropiede nella propria metà campo. Al primo minuto Rispoli crossa basso al centro, Sepe blocca sicuro. Poco dopo è Perez a rendersi pericoloso, calciando al volo dopo un abile controllo in area, e il pallone termina a lato. Faticano i ragazzi di Pane, e Sepe è costretto a togliere le castagne dal fuoco. Suo infatti il doppio intervento, neutralizzando una bomba di Farias lanciato in area. In campo si assiste a un Padova che cerca di attaccare in tutti i modi, mentre i nerazzurri si difendono per cercare di ripartire in contropiede. Al 15’ occasionissima per Cutolo che entra in area e lambisce il palo con Sepe battuto. Ancora Cutolo, un minuto dopo, calcia alto. Poco prima di essere sostituito da Jelenic, Rispoli si mette in luce con un cross insidioso per Granoche con Sepe che blocca in uscita bassa al 24’. Al 34’ Cutolo impegna Sepe direttamente da calcio d’angolo, poi sempre Cutolo, mette in mezzo per Trevisan, che non ci arriva. Verso fine gara, Zé Eduardo è costretto a giocare a corrente alternata per via dei crampi, riequilibrando in qualche modo le forze in campo. Al 45’ Galli tenta il tiro, splendida parata di Sepe che manda in angolo salvando il risultato. Nei minuti di recupero Tulli ha la palla della vittoria, dopo aver saltato un paio di giocatori, ma il suo destro, debole, trova Pelizzoli. Ultimo brivido con Zè Eduardo che colpisce di testa, e la palla va alta sopra la traversa. Si va ai supplementari.


SUPPLEMENTARI – Squadre stanchissime ai supplementari, il Pisa però si gioca l’ultimo cambio, con Rozzio che subentra a Fondi. Al 7’ Sabato manca il pallone, Granoche entra in area, ma Sepe riesce a portargli via la sfera. Le squadre a questo punto si allungano, con numerosi capovolgimenti di fronte. I nerazzurri resistono, ma Cutolo, che ha giocato una grande partita, li punisce proprio alla fine del primo tempo supplementare, liberandosi al tiro dal proprio marcatore, e trafiggendo Sepe. Il Pisa si lancia all’arrembaggio, cercando di attaccare in tutti i modi e sbilanciandosi in qualche occasione. Favasuli al 6’ cerca fortuna da lontano, ma la palla termina di poco a lato, baciando il palo. Buscè poco dopo dà palla in mezzo per Perez, che cicca il pallone malamente. Al 10’ esplodono i 150 tifosi accorsi da Pisa, che pareggia. Tulli calcia dal limite, la palla sbatte sul palo, rimbalza addosso a Pelizzoli che non trattiene, sulla sfera si avventa Saugher che segna. Si va clamorosamente ai calci di rigore.


RIGORI – Questa la sequenza dei rigori. Ze Eduardo (Padova) gol. Favasuli (Pisa) gol. Cutolo (Padova) gol. Sabato (Pisa) parato. Franco (Padova) gol. Benedetti (Pisa) gol. Granoche (Padova) gol. Tulli (Pisa) parata. Il Padova vince, ma il Pisa esce a testa alta.


SEGNALI POSITIVI – La partita dà diverse indicazioni in chiave campionato. Prima di tutto questo inedito 3-6-1, che assomiglia più a un 5-4-1 in fase difensiva, con un unico punto di riferimento in attacco, dato da Perez. Davanti alla difesa l’esperto Mingazzini, mentre sulla sinistra il solito asse Benedetti - Favasuli, che tanto di positivo aveva fatto l’anno scorso. Pane può uscire soddisfatto da questa partita, preparando con fiducia la stagione. Fisicamente la squadra ha tenuto molto bene, dimostrando un ottimo stato di forma, soprattutto in relazione del fatto che i nerazzurri hanno giocato in 10 contro 11 per oltre 60’. Al Pisa attualmente non manca niente, ma ci vuole assolutamente almeno un ultimo tassello, un attaccante che possa fare respirare Perez, Tulli e Strizzolo. La difesa è molto solida, e la preparazione, comunque, appare a buon punto.


ABBONAMENTI – La campagna abbonamenti intanto si attesta a quota 663 tessere vendute. Al momento 250 abbonati in Curva Nord, 180 in gradinata, 172 in tribuna inferiore e 61 in tribuna superiore.

 

Michele Bufalino per Pisanews e Videonewstv

 
Presentazione AC Pisa 1909 2012/2013 PDF Stampa E-mail

Riparte una nuova stagione!!!! Anche per Pisanellastoria.it, e ci saranno diverse novità.

 

Si è svolta nella Sala Regia del comune di Pisa la presentazione ufficiale dell'AC Pisa 1909 per la stagione 2012/2013.

 

Ecco il video della presentazione. In coda anche le fotografie:

 

 

Nell'occasione è stato presentato l'organico e le nuove maglie per il prossimo campionato.

 

Portieri:
Davide Adornato

Maurizio Pugliesi

Luigi Sepe


Difensori:

Francesco Colombini

Nicola Lanzolla

Paolo Rozzio

David Simoncini

Emanuele Suagher


Centrocampisti:
Andrea Barberis

Amedeo Benedetti

Filadelfio Carroccio

Francesco Favasuli

Filippo Fondi

Massimo Lucarelli

Luca Rizzo

Mattia Zanon

 

Attaccanti:
Leonardo Davide Gatto

Leonardo Perez

Luca Strizzolo

Giacomo Tulli

Michael Pellegrini

 

Queste invece le amichevoli:

 

1) Sabato 21 luglio. Gara amichevole Pisa-U.S. Pomarance in programma al Comunale di Pomarance, con inizio alle ore 18.00

2) Mercoledì 25 luglio. Gara amichevole Pisa-Rappresentativa A.I.C., in programma al Comunale di Pomarance, con inizio alle ore 17.30

3) Sabato 28 luglio. Gara amichevole Pisa-Pontedera, in programma all’Arena Garibaldi – Stadio Romeo Anconetani, con inizio alle ore 20.30

4) Giovedì 2 agosto. Gara amichevole con avversario ancora da definire, in programma all’Arena Garibaldi – Stadio Romeo Anconetani, con inizio alle ore 20.30

Domenica 5 agosto. Primo turno Coppa Italia TIM, con avversario ancora da definire in programma all’Arena Garibaldi

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Luglio 2012 13:20
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 15 di 45

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!